............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

martedì 14 gennaio 2020

Cavo telefonico



Miei cari non stupitevi di questo strano post, ma la mia assenza così prolungata non è dovuta a problemi personali o ad un'altra improvvisa malattia, ma da un cavo telefonico.
E questo problema tutt'ora sussiste e io mi sono decisa a scrivere ugualmente sfidando le leggi della tecnologia.
Ora io non so se sapete che io vivo in un posto isolato non lontano dalla cittadina, ma sempre sopra una collina con vista mare. Bel posto direte voi, sicuro nulla da eccepire , se non fosse che i servizi più elementari vengano completamente ignorati.Sicuramente magnifico vivere in campagna, ma se le normali norme del vivere comune venissero rispettate, sarebbe comunque meglio, che ne dite?
Parliamo soltanto delle comunicazioni, non voglio aggiungere altro, perchè la lista sarebbe troppo lunga,  Ma vi pare possibile che io aspetti da ben otto giorni, con fastidi quasi mensili , che il mio telefono principale di casa , sia completamente muto , isolato dal resto del mondo, e possegga un cellulare non nuovissimo che lavora con un ADSL supportato da un solo cavo dove la connessione è lentissima o salta spesso e mi impedisce non solo di comunicare, ma di svolgere il mio lavoro?
Semplicemente assurdo, perchè quando arriva la bolletta io la devo pagare regolarmente e questo non mi sembra corrisponda al servizio che ogni compagnia telefonica dovrebbe fare.
Ho informato di questo disservizio più volte l'operatore adatto che prende in esame il caso, passa l'informazione ai tecnici appropriati( stendo un velo pietoso) e attendo con infinita pazienza che passino le 48 ore stabilite. Risolto tutto nei tempi stabiliti? Ma neanche per sogno, non solo mi si informa che sarà meglio io contatti i tecnici del caso, essendo probabilmente un cavo esterno lesionato, o sfilacciato, che , con grande fortuna passa sotto strada. Ma come io cliente devo contattare i tecnici, perchè mille volte sono arrivati in casa mia per lo stesso problema visto che ormai abbiamo confidenza? Allora assumetemi nella compagnia telefonica e forse , anzi senza forse, ai tempi attuali, il mio guadagno sarebbe maggiore, per cosa fare poi, niente o quasi. Mi si richiedono vari solleciti, che naturalmente faccio. mentre le persone che mi contattano con il telefono di casa sentono squillare il loro , mentre il mio è muto come un  pesce. E qui nasce la telenovela, perchè tutti pensano che io non voglia rispondere, senza aggiungere le grane sul lavoro, mentre inesorabilmente il tempo passa. Sabato e domenica sono giorni interdetti per il lavoro, quindi io accuso un altro stop, e andiamo avanti mentre il tempo passa e l'isolamento continua. Arriva il" speranzoso" lunedì" chiedo ulteriori informazioni, e il solito disco mi risponde con sorpresa che il mio numero è completamente sconosciuto. Ma mi chiedo con chi ho parlato fino ad oggi? Ho passato mattine a chiedere a mille numeri diversi la motivazione di questo disservizio, ma quasi tutti i tentativi fatti mi informavano che stavo cercando un numero non più attivo, e con l'impossibilità di avere la voce più o meno umana dell'operatore. Al cinquantesimo o forse più sollecito di chi mi chiamava, sono ritornata ad avere il mio numero ma sempre isolato...ehhhh troppo bello fosse finta così.
Mi si richiede di spaccare la strada essendo il cavo sotterraneo, trovare io un ragazzo esperto, pagarlo e poi loro vedranno il da farsi, arrivando subito. Non so se capite il disagio di fare tutto questo in una strada si, privata, ma dove le macchine hanno il diritto di passaggio per arrivare alle loro abitazioni.
Quindi i ragazzo in questione dovrebbe oltrechè spaccare con garbo , attendere tutta la giornata per coprire il buco per far passare le auto. La cosa mi sembrava alquanto disagevole, e cambiando idea ho chiesto di togliere la telefonia fissa , ma mi hanno consigliato che la zona aveva poco campo e avrei dovuto mettere un antenna aggiuntiva per rafforzare la connessione, quindi da sconsigliare.
 E voi pensate che fino ad oggi io abbia potuto risolvere qualche cosa? Ma assolutamente no, perchè i lavori devono essere fatti in presenza dei tecnici specializzati che mi hanno assicurato di arrivare al più presto , ma come voi non li avete visti così neppure io.
Morale: la decisione più veloce e darmi all'allevamento di piccioni viaggiatori per far arrivare in breve tempo tutta la mia posta e notizie varie , considerando il tempo che ci vorrà per l'addestramento!
Io rimpiango la Bick gialla, la ricordate? e voi che consiglio mi date? Non posso dire a presto perchè non dipende da me, ma sappiate che sono viva!

mercoledì 1 gennaio 2020

Il primo giorno del nuovo anno




Miei cari, vi ho risparmiato gli auguri dell'ultimo dell'anno perchè sono la persona meno indicata per farlo,( e lo sapete) ma mi sento in colpa se almeno non vi chiedo come avete trascorso la serata di Capodanno o come avete aggredito il primo giorno dell'anno nuovo.Personalmente sono stata costretta a fare questo benedetto cenone o pseudo tale, mangiando sempre più del necessario, ingurgitando vino di svariate qualità, con la conseguenza che alle 10 di sera eravamo tutti un po' su di giri. A me veniva già sonno , ma l'effetto fuochi d'artificio sul mio cane mi ha permesso di essere vigile e per fortuna ho notato un calo notevole dei botti, dove prima si sparavano anche colpi di fucile..no comment. E' stato un bel regalo, la cosa più riuscita della serata , anche se un nostro amico , discreto sassofonista ci ha allietato con la sua musica , trascinando tutti in balli latino americani che non sono proprio il mio massimo. Ma tanta è la simpatia del soggetto che non si poteva dire di  no, un ottimo sistema per arrivare a mezza notte ancora tonici e pronti all'ennesimo brindisi. Tutti ubriachi? Non esageriamo, diciamo allegrotti con brio, e questo mi è piaciuto anche perchè non arrivo mai oltre e l'idea di fare intermezzi danzanti non è stata male. La cosa meno riuscita è trascinare il tutto fin quasi al mattino, cosa che ti fa credere che il mezzogiorno sia soltanto l'alba e che la giornata sia più buia del solito, non capendo che siamo arrivati alle sette di sera , credendo fossero solo le due del pomeriggio. Beh,qualche risata in più non sta mai male, indigestione permettendo, attacchi di sonno improvviso, voglia di non ingurgitare più nulla, sforzandoci di essere completamente sobri!
Ma è passata, ci rimane la sera , ma il pensiero di rivedere un cotechino fumante , mi lascia la libertà di restare ancora con voi e chiedervi di raccontarmi la vostra serata o il vostro pranzo, dando un bacio super a chi mi dirà con assoluta sincerità che tutto è stato un giorno come un altro.
Uno sfavillante e splendido 2020 per tutti e questo viene proprio dal mio cuore....a risentirci presto..possibilmente con gioia e allegria!!

martedì 24 dicembre 2019

Natale!



Solo questa canzone mi rallegra il Natale mi fa sorridere e l'ascolto con gioia per augurarvi tanta serenità e pace.
 Ne aggiungo un'altra che una persona desidera io faccia. Dedicatela a chi volete o semplicemente solo a voi stessi.
 Io ho finito in anticipo il mio Natale e ho lasciato gli altri con il loro permesso per augurarvi tutto il bene possibile. Stingiamoci forte, io ne ho bisogno!

giovedì 19 dicembre 2019

Salvare un'anima



Miei cari , secoli che non ci sentiamo, è vero, ma tutti quanti noi tra amici e conoscenti, siamo stati impegnati a salvare un'anima dall'inferno. Sicuramente il mio, non vuol essere un post religioso, non ne sarei all'altezza, tanto meno un post natalizio, non ne sarei capace, o forse un pochino questa mia scrittura così al di fuori dal tema musicale , sfiora questi due argomenti. Chissà nessuno di noi lo saprà mai ..esiste un principio? si forse esiste, ma non esiste una fine sicura, e questa è la vera tragedia. Avere un caro amico sprofondato nei marasmi di una guerra , sicuramente non voluta, ma candidamente donata con la professione di medico, non è cosa di tutti, ma esiste. Perchè si sceglie? spesso perchè non siamo capaci ad affrontare le disgrazie della vita, i dolori che questa ci ha provocato, i risentimenti verso le persone, considerando un totale fallimento la nostra esistenza e si cerca di dimenticare , esplorando la più inetta delle scelte: la guerra , chiamata  missione di pace. Ma quale missione scusate, quella di essere perseguitati da un popolo che non ci appartiene, donando persino soldi di tasca nostra per non vedere mamme e bambini soffrire, soffrire e morire. Questa è una scelta o scappare dalla realtà, per crearne un'altra , tentando di fare del bene per essere ricompensati, per sentirsi un pochino amati, ma soprattutto per dimenticare i torti subiti. Molti militari scelgono questo tipo di vita per denaro, la paga è buona, ma vale la nostra esistenza, vale il cambiamento psicologico che non ci fa ragionare nella giusta maniera , vivere proprio quella vita che poi non è la realtà che troviamo fuori, storditi, ubriachi da cose talmente orribili da non poter sfuggire a tanto delirio. Post difficile da capire se non si vive nella realtà, può uno stimato professionista come tanti, buttarsi nella mischia della morte , pronto  a fare il suo mestiere fino a quando il suo cervello e il suo corpo sente la vera paura di morire.? Ci siamo chiesti tutti in queste settimane, come salvare questo nostro amico  dal carattere così lontano da qualsiasi disciplina preordinata che non sia quella dell sua professione, salvarlo dall'incubo di morire , colpito da ribelli assassini pronti a qualsiasi orribile tortura, nascondendo la propria persona in tunnel sotterranei dove è difficile respirare , mentre all'esterno i soldati morivano ed erano anche fortunati, perchè un volontario che aiuta i  militari feriti o moribondi viene prima torturato a morte aspettando il colpo finale. Abbiamo seguito passo passo l'evoluzione psicologica di questo nostro amico d'infanzia, e ci siamo accorti che la sua mente oscillava tra la realtà e la follia. Lo sfinimento degli attacchi lo aveva forse anche annebbiato,sentivamo le sue lacrime a volte, la sua paura che diventava realtà e abbiamo deciso di aiutarlo ad uscire dall'inferno. Ci siamo riusciti a stento, spesso il convincimento era lontano, ci voleva pazienza e tempo , si sentiva la vicinanza del Natale e questo rendeva il tutto più tragico, per chi era abituato alle luci, ai sorrisi, agli auguri,ed anche un po' alla spensieratezza. Tutto questo era sostituito dal buio, dal nascondersi per riuscire a salvarsi, alle lacrime sui compagni perduti, al continuo rivedere video strazianti non tratte da una pellicola ma dalla abnorme vita di guerra. Si era capito che tutti questi uomini dovevano fuggire, dovevano raccogliere il loro coraggio per ritornare alla vera reale vita che al di fuori di tutto questo. Si aspettava l'ordine di evacuazione, e noi avevamo tirato un sospiro di sollievo, forse ne erano fuori, con quali conseguenze  non lo sapremo mai.Abbiamo sorriso quando abbiamo saputo che il nostro dottore era salito sull'aereo della salvezza dopo giorni e notti di convincimento. Lo abbiamo visto sorridente, abbiamo sperato che quel sorriso portasse la speranza di ricominciare a vivere con tutte le lotte che la vita reale spesso ci regala , ma anche tante gioie. Non sono una persona che ama le festività , mi ricordano tempi migliori che ho perso parecchi anni fa, ma il pensiero di fare del bene rallegrava anche me. So che adorava gli alberi di Natale con tante luci, dopo tanto tempo abbiamo fatto gli addobbi per lui, tutti insieme , tutti d'accordo per vederlo tornare. Sparito, sparito nel nulla... ci guardiamo nel viso sgomenti, il silenzio è una brutta bestia, si preferiscono brutte notizie o cattive parole che il vuoto. Siamo persi nell'infinito.
Ci auguriamo che abbia preso la sua giusta strada di casa , che sia riuscito a ritrovare il sentiero, che nulla di tragico l'abbia nuovamente toccato. Speranza che bella parola , è la stessa che auguro a voi miei cari , speranza in tutte le cose piccole o grandi, che il Natale vi doni questo e   a chi sparisce , un motivo giusto per essere felice.
 Buon Natale adorabili!

martedì 3 dicembre 2019

"Who" is it?




Amici miei quanto tempo che non ci sentiamo..si è la verità. Uno stop infinito, cause molteplici, danni alluvionali, disastri da contenere, paura da frenare, troveremo ora noi liguri un po' di tregua. Le mie conseguenze sono state enormi, ma la più grave , tanto per non smentirmi è stata la salute. Rotolarsi nel fango, controllare il livello delle acque, vedere la pioggia cadere anche nelle stanze, rintanarsi coperti fino all'osso di acqua gelida, e poi? I miei reni crollano, una infiammazione terrificante , unita all'intestino con una lunga e dolorosa degenza a letto. Sono solo due giorni che non abbiamo la visita dell'alluvione, e tutto sembra abbastanza migliorato e allora che faccio? La prima cosa è venirvi a trovare. Aspettate da me notizie esaltanti , vi deluderò, a mio avviso non ci sono miracoli musicali in giro, o parlo della solita meraviglia del Boss con il suo docufilm, o ricordo i passati storici di molti cantanti che si ripresentano per salvare il panorama discografico, o mi rintano nella mia indifferenza su novità appena uscite. Devo dire qualcuna non male , ma che mi abbia colpito in maniera esaltante, questa sarebbe una solenne bugia.
Proprio oggi ho scoperto che " The Who", gruppo storico del panorama musicale sta preparando un nuovo album e un nuovo tour. Penso non sia poi una band cosi' conosciuta profondamente se si esclude " Quadrophenia",  album datato 1973 e pellicola portata sullo schermo 6 anni dopo. O ancora " Tommy" diretto da Ken Russel stravagante e poliedrico regista, pellicola del 1975, dall'album omonimo del 1969, ricco di importanti partecipazioni di cantanti noti e attori. .Non escludo che voi almeno qualcosa di questi capolavori non sappiate, ma non sono qui per riproporli ancora una volta .La cosa più curiosa e come questi due personaggi siano ancora assieme dopo così lungi anni. Hanno camminato anche da soli , ma poi si sono ancora uniti, e mai persone furono così diverse come loro due.  Roger Daltrey eccentrico e sanguigno personaggio nato nello stesso rione a pochi metri da  Pete Townshend introverso polemico artista, dalla parlata scarsa ma tagliente. Daltrey proviene dalla strada, un ragazzo di periferia avvezzo a combinare alla luce del sole le sue peripezie negli anni passati , più calmo ora felicemente accasato e con un numero notevole di prole. Townshend di ottima famiglia ma abbandonato da piccolo e vissuto con la nonna , con una personalità così complessa a volte sicuramente non capita, per abusi avuti da ragazzo, dedito anche all'alcool per un lungo periodo, lingua di fuoco con esternazioni discutibili anche sulla scomparsa dei componenti della band. Accusato anche di pedofilia, scomparso dalle scene mentre Daltrey continuava il suo viaggio musicale, Pete ritornò scagionato, dopo un tumore all'intestino e ora? Udite udite ..sono tornati insieme..quasi diabolico. Anche negli anni di maggior successo , quando erano al top della loro fama mai si guardavano sul palco, c'era una distanza di rispetto, Pete era il più fantasioso spesso andava per suo conto  e Roger cercava di organizzare il tutto.
 Veramente strani personaggi, strani come le nostre condizioni climatiche  ..notate miei cari , come tutto ruota in me secondo il tempo meteorologico, ormai anch'io sono condizionata.
 Se qualcuno vuole un assaggio di questa band sposti la sua attenzione sulla pellicola Tommy, e qui potete trarre tutti gli elementi per giudicare( termine che non mi piace ) meglio valutare se sono di vostro gradimento o meno.
. Vi stringo forte e abbasso le alluvioni!

martedì 19 novembre 2019

Amore disperato



In queste notti di tregenda dove si accavallano piogge torrenziali, venti impetuosi, disastri , allagamenti e tanta paura, non è facile prendere sonno, anche se devo dire che il mio sonno è sempre stato abbastanza disordinato, con veglia e riposo ad intermittenza. ma qui non voglio scrivere un trattato per dormire meglio, anche perchè da due lunghi mesi circa , in Liguria e in quasi tutta Italia, sfido chiunque a riposare in tutta tranquillità. Il problema è , almeno per me , il distrarsi dalla paura. Cerco musica che mi risollevi, balletti che mi facciano sognare, letture che mi appassionino, e ho trovato un articolo datato ma interessante sull'amore. Chi non è attratto dall'amore alzi la mano, io romanticona come sempre mi fiondo su queste storie, finiscano bene o tragicamente. Nella lista che ho avuto davanti , gli anni '90 erano i più prolifici anche se quelli di oggi non mancano di spunti, ma forse l'amore odierno è più edulcorato, prendersi e lasciarsi diventa una cosa normale, io desidero parlare di vero amore. E quale amore non fu cosi' tormentato, appassionato, stravolto come quello di Liz Taylor e Richard Burton? Tutti conosciamo il famoso colpo di fulmine sul set della vecchia pellicola " Cleopatra", siglato con un bacio che non era certo finzione cinematografica, sconvolgendo famiglie già esistenti che nulla o quasi sapevano di questa tresca. Ricordo il marito dell'epoca di Liz , il cantante Eddie Fisher, strappato con indifferenza all'amica del cuore Debbie Reynolds, uno dei soliti suoi capricci mentre il poveretto scoprì il  fatto dalla stampa. Le maniere e il carattere del nostro Richard Burton non era certo paragonabile all'ultimo marito dell'epoca, sbruffone, dedito volentieri al bere, senza peli sulla lingua, carattere focoso e prepotente, marito e padre sicuramente non esemplare , ma grande attore dotato di una meravigliosa voce e talento. Cozzare con il capriccioso carattere di Liz non era uno scherzo,voleva quello che desiderava e lo prendeva senza alcun pensamento , anche se poi il tutto durava ( con rare eccezioni) il breve spazio di qualche anno.La sua bellezza era prorompente, il fascino degli occhi viola ammaliava, ma l'unico che fu capace in qualche modo di domarla fu proprio Burton. Da vero cafone , come spesso era,si presentò dicendo che era troppo grassa , ma dichiarando pure che era bellissima. Chi mai aveva osato prima di lui?Liz fu inebetita da tanta sfrontatezza , giudicando l'attore shakespeariano una volgare persona che voleva umiliare un'attrice americana.. Ma che le piaccia o meno , lo deve sopportare a Roma per tre mesi durante la lavorazione della pellicola. Le piaceva perchè era diverso, ma tenta di resistere, gli guarda le mani e vede che tremano e capisce che anche lui è umano e resistere ad un fascino così dirompente non è cosa semplice. Forse questo tremore era per l'alcool, per il fumo, per i farmaci che assumeva?..Ma Liz è già sua , non può fermarsi , certo non il marito che incauto è tornato negli States, dopo aver rimpiazzato Mike Todd, produttore famoso e carattere anche lui peperino, caduto con il suo aereo, colpevole il povero Fisher di averla consolata in quel triste momento. Tutti si erano accorti di questo amore che stava per nascere , il set era un brusio di commenti , essi  sforavano i tempi dei baci , le scene amorose si dilungavano, nulla trapelava nella famiglia  di lui , la moglie e i figli non sapevano o facevano finta, non era certo la prima volta. Furono scoperti pubblicamente ad Ischia su di una barca e questo scatto fu meglio della raccomandata di un avvocato divorzista.
Liz sposa e divorzia due volte con Richard, questa mistura di sesso, amore e odio stentava ad essere dimenticata, perchè tutto questo? Burton lo spiega chiaramente , non ci sono segreti quando vuole parlare. Burton sa di averla sempre amata, di averle fatto anche del male, ma il fatto più ingiusto, cattivo, ma innegabile e fondamentale  e che non riuscivano a comprendersi.Viaggiavano su diverse lunghezze d'onda, lei viaggiava nell'aria, lui stentava o era incapace di raggiungerla , sordo alla musica di questo amore disastroso ma celestiale  al tempo stesso.Ma le parole di questo diabolico personaggio sono quelle di averla sempre amata e in qualsiasi maniera di farlo per la vita , qualsiasi cosa possa succedere.
Troppo feroci , caratteriali per stare insieme, ma tanto simili, sembra impossibile , ma spesso accade. Ci si lascia anche per il troppo amore,  imprigionati in qualcosa che ci distrugge,ma che è impossibile poi abbandonare. E anche questo è un lato della vita, non cosi' raro come appare , forse perchè rappresentato da due mostri sacri del cinema. Ma sono convinta , se non così spesso, nella realtà quotidiana esista e mi piace crederlo. Vi lascio, piove , pioverà di più, uscirà il vento terribile che scuote e distrugge tutto. Io vado a cercare qualcosa che mi distragga dalla meterologia. A presto aspettando il sole!

sabato 9 novembre 2019

L'amore è un tumulto caro Tiziano



Miei cari sinceramente non so come risollevarmi da questa ondata di trombe d'aria, allagamenti , pioggia torrenziale, che non finisce mai qui in Liguria. Una cosa inaspettata perchè non ricordo il sole da circa un mese, solo bombe d'acqua, distruzione, problemi enormi in casa e fuori e allora che fare?
Sicuramente aspettare che tutto cessi,ma ci vorranno mesi per riportarci alla normalità e buttiamoci con Tiziano nella " Buona e nella cattiva sorte"se non altro servirà a distrarci.
 Non sono una fanatica del cantante , ma devo dire che molte canzoni mi sono piaciute , molto le sue prime esibizioni, qualcosa di diverso nel panorama italiano di amore, cuore e lacrime.
Ora Tiziano ci insegna che l'amore può essere un tumulto, ma anche la passione che brucia fino ad arrivare a gesti estremi. A mio parere il matrimonio è stato benefico per lui, si ritorna un po' ai vecchi tempi in questa sua nuova produzione ed è il Ferro che amo di più.Il nuovo album uscira' il 22 Novembre , un pochino di pazienza ma ascoltare questo inedito fa bene al cuore e alle orecchie.
Esiste una furibonda trama musicale sostenuta dal rapper americano Timbaland che sostiene il nostro cantante in uno stato di grazia ben accolto. So che qualcuno storce il naso quando si parla di rap, ma spesso unito ad una buona costruzione musicale e ad interpreti degni, non stona .A me questa sua canzone ha sorpreso non poco, dinamica , parla  d'amore ma con l'aggiunta di sfumature ciniche e umorismo nero. Mi sembra che il nostro Tizianino sia su di una nuova rampa di lancio,premetto per i fans storici che questa è una impressione personale , potete contraddirmi quanto volete è un sano diritto per voi tutti. Questo singolo " Buona ( cattiva ) sorte" ha un meccanismo perfetto per scendere nelle zone oscure della passione, non facile a descrivere. Se volete rischiare in faccende amorose, questo è il vostro singolo unito ad adrenalina pura, rara in Italia. Tiziano diventa un predicatore moderno, la parola ti arriva dentro, l'ossessione  si insinua tra le percussioni e la voce profonda , vellutata e amara del nostro Tiziano nazionale. E' su di un altro pianeta rispetto a colleghi che riempiono i palasport e le arene, i suoi personaggi, famelici di sentimento e veloci nella trasformazione da prede a cacciatori, non ha sosta e non ci fa certo rimpiangere una discografia a parer mio spesso sbrigativa. In letteratura abbiamo molte volte letto l'ossessione del carcerato per il suo carceriere, ma succede anche nella vita reale, qualcuno l'ha scritto in musica? Sicuramente si, ma nel panorama italiano, forse questa tematica è un po' rara. Mi sembra un livello abbastanza sconosciuto nel nostro paese, mi ricorda il lontano esempio di Lucio Battisti, pur non volendo fare paragoni, dove le sue canzoni erano senza dubbio al di sopra della massa e avevano il dono della diversità, che ancor oggi si cantano come canzoni attuali. Tiziano è sconcertato per le trappole in amore, ma i personaggi che descrive si muovono come in una pellicola, dove il tutto è molto più creativo, emozionante e definito. La musica ha il dono della velocità, più veloce di qualsiasi espressione del nostro tempo , se è fatta con intelligenza  e passione.
 Saranno le alluvioni che mi fanno scrivere in questa maniera , scavano più profondamente come l'acqua con la terra? Può essere sono una metereopatica , cambio umore  con il tempo,le mie impressioni possono variare con il sole o con la pioggia , a maggior ragione quando queste sono a livelli estremi. Mi perdonate? Spero di si...ora vado a controllare il livello dell'acqua e quanti danni ancora ha fatto. Spero di non averne fatti io stessa. Buon sabato miei cari!

giovedì 31 ottobre 2019

Rocketman





Lo ammetto candidamente non amo Elton John , forse qualche canzone iniziale, ma non l'ho mai seguito più di tanto, ascoltavo distrattamente la sua musica e tutto volava via. E allora perchè scrivi di lui? Non l'ho mai fatto , ma si può anche cambiare, forse si diventa più generosi , non ci si impunta sulle proprie scelte e in questa prima giornata di altra forte pioggia, seguita ( come da previsioni )da bombe d'acqua , in compagnia di un'amica fanatica del soggetto, vista la pellicola posso asserire che non mi è dispiaciuta. Vedete a volta i miracoli della pioggia? E poi oggi, che i biopic vanno di moda , perchè scartarlo?E allora proseguiamo.
Ci presenta un bambino timido nella Londra degli annui '50 trasformato in superstar del pop negli anni '70 , il suo felice incontro con il paroliere Bernie Taupin e lo scontro acuto con alcool e droghe , vestito all'epoca con lo spettro dell'omosessualità non facile da indossare, presentato in uno sfavillante musical. Materiale abbastanza usato, ma la pellicola non è niente male e qualche trovata mi è piaciuta, perchè corrisponde a verità. Se dovete andare ad una riunione di alcolisti anonimi, vi presentereste con un abito sfavillante e piumato con ali multicolori e un casco da diavoletto con le corna?Preciso che non eravamo ad Halloween ma in un giorno qualunque  e allora lo fareste voi? Ma con tutto il rispetto non siamo Elton John . Anche nella dura lotta per disintossicarsi, una popstar non deve rinunciare ad un minimo di presenza scenica. Da qui sgorga una sequenza di ricordi per illustrare la sua vita, dall'infanzia e l'orrendo rapporto con il padre militare al suo successo planetario. Elton è anche il produttore di questa sua biografia , spronato dall'invasione di altri film biografici . Imparagonabile se ricordiamo" Bohemian Rapsody", l'approccio è proprio il musical ,coronato dalle sue canzoni e libero di prendersi qualche libertà. Non esiste un ordine cronologico , ma melodie giuste per la scena giusta contornata dai suoi stravaganti abbigliamenti.. Il protagonista è il bravo Taron Egerton, somigliante quanto basta , ligio a passare notti insonni con il cantante per tre lunghi mesi per indossare al meglio i suoi panni e vederlo poi commuoversi durante la proiezione della pellicola a Cannes. Un grande show , come Elton ha sempre preferito agli inizi di carriera , scatenati balletti , buona ricostruzione di una Londra e Los Angeles anni '70.  Sicuramente gli anni di crisi sono stati  mitigati dalla mano del cantante , cominciando con la dipendenza all'alcool e cocaina e culminato con un tentato suicidio( forse due dicono i biografi anche se il secondo sa di melodramma preparato). Ma oggi Elton John è vivo e vegeto , felicemente sposato, pronto a non vergognarsi di quello che in realtà è , libero di cantare in allegria la nuova canzone inserita nel film.
Musicalmente parlando ha scritto molto , chi lo ama e non posso negare che siano delle brutte canzoni, veleggia sulle note struggenti di " Your song" , a " Rocketman" stesso per un astronauta volato nello spazio , da " Crocodile rock" che lo ha lanciato affresco pieno di nostalgia sentimento che aleggia quasi sempre nelle sue canzoni, alla meno conosciuta" Daniel" per un reduce del Vietnam, alla famosissima" Candle in the wind" ritratto che lui fece per Marilyn  Monroe e poi dedicata alla povera Lady Diana nel giorno del suo funerale e altre ancora, per la gioia dei propri fans.
Per finire devo dire perchè non vederlo sullo schermo, è un pezzo da novanta della nostra musica mondiale, che poi non interferisca con i miei gusti poco importa , ma la verità è sempre meglio dirla. Buon ascolto e buona visione miei cari, e una serata spero per voi di luna piena!









sabato 19 ottobre 2019

Vasco e le donne



Mi riesce difficile abbandonare Joker , ma in questa orribile giornata di tempesta qualcosa devo pur scrivere per non sentire questi  scrosci d'acqua che portano da molto tempo anche da noi delle vere rovine!
Argomento molto leggero , ma fatemi essere frivola questa sera e parlare di Vasco mi mette abbastanza buon umore, anche se non sono una sua seguace accanita, ma devo ammettere che molte sue canzoni sono bellissime e la capacità di catturare sul palco è notevole.
Voi sapete che l'unico cantante che ha una pagina delle sue donne è il nostro Bob Dylan? e non ho detto poco, perchè parlare di Bob non è mai così facile , ma esiste un sito dove si possono trovare tutte le sue conquiste volute o proposte. Strano vero? Eppure è così. Anche noi da buoni italici, non ci facciamo mancare nulla e il nostro  Komandante non è da meno. Ho sempre pensato che l'anima di Vasco sotto quella scorza che ci ricordiamo o che a volte ci ha proposto, ci sia molto di più, ma forse questo è comune a molti di noi. Oggi ho scelto lui....Ha amato come un rocker ,le ha cantate come un  poeta,sia quelle che ha avuto e quelle che lo hanno ispirato.Meglio fare un post sulle sue canzoni , si , ma l'ho già fatto, e allora permettetemi questo. Certo molte ci fanno rivivere questa sua vita spericolata, ma molte canzoni trattano differenti temi, ma uno in particolare è sempre  presente: le donne.Quelle cantate nei suoi versi( non da poco), quelle amate davvero come un rocker. Un uomo che sa cosa le donne vogliono, ma permettetemi anche un poeta che canta l'amore per loro. Ci sono donne non reali, spesso un alter ego di lui stesso, come Jenny o Sally. Le abbiamo ascoltate bene queste sue creazioni, siamo entrati nella giusta misura in ciò che ci ha trasmesso o le abbiamo sentite solo perchè erano belle? Ricordate la canzone " Susanna"datata 1980, realmente esistita, il suo primo vero amore ? Chissà probabile. Il nostro eroe era solo un dj e lei andava  ballare, e come sempre , vi sembrerà strano, ma era il primo ad innamorarsi, anche con quelle che gli erano sfuggenti. Ma anche se si decide di fuggire da lui, ci si ritrova a cercarlo in radio, quando si ha 16 anni basta un bacio per innamorarsi anche perchè non erano gli anni attuali, dove a quell'età ormai si è  o si crede di essere già adulti. Sedici anni di differenza , all'epoca troppi, oggi sarebbero accettati. A volte arrivano i figli  qui le cose si fanno più serie , possono durare anche anni le nostre relazioni, per Vasco arriva  Lorenzo e arriva anche " Gabry".L'amore di Gabry arriva ancora prima, la ragazzina di soli 13 anni che è infatuata del suo idolo  e lo rivede tre anni dopo, avendolo sempre nel cuore. Il numero 16 è ricorrente in questo personaggio, colpa del destino e, è anche il mio numero, non certo per l'amore ma dovunque io vada questo numero mi accompagna. Gabry era sfrontata , pronta ad entrare nel suo camerino, dove l'aspettava un uomo dolce, buono, riservato...pensavate voi ad un Vasco così?. Arriva un bimbo, troppo presto per tutti e due e quanta strada si deve ancora percorrere, sapendo che un altro figlio da un'altra donna è nato. il più conosciuto Davide, voluti o non voluti, ma sempre riconosciuti e anche sempre presente , sicuramente a modo suo nella vita dei figli.
Ma prima o poi arriva l'Amore con la A maiuscola, Laura  per 25 anni paziente compagna e madre di Luca, tutti maschi, con madri adolescenti , cantata in " Laura" che deve riposare, perchè tutto può aspettare. Non tutte le ciambelle nascono con il buco, non tutto fila liscio in amore , lo sappiamo bene, esiste la sofferenza che si sente in " Brava" , amore disperato non corrisposto a dovere con Paola che lo fa uscire dal tunnel della delusione con le ossa rotte, capendo tardi quando una donna vuole solo divertirsi e non solo quindi il genere maschile. Apprezzo molto questa sincerità in lui, che non nasconde le sue debolezze , anzi, le sbatte in faccia a tutti e le canta.Molte donne lo hanno ispirato, non lo sapevano neppure, si ribalta la situazione , era lui troppo giovane per dichiararsi, ma bastava vedere una ragazza nel solito bar e nasce " Alba Chiara" , che arrivava con la solita corriera e non fui mai creduto da lei , per questo prezioso regalo.Buttandosi finalmente nell'olimpo dello spettacolo, arrivano volti noti , con Barbara , amore travolgente dice lei, con Tinì, con Alba ma qui si parla di amicizia, con la ragazza delusa di " Non è la Rai" ..Ambra?!Mai saputo, il Komandante sembra anche questo strano ha il dono della discrezione e lo scrive in " Delusa". E poi chissà quante altre , ma non è dato sapere , conta solo la nostra Laura l'ultima della serie , la vera donna.
 Ascoltiamo meglio le canzoni del Blasco, ognuna ci racconta qualcosa di vero, spesso non apprezzato , almeno agli inizi, ma una cosa permettetemi di dire, che ci crediate o meno, non ha mai mentito, si è presentato per quello che era, e spesso non in una buona maniera per i benpensanti, ma è stato lui , sempre lui. Questo glielo dobbiamo!

mercoledì 9 ottobre 2019

E' arrivato il sole?



Mi sembra quasi non ci siano più nuvole nel mio cielo, ho ricevuto un colpo al cuore nel vedere Joker, ma non voglio presentarvi il film o recensirlo come molti altri blogger fanno meglio di me, solo raccontarvi e spero di riuscirci le mie sensazioni. Era tanto tempo che non ricevevo un pugno nello stomaco così grande, ma un pugno benefico che ha fatto uscire tutto quello che era nascosto per parecchio tempo nella mia persona. Tutti parlano di questa pellicola"Joker", all'inizio stupiti per tanti elogi o premi ricevuti, ma voi avete mai visto qualche trailer se non la pellicola completa ? A mio avviso, un vero capolavoro, condotto da un regista che ci ha abituato ad altri tipi di spettacoli, ma che ha sfornato una prelibatezza che da tanto tempo non abbiamo gustato..bravo Todd Phillips .Ma se dico bravo a lui che dire nell'interprete? Si parlo di Joaquin Phoenix, semplicemente mostruoso , un mostro di bravura. Che sia un bravo attore lo sapevamo, ne aveva dato grande dimostrazione in molti suoi film, ma qui supera se stesso, qui esiste la magia, esiste la perfezione , esiste un Oscar non annunciato, impensabile fare confronti. Mi hanno mandato questa pellicola dagli Usa, non tanto tempo fa, e l'ho guardato con la mia solita apatia di questo mio difficile periodo, fin quando non ho visto lui, e ho abbandonato perfino la trama , tanto la sua interpretazione è perfetta. Questo uomo dichiarato non perfettamente sano di mente, buttato in una Gotham che è la nostra vita, solo dove i sogni possono competere con la realtà che ci affonda, personalmente invasi dal virtuale, politicamente turbati dalle decisioni dei potenti, socialmente da una società che ci rifiuta nel modo più crudele. Non è un film politico ma è un film sociale. Siamo buttati dentro con facilità , immersi nella nostra disperazione, nei nostri deliri, dove soltanto una maschera spesso può salvarci.Impariamo da Joker, in qualsiasi circostanza manteniamo un viso felice, ridiamo, ridiamo sempre perchè il riso è salute. La risata di Phoenix è contagiosa, un pentagramma di emozioni che ti trafigge l'anima, coadiuvato con la sua camminata , i suoi movimenti, la sua espressività, che ti si stampa nella mente. La scene di lui che scende le scale in una sorta di danza, resterà uno dei più grandi cult  della cinematografia, e il magnetismo di tutta la sua recitazione  vi farà perdere l'idea di vedere una storia raccontata su di uno schermo. Non so quante volte ho visto la pellicola, forse non l'ho neanche vista bene, ma ho visto LUI e mi basta. L'ho impresso nella mente in ogni sua espressione, fisica e mentale, e mi sono detta " questo non è un attore, è qualcosa di sublime che ti ruba l'anima". Da ex danzatrice ho seguito ogni suo movimento, ogni sua espressività, e ho concluso che questo attore non è un uomo soltanto, ma un mostro di bravura.Dopo aver digerito mille volte con piacere e devozione la sua interpretazione , ora posso vedere veramente tutto il film, non essendo così catturata da un attore in stato di grazia!
E per dare più leggerezza a questa mia elucubrazione , che non so sarà capita realmente nella sua integrità, voglio consigliarvi il miglior video comico e realistico che io abbia visto su Youtube.
L'incontro di Fabio Rovazzi con Will Smith nella stessa camera di un albergo che aveva sbagliato prenotazione, dando la stessa stanza a queste due persone. Trovo Rovazzi un altro tipo di interprete sicuramente , ma la sua espressione nell'affrontare l'errore dice tutto, c'è naturalezza e non recitazione, esiste lo stupore di essere accanto ad un divo di prima grandezza che sfoggia una"spocchia"che gli appartiene di fronte ad un povero sprovveduto sconosciuto. Non perdetelo, ne vale la pena
Ed ora finisco questo lungo sfogo, chissà mi sento molto Rovazzi, ma ho la maschera di Joker...scegliete voi, quale preferite?