............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

sabato 17 dicembre 2016

La ribellione


Non so neppure io perchè vi parlo di lui, non mi è mai stato molto simpatico,ho seguito una sua intervista e vi dirò quello che diceva , mi è piaciuto.Più mi avvicino al Natale e più tendo ad andare controcorrente, so che mi perdonate come sempre, pesco sul fondo e cerco il torbido. Questo ragazzo nato come il bello della grande compagnia musicale, ci invita a tirar fuori le "palle" , a ribellarci, ad uscire fuori dalle fabbriche di plastica e la cosa più strana e discontinua è che lui spesso lo fa, poi ricade e stenta a rialzarsi.Un vero peccato. Poteva essere un bel personaggio nella musica italiana. Ora spesso lo si va a sentire per vedere se riesce ad arrivare a fine concerto. Impietoso.
I soliti discografici lo volevano patinato, un prodotto quasi plastificato, bello e impossibile da buttare in pasto alle ragazzine:si gli ormoni dovevano andare in tilt! Gianluca per un po' ha abbozzato non lo dimentichiamo, quella sua folta chioma che così piaceva alla platea, con" Destinazione Paradiso" al festival di SanRemo del 1995 fu subito acclamato dai media e dal pubblico. 700.000 mila copie vendute in Italia e un record nell'America latina, chissà perchè poi i nostri cantanti devono essere , in seconda mano,buttati sempre da quelle parti....Apparizioni ovunque, copertine su riviste e giornali, partecipazioni, programmi televisivi, un idolo appunto. ma di quale materiale sono spesso fatti gli idoli, ci sono gli indistruttibili e quelli di carta...Qualcosa si era bloccato, lungo silenzio, via dalla circolazione. I solito titoloni" morto di overdose" " uscito di testa", tutto questo fa molto notizia, cosa vale scrivere la verità che il ragazzo si era rintanato in un piccolo studio di Garlasco, facendo anche per conto proprio qualche visita agli Abbey Roads Studio a Londra. ma scrivere di questo non conta, non vende , non suscita nulla, la notizia come si suol dire in gergo è "sciapa"!E fu proprio Londra e Garlasco che vide la luce il suo secondo disco nel 1996, emblematico come il titolo"La fabbrica di Plastica"
Se avete pazienza e ascoltate la prima canzone del disco, forse entreremo , sempre se ne abbiamo voglia nella testa di questo persona, ragazzo ora mi sembra fuori luogo. Si confessa nelle prime righe dicendoci che ha provato ad essere come si voleva fosse, ma essendo troppo a modo suo, è difficile essere nei panni di quello che non sarai mai.Si confessa uscito da una fabbrica di plastica ben confezionato, ma  malgrado tutto non ne è uscito ben plastificato. Dissonanze di chitarre elettriche,riverberi, voce filtrata, voleva assomigliare ai Radiohead(rischiosissimo...), ghigno malefico,  sguardo incavolato, volto inquietante, aria sconvolta: così si presentava nel video. E oggi, ancora oggi forse un po' di paura la mette,ma dov'era finito questo idolo delle ragazzine?Aveva sfornato un disco crudo, spigoloso , difficile da capire, e ancora di più difficilissimo da vendere essendo così lontano dalla sua prima trasformazione. Disco punk, anarchico, indisciplinato, un'idea folle, uno scompiglio totale, ma il vestito che gli avevano ordinato agli inizi gli andava troppo stretto ora. Con "la fabbrica di plastica" fece tutto di testa sua, con il grave rischio di sbagliare , una botta di andate tutti a quel paese( patinato eufemismo), lontano dallo star system, dalla discografia e soprattutto dal belloccio.Enorme coraggio!
E le ragazzine? Non lo capivano, non erano più così allupate, nella sua fabbrica si era aperto un buco nel costato, la sua valvola di sfogo, dove aveva aperto una sua nuova strada. Cosa ne venne fuori? Un flop colossale, un fiasco di vendite, meno di un decimo da quelle precedenti. Volete che esprima il  mio parere? Io che non sono molto portata per la musica italiana( non tutta s'intende) reputo questo lavoro uno dei migliori che io abbia ascoltato.
Oggi ci sono tanti cantati perfetti, scolastici, omologati, che sfornano dischi per scalare le classifiche, ma che non raccontano storie, non ci sono messaggi giusti o sbagliati che siano, album vuoti come li definisco io.E in questo mondo patinato, ci vuole proprio uno che tiri fuori le palle e i denti, con tanto forse troppo coraggio. Il Gianluca Grignani con "La fabbrica di plastica" a soli 24 anni riuscì ad essere , anche solo per pochissimo, la più grande rockstar italiana.
Da dove arriva tutta questa mia generosità? Dalle festività che mi opprimono? No, credetemi, indubbiamente il periodo conta e la mia critica si può anche trasformare in rabbia feroce, ma lo penso veramente.Indubbiamente le meteore spesso non si ricordano ma se ci ripensiamo e le rivediamo, quale saranno allora le nostre sensazioni? E allora tentiamo di capire, possiamo essere d'accordo come no, ma provare a sentire mica costa tanto? Se costa tanto per voi, non lo fate , non sforzate la mano, ma se siete incuriositi, buttate un orecchio alla differenza dei due prodotti e fatemi sapere..
Io continuo a remare contro....ma vi voglio sempre tanto bene!

52 commenti:

Alligatore ha detto...

Condivido in pieno: forse aveva una troppo bella faccia per fare il cantautore ribelle. A volte anche la bellezza fisica si paga ...

Nella Crosiglia ha detto...

Molto giusto ALLIGATORE mio, poi se il tutto viene confezionato come un bel pacco, la cosa stride ancora di più..
Bacio della buona notte!

kilara ha detto...

AAhh,grignani,quanto lo adoravo da ragazzina!!!Anche dopo il secondo album.Davvero,ma che fine ha fatto ora??Non ha mai più fatto niente???Io lo riascolterei,almeno per nostalgia e curiosità.

Nella Crosiglia ha detto...

KILARA dolce ascolta il suo secondo brano che ho postato e dimmi cosa ne pensi.
Ha e ha avuto momenti veramente bui, tra droga e alcool, non è facile gestire un successo così improvviso come ha avuto lui...
Ti stringo forte buona notte!

Santa S ha detto...

Il mondo artistico è impietoso, sia dietro che davanti al palco. Hai proprio ragione, ed è molto bello, romantico direi, questo tuo tributo ad un "ragazzo" che voleva uscire dal cliché appiccicato e crescere.
Buonanotte cara, un abbraccio.

Glò ha detto...

Però a mio avviso non ha saputo gestire il successo iniziato per la sua bella faccia, ok... Non tutti hanno un'opportunità simile che permetta loro di procedere in seguito più autonomamente. L'intelligenza/professionalità si dimostra anche così, non ubriacandosi e facendo figure sul palco. Senza per altro riscontro artistico solido.
Un abbraccio a te! ^_^

Maurizio C ha detto...

Conosco bene Gianluca, a me piaceva ^^ Anche se effettivamente tra "Destinazione Paradiso" e "La Fabbrica di Plastica" si è rischiato un cambio di genere davvero forte... e lo ha pagato, purtroppo per lui. Anche se molte sonorità de "La Fabbrica di Plastica", recentemente, sono state rivalutate.
In ogni caso io lo preferisco in alcuni pezzi anche molto belli, soft, che ha scritto pure dopo, e che poco si conoscono. Poi non è un cantante tecnicamente o vocalmente perfetto, ma di certo un ragazzo con grande interiorità, e molto molto fragile, e infatti non è riuscito a gestire il successo che inizialmente ha avuto. Però ecco, credo sia uno che, a modo suo, non è mai banale e ha cose da dire :)

Un abbraccio :)

Pietro Sabatelli ha detto...

Sinceramente non mi è mai piaciuto, ma soprattutto è un cantante sopravvalutato e pure mezzo matto..

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie SANTA cara, sempre troppo generosa...
Molti creano un personaggio mercificandolo come un pupazzo..sicuramente Grignani non ha retto ed ora purtroppo ne paga le conseguenze..ma anche avesse seguito , quanto sarebbe durato?
Un bacio festivo

Nella Crosiglia ha detto...

Non hai torto GLO', tutti noi o parte di noi non si cura quanto difficile è mantenersi forti e saldi quando il successo ti arriva all'improvviso.
Molti riescono ad andare avanti, altri cadono sotto questo peso e non riescono a mettere anche maschere provvisorie.
Mi dispiace dire l'abbiamo perso, ma temo che la realtà sia questa.
Ti stringo frte

Nella Crosiglia ha detto...

Si MAURIZIO ma queste cose e saranno pure tante che ha da dire, spesso non le sa gestire è questo il punto.
Essere travolti dal successo è pericolosissimo, quando non lo reggi, devi trovare dei palliativi che ti dovrebbero aiutare e invece ti distruggono...
Purtroppo lui ne è stato vittima..
Felice domenica mio caro, abbraccione

Nella Crosiglia ha detto...

Forse troppo fragile PIETRO caro..a volte la fragilità ci dona aspetti che in realtà non abbiamo e diventiamo proprio quello che non siamo e non vogliamo essere.
Grignani una vittima di se stesso, questo ci sta tutto..
Abbraccio festivo!

silvia de angelis ha detto...

Non mi è mai stato simpatico Gianluca, ciò non toglie che interpreti testi degni d'ascolto
Buona domenica e un abbraccio, dolce Nella,silvia

Andreina ha detto...

non mi è mai piaciuto.....
Forza cara Nella che il 6 gennaio arriverà in un attimo....

sinforosa c ha detto...

Mi credi se ti dico che lo conosco solo di nome?
Buon Natale, Nella.
sinforosa

Nella Crosiglia ha detto...

Penso non a molti sia simpatico questo artista. Spesso non si conoscono certi retroscena mia cara SILVIETTA, indubbiamente le sue reazioni non sono state delle più fortunate!
Un bacio soave

Nella Crosiglia ha detto...

ahahaha...cara la mia ANDREINA, si dice sempre così ma è pur vero che il tempo passa...per fortuna..
il nostro Grignani non è simpatico a molti e questa sua innata antipatia mi ha spinto a scrivere di lui..per la serie facciamoci del male!
Ti stringo forte

Nella Crosiglia ha detto...

Si SINFOROSA mia e forse è anche un bene, così non dividiamo le fazioni in antipatico o simpatico( poche)
Buone festività per te mia cara
Un abbraccio forte

Rakel ha detto...

Ciao Nella, alcuni brani sono piacevoli d'ascoltare .
Tilascio un sorriso e ti auguro BUONE FESTE .

Rachele

cristiana2011 ha detto...

Non lo conosco, come al solito, ma mi è piaciuto questa performance sommessa e gentile.
Ne approfitto per farti gli Auguri più sinceri : sai che sei nel mio cuore.
Cristiana

Gabri Ercole ha detto...

Ciaooo un grosso bacione inanzitutto...Non amo questo cantante...boh non mi è mai stato simpatico...

Giovanni ha detto...

Dvo dire che lo trovavo interessante, le sue canzoni non mi dispiecevano e anche la voce ci stava. sdotterranea, e tra le righe, si intuiva la inquietudine e la ribellione.
Buona notte, cara Nella!

Francesco ha detto...

mi stai plagiando un vecchio post su Grignani, non vale!!!!! :-)

(vabbè, se è servito per farti conoscere il disco va bene)

http://correndosulnaviglio.blogspot.it/2016/09/quando-meno-te-lo-aspetti-torna-il.html

kilara ha detto...

Si la conoscevo già la fabbrica di plastica,a me piaceva lo stesso,anche se avevo capito che voleva far cambiare opinione di se col nuovo album.

Fioredicollina ha detto...

Ho ascoltato e visto il video, il messaggio è chiaro. Molto rock questo brano, il video mi ricorda un pò uno dei Pink Floid 'the wall' o sbaglio?
un abbraccio

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie RAKEL mia...personaggio spinoso come vedi..ma in questo periodo le spine " sono il mio pane"..
Ora siamo sotto un altro diluvio di neve, vento,pioggia e ghiaccio e questo è gravissimo per noi dopo il recente alluvione...
Che i Natale ci porti almeno il bel tempo..
Bacioni!

Nella Crosiglia ha detto...

E anche tu sei nel mio cuore in un grande spazio veramente..mia cara CRISTIANA
Grazie per iL tuo gradito pensiero sul mio scritto fatto per un ragazzo non certo facilissimo da capire..
Ora siamo tutti qui a guardare il cielo dove si è scatenato una altro inferno di neve e pioggia, mentre io penso alle condizioni rovinose passate da poco tempo..
Speriamo bene che non accada altro altrimenti .... " evviva il Natale!"

Ti stringo forte!

Nella Crosiglia ha detto...

Non posso darti torto GABRI, non rientra neppure nelle mie corde, ma quando si soffre di antipatie improvvise, spesso mi viene da chiedermi il perchè..e allora scavando scavando capisco anche molte cose...E giustifico come in questo caso ,sicuramente non tutto!
Bacio grande amica bella

Nella Crosiglia ha detto...

Si GIOVANNI mio questa inquietudine per gli animi sensibili si sentiva e anche molto, malgrado , gli ammiccamenti, gli eccessi, le sue solite sparate eccessive.....
Chissà che fine farà questo strano ragazzo..la vita gira sempre strana..
Un bacio grande!

Nella Crosiglia ha detto...

Ma sai FRANCESCO che sono molto felice di avere avuto questa tua stessa idea poi per un post che ho letto solo ora...
Dove lo porterà questa fabbrica di plastica, non so non voglio neppure immaginarlo...guardo il cielo che rovescia catinate di pioggia, neve, gelo, ghiaccio e penso al recente alluvione...E si ricomincia con tanta ansia..
Abbraccio forte!

Nella Crosiglia ha detto...

Cara KILARA quale opinione possiamo dare a questo ragazzo che non ha ancora forse trovato il giusto equilibrio pur andandoci vicino spesso?
Non so, non so proprio dirlo..spero il meglio per lui,ma non vedo la luce..Sento solo la pioggia il vento la neve e il ghiaccio e non mi aspetto il peggio..un'altra volta..lo spero..
Bacio speciale!

Nella Crosiglia ha detto...

Mia cara FIORE, Grignani voleva accostarsi un po' all'originalità dei Radiohead, e in qualche cosa assomiglia, ma il discorso è molto più complesso...dove arriverà se arriverà questo strano e fragile ragazzo, antipatico ai più? Chissà..vedremo..non penso lontanissimo!
Ti stringo forte!

Alessandra ha detto...

Sinceramente non mi è mai piaciuto e la sua fragilità esistenziale non l' ho mai condivisa.
Bacioni Alessandra

Nella Crosiglia ha detto...

Si ti capisco ALESSANDRA mia..personaggio non facile e molto spesso non simpatico..
Io rischio sempre e tanto il fondo delle motivazioni spesso senza trovarle e spesso qualcosa mi chiarisce un pochino il soggetto.
Ti stringo forte dolce amica mia!

lolle ha detto...

Ciao Nella, mi ha colpito molto questo tuo articolo, bello questo tuo grattare la superficie per vedere cosa c'è sotto... Ti confesso, io sono una di quelli a cui La fabbrica di plastica era piaciuto, qualche volta lo riascolto ancora in macchina e mentre guido canto! Personaggio antipatico, discutibile? Non più di tanti altri...

Buona serata

keypaxx ha detto...

"La fabbrica di plastica" è uno dei miei pezzi preferiti, di Grignani. Spesso lo trovo curioso, non comprendo bene se, nella vita privata, ci fa o ci è. Se il suo essere una star "maledetta" a tutti i costi, sia costruito a tavolino o sia del tutto naturale. Considerando i numerosi servizi negativi che i media hanno trasmesso, opterei per la prima ipotesi. E me ne dispiaccio. Non tanto per lui, che può fare ciò che meglio crede della sua vita, ma per la famiglia, per i bambini che hanno un padre, quantomeno, di dubbia moralità. L'artista è, invece, e rimane uno degli interpreti più all'avanguardia del panorama italiano.
Ti lascio un sorriso con un caloroso augurio per un sereno natale.
^_____^

Nella Crosiglia ha detto...

LOLLE mia uno dei commenti che ho più apprezzato..Molto brava.
E vero che quando vedo lo scagliarsi contro un soggetto , mi intriga poter capire il perchè...Errori ne ha fatti molti il nostro Grignani, ma giustamente non più di molti altri..
Poi bisogna vedere l'arrendevolezza del personaggio e non mi sembra il tipo dio piegarsi facilmente, considerando le cavolate che purtroppo continua ad usare...
Un bacio grande amica cara e grazie!

Nella Crosiglia ha detto...

Grignani personaggio alquanto problematico da definire...c'è, ci fa..chissà...
Forse la verità è nel mezzo...Adatto il bel ragazzo dell'inizio che non ha retto...troppo labile per continuare con pezzi pregevoli come"La fabbrica di plastica"--
Dove andrà a finire?
Non è dato sapere..un misto tra compassione, rabbia e tenerezza.
Un sorriso solo per te mio caro!

Silvana Planeta ha detto...

Nellina bella, chissà se ti ricordi ancora di me o ho fatto pure io la fine di Grignani... Merry Xmas!!! 🎄

Nella Crosiglia ha detto...

ahahaha...e chi ti può dimenticare adorabile SILVANA!
Non ti ho ancora vista cadere sul palco hai intenzione di farlo? Con la tua simpatia, riceveresti un sacco di ovazioni...
Tutto il bene del mondo per te!

Rosy ha detto...

Cara Nella ricordo quando,in quinta ginnasio e prima liceo Gianluca Grignani era all'apice della sua carriera:osannato e amato dalle mie compagne di classe,canzoni tipo falco a metà e la mia storia tra le dita che ancora mi sembra di sentire tornando indietro di venti e passa anni(quanto tempo è passato..mammamia....)canzoni che comunque piacevano anche a me,compresa Destinazione Paradiso,oggetto a suo tempo di critiche in quanto vista come istigazione al suicidio...le mie compagne innamorate di lui oltre che delle sue canzoni..poi il tempo passa...e lui scompare o quasi e magari torna con qualcosa il cui livello non è come il precedente ma a mio giudizio (e non sono la sola a pensarlo)inferiore...ora e' da un po' che non si sente...certamente nella desolazione del panorama musicale odierno,fatto di cantanti il cui talento spesso è perlomeno discutibile elementi come Grignani (e non solo lui)che cantavano canzoni se vogliamo anche con una certa profondità e comunque non banali emergono alla grande!!
Un bacione e grazie infinite per il post come sempre estremamente interessante:))
Rosy

Krilù ha detto...

Ciao Nella, per problemi di salute sono mancata per diverso tempo, e non solo dal tuo blog ma da tutto il Web. Ora mi affaccio un attimo per lasciarti un saluto e un abbraccio, insieme all'augurio che tu possa trascorrere delle serene Festività.

Nella Crosiglia ha detto...

Mia cara dolcissima ROSY...l'argomento Grignani è alquanto complesso.
Giovane di talento, ma non gestibile facilmente, neppure per proprio conto.
Insabbiato in un personaggio lontano da quello che voleva, di ragazzo dedicato alle ragazzine per la sua fisicità, non ha retto il peso del troppo successo. Cosa non facile per nessuno
O hai un carattere di ferro o sei piegato , ha cercato di scappare da questa imposizione, ha fatto cose anche pregevoli, ma è ancora chiuso nella sua torre dove altri metodi poco ortodossi lo aiutano ad andare avanti,.
Chissà che succederà...
Si aspetta , ma la mia sensazione è negativa.
Ti stringo forte

Nella Crosiglia ha detto...

KRILU' mia spero che i tuoi problemi di salute vadano migliorando..anch'io non sono da meno , e fossero solo quelli..ma lasciamo stare...
Felice di rivederti, ti auguro tanta felicità e tutto il bene del mondo..
Ti stringo fortissimo!

Noemaccia_Amélie ha detto...

Ciao Nella!! Condivido su tutto quello che hai detto. Un bacione grande! :D

Marco Grande Arbitro ha detto...

Ribelle o meno, peccato per gli ultimi anni di Gianluca Grignani

Nella Crosiglia ha detto...

Ma quanto ne sono felice NOEMACCIA mia ...
Non è stato un post facile per me e pensavo di poter correre dei rischi
Il tuo commento mi ha fatto veramente tanto felice e mi ha convinto maggiormente che spesso rischiare è un bene
Grazie. .ti stringo forte

Nella Crosiglia ha detto...

Grande MARCO GRANDE ARBITRO poche parole ma come sempre le più giuste.
Condivido in pieno e ti abbraccio forte

nico ha detto...

La competenza e la bravura di una persona che parla di musica la si vede quando è capace di parlare di tutto e di tutti con la stessa efficacia e la stessa competenza. Quelli come me fanno fatica a parlare dei vergognosi talent di oggi (su facebook qualche giorno fa ho postato Luci a San Siro per ricordare un po' a tutti come si scrive una canzone d'amore), ma sono molti di più quelli che sanno parlare di questi obbrobri e non sanno nulla di Lolli, Bertoli Guccini, Faber, Rosso, Testa e tanti altri che stanno nel mio cuore e che non cito, ma che tu Nellina sai bene quali sono! Ti abbraccio forte forte, buone feste e riposati un po' che ne hai bisogno :)

Nella Crosiglia ha detto...

NICO caro , come sai quello che conta oggi è fare successo subito e obbedire ai manager..Poi il talento diventa un optional, sfondi con un brano e vai avanti finchè dura.
E' spiacevole spesso avere delle persone che possono darci forse qualcosa in più ma si perdono nell'infinito..
Accontentiamoci Nico caro...
Si ho tanto bisogno di riposo e la mia salute non è delle migliori, ma devo andare avanti comunque sia.
Il periodo poi non mi è favorevole, ma il tempo è dalla mia parte..passa in fretta...
Bacio solare!

Ale ha detto...

Mia cara dolce Nella, sono diventata latitante. Non sono qui per commentare il post, ma per un grande, immenso, affettuoso, abbraccio. E' dura, certi disturbi si sono accentuati, l'ansia è aumentata. Le feste che volino via veloci..... Baci.
Ale

Pamela ha detto...

Ciao Nella!! Tanti auguri di buon Natale!!

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.