............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

lunedì 24 ottobre 2011

NON VOGLIO ESSERE RICORDATO

Articolo di Nella Crosiglia

Chi mai sarà questo importante cantante che ha pronunciato più volte nel corso della sua vita e carriera , queste lapidarie parole? Strano a dirsi, ma è George Harrison, la faccia buona dei Beatles, come veniva definito.Eppure dietro questa bontà, esisteva  una duplice personalità, mistica e gaudente al tempo stesso, peccato venisse spesso oscurata dal genio di John Lennon e da Paul Mc Carthy. I Beatles sapevano bene quanto contasse questo schivo, ma anche imbarazzante personaggio, ma chi più di tutti conosceva la duplicità di George è la moglie , oggi  di 63 anni , Olivia Harrison. La famosa Layla, contesa tra lui ed Eric Clapton,è invece Patty Boyd , struggente amore che ha fatto comporre indimenticabili canzoni. Ho già scrittto dei Beatles e non desidero parlare di loro, ed allora perchè di George? Perchè, come il grande regista Martin Scorsese, era il mio preferito. Non che questo intacchi qualcosa, ma... tanto per chiarire. Scorsese ha già fatto film documentari sui Rolling Stones , su Bob Dylan, estremamente originali e precisi. Un po' più musicale quello sugli Stones, perchè difficilmente volevano essere intrappolati ed esprimere qualche interessante verità. 

Un capolavoro quello sul grande Bob, ancora meglio, quello su Harrison che è stato in programmazione nelle sale londinesi solo un giorno ed ora è disponibile in dvd. Se amate i Beatles, compratelo. Il titolo è "Living in a material world", tre ore e mezzo di durata , dove dentro trovate proprio tutto, e quello che non sappiamo è davvero molto. George è morto di cancro, dieci anni fa , nel 2001, dopo aver subito nel 1999 un drammatico episodio nella sua monumentale villa. Un pazzo era entrato nel vasto parco-giardino che Harrison tanto amava eludendo la sorveglianza, e lo aveva accoltellato nella stanza da letto, ferendolo gravemente. E' passato alla storia come l'anima quieta del gruppo, taciturno ed a volte assente, ma la sua personalità è molto più complessa. Scorsese gioca  sul percorso spirituale dell'ex Beatles, che lo fa arrivare a lasciare il gruppo e ad intraprendere una carriera solista, introducendo il sitar nel pop inglese. Sembrava una cosa impossibile, ma quando arrivò" My sweet Lord", preghiera nata in sanscrito e portata ai primi posti delle classifiche, tutti si inchinarono al miracolo.

Non dimentichiamo che Harrison fu travolto dalle droghe  e dalla sua forte propensione al fascino femminile, non disdegnando neppure l'ambiente cinematografico. Fu amico di molti personaggi  come Clapton,  Tom Petty, Yoko Ono, i Monty Pyton ed altri. Ma nella sua contrastante personalità, includeva una grande carica di amore e di rabbia, che gli dava il dono dell'imprevedibilità. Ci avreste mai pensato? Sinceramente io no, ma questo non ha rilevanza.Il suo più grande album fu senza dubbio "All things must pass" ( profetico? chissà...), ma non dimentichiamolo come l'autore di "Here Comes the Sun", di " Something" che insieme ad "Yesterday" conta il maggior numero di cover. Come chitarrrista, a suo modo fu un innovatore, presentandoci un suono pulito senza orpelli o sghizate varie. Un uomo sintetico, essenziale , anche questo però è un'aggiunta a questa poliedrica personalità. Il mondo di George è come una succosa mela da dividere a metà, una parte totalmete materiale  e l'altra solo ricca di libertà spirituale. Iniziamo a mangiare questa mela, a mio avviso ci piacerà.



3 commenti:

nella ha detto...

Nessuno ha qualcosa da dire su Harrison? Ma, vergogna bambini miei...un pilastro della musica...Fate uno sforzo in queste prime gelate autunnali che sanno d'inverno... Tanto le mani non si atrofizzeranno, anzi riprenderanno calore........

Paola ha detto...

Di lui ricordo alcune canzoni di cui molto bene "I Need You" e se non sbaglio scrisse "Me Mine"
certo che per ciò che hai sapientemente espresso in questo post molte notizie non le conoscevo... :-)
Altro fatto che mi torna alla memoria è quando nella sua villa fu aggredito da un pazzoide...
Nellissima cara tranquilla non servono pensierini per voler dimostrare affetto ad una persona... talune volte un semplice TVB arricchisce il cuore... e ricorda che anch'io ti voglio bene!!!

Bacionissimi alle due super amiche e un abbraccio stritoloso seguito da un ciauzzzzzzzz!!!

nella ha detto...

Che bello il tuo stritolamento PAOLETTA, mi permetto di ringraziarti anche a nome della nostra Antonellina, a volte un po' desapareçidas , ma costantemente presente nei nostri cuori! Grazie infininite per le parole di stima , ampiamente ricambiate... TVB, Nella tua...

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.