............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

venerdì 18 settembre 2020

Letter to you


 


Miei cari vi domanderete perchè non ne ho parlato prima e vi domanderete anche perchè io non l'ho fatto oppure non vi domanderete nulla. Chissà meglio così!Sono presuntuosa se penso che qualcuno di voi non ha pensato .."ma come una Springstologa come lei ci tiene all'oscuro su questa notizia e non parla delle sue impressioni?"Personalmente e per chi mi segue da tanto tempo( grazie!!!) un dubbio l'avrei avuto e con tutta sincerità un dubbio l'ho pure io.  Devo dire che sono convinta che molti di voi avranno già letto questa notizia, qualcuno con molta gioia e altri con la più classica indifferenza. A mio avviso è troppo presto per dare delle valutazioni o forse per me troppo tardi per non averne ancora date.                                 Ho sentito subitissimo la canzone " Letter to you" parecchi giorni fa, prima che tutti i media ne dessero la notizia, l'ho ascoltata e ascoltata ancora, un bel regalo per l'affetto che io porto allo zio Bruce, un bel regalo per il prossimo cd , un ottimo regalo forse ma molto probabilmente è si, per il suo prossimo tour.       Queste sono state le prime cose che ho pensato , felice di averlo ancora qui,mi sono soffermata molto sul video in bianco e nero direi molto bello , ma sinceramente e con il cuore un po' sofferente , solo all'ultimo mi sono soffermata sulla canzone .Felice si , ho sentito la E.Street Band inconfondibile nel suo sound, la voce di Bruce che non puoi certo non riconoscere, anche se ora abbiamo dei falsetti in più e delle tonalità in meno, ma sempre grandiosa. Ho notato con tanta felicità la complicità e il divertimento che unisce questa intramontabile band, la felicità di suonare insieme, il montaggio del tutto nello studio del Boss ,  concluso in soli cinque giorni e questo si chiama affiatamento , conoscersi nel profondo , in poche parole , i " Blood Brothers " esistono ancora , anche con mancanze mai dimenticate , con vuoti che spesso si percepiscono e ...faccio fatica a parlare della canzone. Perchè?Non ho avvertito quel colpo al cuore come mi capita spessissimo , quelle note, quelle parole,che mi toccano l'anima, ho sentito una mediocre canzone cantata molto bene e grazie a questo considerata buona. L'avesse fatta un'altra band, forse non l'avrei ascoltata, ma da loro si, sono sempre stati i primi a regalarci miracoli. No, non sono esagerata se torno indietro e sento cose veramente magiche che mi commuovono ancora. Non mi sono commossa questa volta, le parole sono corse via veloci, questa lettera per te può essere interpretata in vari modi. Un amore deluso che si vuol riconquistare?Un addio soffuso dopo aver ricordato quanto dolore e gioia ci può portare una relazione spezzata? O genericamente quanto sangue abbiamo versato costruendo una relazione stabi


le quando poi neanche il filo rosso che la lega riesce a mantenerla in piedi. C'è delusione, sofferenza, questo camminare solo nella neve , ci regala la fatica del distacco ma il coraggio di averlo fatto, con il dono di ricordare quanto amore abbiamo donato e quanto questo è stato calpestato.                                                Mi devo fermare, non ho sentito tutto l'album,un pizzico di delusione quando vengo a sapere che ci sono tre outtakes in questa produzione.Le idee si affievoliscono? E queste tre canzoni inserite vi assicuro sono da ricordare, dove la freschezza del giovane Bruce ci era regalata a piene mani.                 Attenderemo con fiducia, io con critiche a volontà lo ascolterò  per fare un pieno di ottimismo in questi tempi bui,sarò sicuramente immersa in una luce benevola,felice di ascoltare musicisti che dopo anni sanno ancora cosa può essere il divertimento. Felice notte miei cari!                                                    Soffermatevi sulla foto di copertina, bellissima in quella giornata di neve, mentre sullo sfondo è presente l'entrata dell'Hotel dove John Lennon è stato ucciso.

sabato 5 settembre 2020

Curiosità pruriginose


 


Sinceramente non mi sarei mai aspettata di poter scegliere un post con questa tematica.Sarà il periodo che mi fa optare per questioni che non hanno per me un primario interesse, ma colpiscono non poco la mia fantasia. Argomento un po' pruriginoso, si entra nel gossip più becero, ma spesso distrae e a volte capitano notizie veramente incredibili. Sul web ho letto un articolo sugli andamenti sessuali nelle varie categorie di età e poi naturalmente , per rendere più stuzzicante il tutto, mi si proponeva una lista di personaggi celebri con una forte bisessualità. Non voglio tediarvi informandovi su tutta la lista, ma mi limito a scrivere solo quelli che mi hanno più colpito. Devo dire che su alcuni la cosa non mi era del tutto sconosciuta , ma su altri ne sono rimasta alquanto stupita. Ognuno è libero di fare le proprie scelte, non era indirizzato qui il mio stupore, ma proprio la persona in questione per me rappresentava il macho per eccellenza.Mi  limito al campo artistico, state tranquilli, non vi agitate!!                                                                                            Marlon Brando, si l'ho detto , avevo anche timore a metterlo nel post, ma il grande Marlon, come ve lo immaginavate? Ero ragazzina , ma lo ricordo solo dalle foto , con bicipiti esposti e aria da vero duro, come il maschio per eccellenza, lo sguardo da rapina, le donne ai suoi piedi, nessuno poteva resistere al suo fascino. Con questo ammetto che di donne ne abbia assaggiate non poche , con ampie vertenze legali, ma sapere che le sue frequentazioni amorose erano più stabili e più sentite con gli uomini , dico la verità mi ha fatto un certo effetto. E che scelte!Io parlo dell'amore per il fragile Montgomery Clift , per il fascinoso Cary Grant( già si parlava  di una sua bisessualità all'epoca), ma avreste mai più detto che l'amore, forse quello anche più spirituale fosse dato a James Dean? Anche le stranezze di quest'ultimo non erano proprio nascoste, il suo mito , anche per la morte immatura , brillava in tutto il mondo, ma forse il suo cuore invece di essere indirizzato alla nostra Maria Pietrangeli e osteggiato dalla famiglia di lei, forse poteva battere per qualcun altro!                        Veniamo a qualcosa di più leggero e non così misterioso a mio parere, forse perchè sono più dentro alla musica che al cinema, ma che ne dite della coppia Mick Jagger e David Bowie?Le loro vite non sono mai state un modello di santità, le moglie , fidanzate, donne di Mick sono incalcolabili così come i figli, gli amori di Bowie hanno sempre brillato di fantasia artistica, al Duca Bianco tutto si perdona, serviva pure a ravvivare il suo grande potere artistico, e tutte le sregolatezze venivano ammesse finendo poi in un sereno finale riuscito matrimonio che l'avevano completamente cambiato. Vi metterò però il video di di "Dancing in the street" dove l'affiatamento tra i due è così intenso da farci sentire anche qualche svarione di intonazione e una spiccata mancanza di sincronicità nella danza, non percepita dalla bravura del duo, molto unito anche nei rapporti multipli amorosi. Basta, ho svelato troppo.                                      Termino con una presenza femminile Angelina Jolie, il tre è un  numero perfetto , così si dice ,e allora andiamo all'ultima  curiosità. Che l'affascinante Angiolina fosse un tipo particolare , è cosa nota. Le sue stranezze nel timbrare con tatuaggi particolari fatti pure con il sangue il nome dell'amato , è cosa stranota, forse non lo ha fatto con il nostro bellone Brad Pitt, sarà per questo che è finita?. No sto solo scherzando, ma sapevate del suo amore per Winona Ryders, senza alcuna partecipazione con quest'ultima ai veri attacchi di cleptomania? Perchè è finita la storia con il bel Brad?Alcolista violento solo lui? Facile , ma rispetto alla Jolie non mi sembrava una cosa così grave con una marea di figli naturali ed adottivi da mantenere .Perchè non si è parlato della gentile collaboratrice di casa Brangelina?Peccato , ne valeva la pena e le nostre menti ne avrebbero giovato. E fatevi una risata..         Termino qui in questa ora notturna e non vi prometto di non cadere più così facilmente nel gorgo del gossip! Buona notte a tutti


sabato 22 agosto 2020

Al cuore non si comanda!

 

Dopo tanto tempo e a notte fonda cerco di scrivere qualcosa , ma mi accorgo che avendo avuto problemi vari , tutto è cambiato dopo i vari aggiornamenti che mi sono stati chiesti. Speriamo riesca a postare... e vai...Lo sappiamo da secoli che al cuore non si comanda, ma quando è la donna ad avere più anni dell'uomo, qualcosa di insolito scatta nella nostra societa'!                                                                               Eravamo abituati  a vedere uomini che sembravano padri delle loro compagne, ma oggi succede esattamente l'opposto! Tralasciamo la moda del toy boy , definizione in disuso, usata per le reduci da divorzi  attratte da qualcosa  di più eccitante. Non c'è aspettativa in un rapporto basato sul divertimento, o sesso sfrenato, o la classica cenetta romantica, o una vacanza paradisiaca, ma poi di solito...avanti un altro! Si capisce che c'è differenza tra un'avventura e la nascita di una relazione stabile.  Oggi si costruiscono rapporti significativi con partner molto più giovani , insomma non è più l'uomo ad avere la possibilità di sfoggiare la ragazza super innamorata . Quindi troviamo coppie dove a dar battaglia è la donna matura con un fascino disarmante, una solidità di sicurezza, una rassicurazione senza uguali.            Se la coppia funziona c'è un' ottima intesa con le stesse probabilità di una coppia " normale". La cosa più allarmante sono le solite critiche dei ben pensanti, l'affrontare il giudizio , trovare l'equilibrio senza esserne travolti. Tutta questa negatività deriva di solito da ignoranza, mancanza di apertura mentale, pregiudizi e aggiungiamo spesso credenze bigotte.                                                                                            L'amore amici belli è un sentimento senza età e allora spiegatemi voi perchè si scelgono donne più mature, qual'è il segreto?                                                                                                                                    Facciamo qualche esempio. Brigitte , la première Dame di Francia ha 25 anni più di Macron,fidata confidente del marito dopo esserne stata la maestra scolastica e che dire della Monica Vitti con il regista e fotografo di scena Roberto Russo..19 anni di differenza e ancora uniti e che dire della nostra Fiorella Mannoia col musicista Carlo Di Francesco 26 

anni di differenza? La lista si allungherebbe paurosamente ma parliamo invece come mantenere questa stabilità emotiva. Si ha bisogno di una spiccata comprensione per gli interessi, le amicizie, i bisogni e vi sembrerà strano, ma spesso proprio questo è il collante che stimola, allontana la monotonia, inserisce nuovi aspetti di vita.  Si considera la donna , come dominante, mentre spesso esiste un perfetto equilibrio intimo e decisionale. Perchè l'amore è partecipazione, condivisione, progetto e voglia dei viversi. Ma chiediamoci che cosa spinge la donna a questa scelta?La voglia di fermare il tempo?Sentirsi più attraente?Non avere un amore sbiadito?Forse è più semplice : ci sono molti uomini che preferiscono la maturità e l'esperienza pur avendo superato gli" anta". Può essere che l'uomo in quella carne matura trovi una sorta di alchimia che lo avvicina alla madre o si sente protetto da qualche responsabilità non adatta al suo carattere o alte motivazioni che non conosco. Certo devono mettere in conto il perdere il desiderio di avere figli, sentendosi meno responsabili e quindi a loro agio e allora queste coppie funzioneranno.                                                                                                                                               Concludendo, questi nuovo amori sono la nuova frontiera della relazione di coppia, perchè qualcosa cambia e anche velocemente . Le donne non cercano più protezione ma la danno o più semplicemente c'è solo un gran bisogno di amare ed essere amati . Ed io mi sto chiedendo perchè ho proprio scritto questo post..Un certo ritmo musicale può averlo , perchè l'amore è musica..ma dopo tanto tempo oltre gli aggiornamenti tecnologi quasi incomprensibili, mi saranno cambiati pure i pochi neuroni rimasti.       Perdonatemi è solo un tentativo notturno!                                         

martedì 4 agosto 2020

Modifiche involontarie



Miei cari è solo una comunicazione di servizio, ma ritengo impossibile continuare a scrivere in queste strane condizioni di spegnimento totale di internet a fasce orarie anche impossibili, per lavori indefiniti, ma forse chissà ..perchè..su piattaforme esterne. Continui aggiornamenti che modificano lo stato e le scelte di una personale applicazione, accettazioni non volute , ma obbligate ad essere scelte , continue interruzioni , come in questo caso, mentre si scrive qualche personalissimo pensiero, permessi negati se ogni volta non si verificano le nostre email o password, e via dicendo.
 Ora miei cari non so se capiti anche a voi, e mi auguro proprio di no, ma mi è impossibile continuare in queste condizioni.
 E imitando il mio caro Snoopy, adorando i Peanuts, mi accomodo sul tetto , guardando le nuvole e aspettando come sempre un cielo sereno e un sole splendente.
 Vi prometto che quando vedrò qualche cambiamento , chissà, scenderò dalla mia cuccia e arriverò a voi , se mi volete ancora.
 Prometto di seguirvi sempre , se me lo permetteranno, vi stringo fortissimo in questa notte di tempesta e come sempre vi ricordo che vi voglio bene.
Ma ho notato che questa scarica adrenalinica non mi fa male e allora per essere in tema alle 2, 30 di mattina, metto una canzone che mi " veste " bene in questo momento.
Vi adoro come sempre e grazie di tutto

lunedì 20 luglio 2020

Nightswimming



Quanti secoli sono che non vi parlo dello Zio Bruce?Eppure di cose ne ha fatte moltissime,tra partecipazioni,presentazioni ,inviti,anniversari e non ultimo un nuovo album che uscirà tra non molto( si spera), perchè ormai è tutto uno sperare , nulla di sicurissimo ma diciamo di probabile e va già bene. Lo ripropongo qui lo Ziuccio, nella sua ultima partecipazione al" Summer , Summer" dj insieme ad altri famosi cantanti, per inneggiare alla stagione estiva ed ai ricordi che essa si porta dietro.
 Chi non ha ricordi dell'estate nella propria vita, quelle belle vere estati libere , felici , spensierate, dove ci sentivamo perfettamente d'accordo con il sole, il caldo, il mare , la montagna, le stelle , il cielo . E' ancora così? Non so , forse ho paura a scrivere non credo,siamo diversi e solo i ricordi sono più vividi e ci danno quello sprizzo di felicità della quale abbiamo bisogno ed anche tanto bisogno.
Il Summer Summer , forse ha voluto proporci proprio questo, con un grande dono di canzoni che ricordano proprio gli attimi estivi che più rincorrevano la nostra persona.
Bruce ricorda particolarmente il bagno notturno, che continua ancor oggi a fare, ma proprio per le sensazioni che questo gli procurava e gli procura  e lo presenta agganciandosi con le note della bellissima canzone dei Rem ( band purtroppo sciolta) ma che a volte torna con qualche suo componente come il metafisico Stipe per esempio,facendoci ascoltare " Nightswimming", la classica nuotata notturna nell'infinita oscurità che ci appartiene.
Sentiamo il piacevole solletico dell'accappatoio che ricopre la pelle nuda, i nostri passi nella sabbia non più cotta dal sole , ma una frescura magica dove le nostre estremità sprofondano, l'ultimo bacio alla ragazza o ragazzo di turno prima di tuffarci, la nostra nudità coperta dalla notte, i nostri primi passi nell'acqua e il tuffo ristoratore nell'infinito.  Non distinguiamo più il mare e il cielo, ci sono le stelle quelle si, ma fanno parte di un insieme scenografico, dove la nostra vita  non ha età ,immersi nel mare salmastro che ci ricopre con un manto protettivo, che ci rende unici in questo buio dove le bracciate possono arrivare anche alla luna, tonda e accattivante in questa notte solo nostra.
E Zio Bruce rinnova ogni anno questo rito, raccomandandoci di non perderlo mai, per tutti uomini e donne senza età, magari per qualche attimo che pur fuggendo resta impresso nella nostra memoria.
Invito tutti a farlo , o rifarlo, quando tutti i pori del nostro corpo sono aperti, dove lo sguardo vigila intorno confondendoci tra cielo e mare. Come ne usciamo? Senza alcun dubbio sorridenti, padroni del tutto, felici ed innocenti come bambini, con il desiderio di riprovare ancora.
Vorrei aver dato un quadro più preciso delle parole del Boss, ho fatto il possibile, ma mi sono tuffata in un'avventura non semplice, sperando che voi abbiate sentito almeno un brivido dentro.
 E concludo con questa bellissima canzone che vi invito ad ascoltare ad occhi chiusi, assaporando con lentezza tutte le sensazioni che può procurarvi.

lunedì 29 giugno 2020

Ultima intervista con Woody



Nella suite ovattata di un albergo vicino all'Eliseo, ho avuto l'occasione di assistere ad una delle ultime interviste al grande Woody Allen, grazie ad un mio collega, addosso un pullover verde come sempre, svela le sue nostalgie, spiega perchè continua a fare pellicole,racconta il tempo che passa, in un periodo complesso che non sembra angosciarlo.In effetti è sempre stato ansioso, ma ora la gente compiuti i suoi 83 anni perdona queste sue manie.Il suo ultimo film" Un giorno di pioggia a New York" è bloccato da Amazon dopo una lunga causa non ancora terminata, per le presunte molestie alla figlia Dylan avuta da Mia Farrow, anche se i giudici hanno vagliato la sua innocenza.e su richiesta dei legali l'argomento è ancora senza alcun sbocco.Malgrado tutto si gode la sua giornata di sole in questa Europa per lui diventata una seconda patria affettuosa e disponibile. E' contrariato per la lenta sparizione dell'abitudine di frequentare meno le sale cinematografiche, per lui uno dei momenti più gradevoli del piacere della vita, quando da ragazzo saltava la scuola o era nelle sale con i genitori o con la fidanzatina del momento. I suoi figli, come molti, guadano le pellicole sul computer e non capisce la magia di ritrovarsi in una sala buia, con gente sconosciuta, per godere  le vicende di attori pieni di carisma.E' deciso a continuare a lavorare , finchè ci sarà qualcuno pronto a finanziarlo, e se questo non potrà essere più possibile, si dedicherà a scrivere libri o opere teatrali. Realizzare una pellicola è la cosa più intrigante per lui e ringrazia proprio l'Europa che lo continua ad apprezzare, forse anche aiutato da un ottimo doppiaggio che  rendono migliori le sue creature..Spesso avviene il contrario , ma a lui piace cosi'! Si considera un romantico,adora vedere e fare questo tipo di film .Ma c'è una differenza da come lui stesso si definisce  e come lo vedono gli spettatori:un comico, buffo e divertente.Questo suo ultimo lavoro è romantico, l'interprete principale è un sognatore, canta  suona il piano, è pure un bravo giocatore di poker, come lui è stato un tempo passando intere notti a giocare, intento e concentrato mentre gli altri ridevano, con la differenza che lui ha sempre guadagnato soldi.
Trova molto differenza tra i suoi 20 anni e quelli di adesso, senza dubbio meno sofisticato e informato dei giovani di oggi, anche se proveniva da un entroterra borghese..confessa di avere poca voglia di informarsi di tutto, non lo interessava la politica, la droga , il sesso. Una vera strana e originale persona! Adora il giornalismo, gli piacciono i cronisti di nera, sono considerati degli eroi che scovano i colpevoli e li mandano in galera. ( non sempre a parer mio). Ma anche questo sta venendo meno, i giornali per vendere maggiormente sono pieni di gossip, come i tabloid.
Per lui oggi l'America è frenetica, è un democratico ed è desideroso come andranno a finire le prossime elezioni. Eppure ha diretto il presidente Trump nel suo film " Celebrity"e lo considera un bravo attore, diligente ad imparare le battute, ma come presidente la sua condizione è molto diversa secondo Allen. Non è mai soddisfatto dei suoi film, è solo felice quando scrive e sceglie il cast. Ma quando vede il prodotto finito, nota gli errori, le cose che mancano,in breve l'ideale con cui parte è diverso dal risultato finale.
 Si diverte sempre a suonare il suo clarinetto ,ma si considera uno scarso  musicista, solo un amatore che suona con grande entusiasmo.Le cose che oggi per lui vale la pena di vivere sono solo i suoi figli, tutta la sua vita ruota intorno a loro e a sua moglie, ed è strano sentirgli concludere un discorso in questa maniera. Chissà da lui ci aspettavamo altre cose eclatanti, invece lo troviamo un onesto padre di famiglia con idee normali e pochi rimpianti. Chissà meglio così. A noi interessano le sue pellicole , si, ci bastano e avanzano!

martedì 16 giugno 2020

Canzoni rubate!




Ho letto in questi ultimi tempi di nuove terapie iniziate questo interessante libro dello scrittore Michele Bovi" Ladri di canzoni". Abbiamo mai pensato quante canzoni , brani musicali, siano frutto della penna di un autore o quest'ultimo abbia attinto da qualche altra parte?Spesso tutto questo fila via liscio , ma a volte la cosa si fa più intricata andando a finire anche in questioni legali. Che peccato ! E allora diamo un'occhiata! Penso non ci sia stato artista italiano che non abbia avuto noie con la giustizia a causa del proprio lavoro o di somiglianze con qualche lavoro precedente. Ed includo nomi importanti da Baglioni a Jovanotti, da Ramazzotti ai Modà, dalla Pausini ad Antonacci e così via. Pensate che la canzone  più plagiata risale a 170 anni fa e  si tratta di " Santa Lucia", vincitrice come capostipite di violazioni di diritto d'autore. Prima vertenza il cambiamento di lingua da italiano a napoletano, manipolata infine nel mercato americano. Nel 1961 trasformata in " Little lonely one"diventato un successo internazionale ed infine ripresa , e sembra una storia , da Celentano con la canzone " Non esser timida"... non credete? ascoltatele attentamente. Passiamo oltre e arriviamo nella terra di Albione. Chi sono i principali capisaldi della musica inglese, fuori dal coro direte voi , no miei cari sia Lennon che Harrison subirono condanne per plagio. Una sola volta furono loro a trascinare un artista in tribunale, nel 1966 contro il cantante francese Antoine con il brano"Votez pour moi" simile a " Yellow Submarine", accusata dallo stesso autore francese di plagio per aver indicato la canzone dei Beatles copiata da una sonata di Shubert. Antoine perse e fu condannato a ritirare la sua canzone  e mille franchi di risarcimento più le spese legali. Sicuramente è necessario avere un buon orecchio per giudicare così attentamente , ma i casi sono moltissimi.Il nostro Puccini per esempio venne inserito nei tribunali anche dopo la sua morte contro una commedia musicale intitolata " Ali d'argento"dove una canzone era perfettamente identica alla romanza " Un bel dì vedremo". La giustizia inglese fu più morbida, assolvendo gli imputati per "plagio inconsapevole". Sentenza strana quanto misteriosa, ma sappiamo che la legge è uguale per tutti ma tutti non sono uguali per la legge. La marcetta fascista" Facetta nera"un inno del ventennio fu presa in esame dai fascisti stessi perchè contro le loro ideologie razziste.Anche qui la sentenza stupisce , perchè il regime fascista vinse la causa e gli autori della canzone furono sostituiti da nomi di gerarchi del sistema. Tutto il mondo è paese! " Strangers in the night " per avvicinarci un pochino ai nostri tempi, canzone manifesto del grande Frank Sinatra, è la canzone più volte bersagliata da accuse di plagio.Il personaggio più bersagliato fu il direttore d'orchestra  Kaempfert talmente noto e bravo da essere alla fine finalmente assolto per il successo delle sue produzioni.Anche il nostro Totò fu preso come bersaglio da alcuni generali dell'aeronautica( possibile ..si!) per la sua canzone " Malafemmena", in difesa della loro madre copiata da un brano della stessa signora  e incisa pure dal nostro reuccio nazionale  Claudio Villa con il titolo " Notturno" e anche il nostro principe dovette pagare le spese.
Pure il Vaticano entrò in queste beghe musicali. In una udienza pubblica con Papa Wojtyla la sua voce fu modulata dal dj Joe Vannelli nella canzone" Forgive us". Il Vaticano pareva favorevole a tutto questo finchè il brano non accompagnò una delle tante sfilate di moda . Il povero Vannelli mandò al macero la sua idea accompagnata da 20 milioni di lire . E potrei continuare all'infinito , ma invece vi invito alla lettura per chi è interessato alla musica del libro sopra citato. Poi per chi mastica la musica e possiede un' orecchio infallibile , lo invito a dirmi quanti altri plagi conosce.Con questo sistema ascolteremo più musica che come piano terapeutico non è niente male, ve lo assicuro! Buona serata amici miei....

sabato 30 maggio 2020

voi ricordate Lucio?






Voi lo ricordate? voi ricordate questo cantautore italiano che fece e fa sognare ancora milioni di persone? Mi sento proprio italiana in questo strano e angoscioso periodo e lo ricordo e lo sento e lo rivedo dopo tanto tempo con questa sua capoccia riccia, la sua tipica parlata, il suo perfezionismo e si..anche la sua allegria, forse tenuta nascosta ai più, ma ne  era carico e la donava a tutti per poi trincerarsi in uno strano mutismo ,che trapelava nelle sue canzoni. Ma di chi parlo? Ma di Lucio Battisti, e lo sento tanto in questo periodo, soprattutto quando cucino chissa' perchè . Forse perchè vicino alla cucina ho questa sua preziosa sciarpa, regalata a questa ragazzina che lo assillava con i capricci da bambina. Che bell'incontro  , che esperienza meravigliosa , così informale in uno studio della ricordi a Milano con un hamburger in mano..Mitico!Ma sto divagando e ho già parlato di questo tanto tempo fa.
Ora vi chiedo , ma si può snobbare Lucio? Si si può , i teenager lo fanno, lo ignorano( non tutti certo), non  sanno neppure che viso avesse.Come mi spiace. Ho incontrato una volta ad un concerto e non ricordo quale una ragazzina che , aggrovigliata insieme a tante altre , ascoltava solo lei le sue canzoni.
Benedetti i suoi genitori, che ascoltano Battisti mentre cucinano..bene non sono la sola!Ma lo ascoltano su di un vinile, mentre il fratello lo ha scoperto allo stadio durante una partita di calcio: due ragazzi cantavano le sue canzoni "Il mio canto libero" e " I giardini di marzo". Ma che stranezza e che combinazione, e ricordo pure l'imbarazzo delle amiche alle mie domande perchè sinceramente ricordavano solo i suoi capelli. Ricordo vagamente , e anche qui non ricordo il luogo, ma era un concerto di Calcutta osannato dai nostri ragazzi, che dichiarava apertamente di essersi ispirato molto alle canzoni di Lucio, pur non conoscendone una , ma come poteva essere così e quanta stranezza in questa sua ispirazione. Non posso dire nulla di questo cantante , lo conosco troppo poco, ma ha tutta la mia simpatia.. e piano piano scopro che chi ha fatto il miracolo è Spotify, con la play list" This is Lucio Battisti".Fu la più ascoltata nel giro di nemmeno un giorno e questo nostro caro angelo ha avuto più di 50.000 followers in un baleno.. Ed ecco che il gruppetto di ragazzini si fa più audace, e mi tirano fuori i titoli delle sue canzoni come un rosario. Ma allora non mi sbagliavo del tutto, anche i teenager  lo apprezzano e sorrido , sorrido di gioia e di malinconia. Ed ecco partita l'occasione giusta per farlo conoscere alle nuove generazioni, ma i giovani che ascoltano quasi solo rap, hanno veramente raccolto questa opportunità, ne sono veramente interessati?Dopo un primo frettoloso ascolto ne hanno colto la grandezza musicale? Ricordo ero troppo felice di sentirne parlare , perchè questo dubbio mi era assalito, e infatti la certezza è stata quando ho scoperto che forse non reggerebbero tutto un disco di Battisti, anche se qualche mosca bianca mi fa contenta, dicendo che lo trova magnifico. E allora si capisce come la musica non va solo scaricata, ma raccontata, anche attraverso operazioni culturali, suscitando interesse. Io che con la musica vivo di pancia, resto un po' perplessa , ma può essere vero. L'importante  è farlo arrivare ai ragazzi in qualsiasi modo puramente casuale, perche' se troviamo la chiave per appassionare i ragazzi abbiamo raggiunto l'obiettivo. E mi sento tanto ragazzina ora , cosi' fanatica , io che ascoltavo quasi tutta musica straniera e che ho lavorato quasi esclusivamente per artisti stranieri.La cosa più esaltante è che i ragazzi spesso sono più maturi di noi, e allora chiedono un dibattito( scarso negli anni passati) sulla sua storia e la sua musica.
Questo processo è quai sempre alla portata dalla musica classica, che senza una preparazione minima , viene consumata, non capita e poi abbandonata. Un vero peccato.
 E allora per chi ancora lo ascolta , cerchiamo anche il background delle sue canzoni, a molti non piacerà ma è normale, per chi lo apprezza , alla fine di questa ricerca non facile, piena di bianchi e neri come le note musicali, non lo abbandonerà sia durante una gita domenicale, sia durante la cottura della pasta , sia ad un concerto per la sua memoria, l'importante è ricordare. Eccessiva questa sera vero? si un po' ,ma siamo in un momento dove gli eccessi sono all'ordine del giorno e allora permettetemi di esserlo. Buon w/e ragazzi, cantate una canzone di Lucio vi divertirete pure!Ora rimetto la mia preferita che si ascolta poco....






martedì 19 maggio 2020

Moda' non si lasceranno mai?



Cambiano pagine, cambiamo storia e andiamo sul più leggero. Kekko Silvestre il leader della band ha assicurato che il gruppo non si lascerà mai ed è sicurissimo di questa affermazione anche se molti mesi di silenzio potevano far pensare diversamente. Insieme dal 2002 , un bel record di questi tempi, hanno macinato kilometri,palchi, classifiche e anche record. Sicuro possono piacere o meno , ma questa è la realtà. E' la realtà è pure quella che mai si sono separati. Sei album,  SanRemo, e negli stadi più importanti.italiani. Ora ecco il nuovo loro disco " Testa o croce" , sinceramente io l'ho ascoltato con molta fretta, ma devo dire che il gruppo non mi ha mai deluso soprattutto dal vivo. Sempre Kekko è l'autore dei 12 brani , il classico operaio della musica, cantautore per passione e non per professione, scrittore di storie , fresco romanziere di" Cash,storia di un campione" felice come sempre con il suo ottimismo e con il suo sorriso da ragazzo che non cambia negli anni.
Quattro anni di attesa per questo album, mai semplice riprendere il palco, anche se sono sempre stati impegnati in un vortice di cose diverse. Ma come tutti gli umani e loro lo sono molto, si ha bisogno di una sosta , di tornare ad una vita semplice , quella stessa vita che gli dà lo spunto per scrivere brani.Parlare con la gente nei bar, ricordare l'amore della sua vita, e il dono più grande la figlia Gioia. Il percorso dei Modà , grazie a Kekko , è un percorso intimista, ma è proprio questo che la band cerca di suonare, niente musica estrosa , un pop semplice , una musica che può essere fatta  disfatta senza procurare disastri. Il riferimento del leader è sempre stato Battisti, sicuramente non raggiungibile, considerando pure che i testi da lui preferiti sono quelli di Mogol e qui si entra nell'impossibile, mai per lui un pop -rock, ma un pop -soft, cercando di creare canzoni che piacciano a tutti e siano alla portata di tutti. Pensa già al prossimo lavoro , forse più arrabbiato , ma il romanticismo prevale, povere distorsioni di chitarre, evita le provocazioni, pensa ai rapper lontano dal suo mondo che forse considera più attuali per i giorni nostri, anche se non entrano nel suo mood. Sicuro non penserà  Sanremo, almeno per ora, lo considera una difficile esperienza che  lo tiene lontano da gare e stress vari, una  esperienza esaltante per loro insieme ad Emma Marrone con una canzone coinvolgente che li ha scoperti, ma basta " tritacarne" per ora.
Non è facile ai tempi nostri essere uniti per 17 lunghi anni , è necessario rispetto nei ruoli e loro lo hanno sempre fatto, niente invidia così diffusa soprattutto nei gruppi dove i componenti poi passano indifferentemente da una band ad un altra. Kekko pensa anche al futuro , quando magari non sarà più un cantante ma solo un autore, ma pensa pure a questa sua seconda famiglia che lo ha sempre accompagnato da giovanissimo. A Silvestre non piace quando le band si sciolgono, per lui è tutta una questione di equilibrio simile ad una squadra di calcio, perchè tutti i problemi poi vengono fuori negli spogliatoi ed è li che è necessario risolverli.
E allora in questo periodo tumultuoso evviva la semplicità, la linearità, non impegniamoci molto, pensiamo ad ascoltarli e a gradire la loro vena musicale. Abbandoniamo i falsi atteggiamenti intellettualistici per un momento e sediamoci a sentire le cose di tutti i giorni, che tanto ci sono mancate proprio ora , in questo momento.
E allora non storciamo il naso, abbandoniamo le critiche più feroci e limitiamoci a dire , li sentiro' o meno, mi piacciono o no. Così è più facile capirsi.A presto....e rilassiamoci un po'!

lunedì 4 maggio 2020

Parlare o tacere



Quanto tempo è che non scrivo? tanto, troppo..so perfettamente che il mio blog non è scientifico, ma è un blog perfettamente artistico o vuole esserlo, ma miei cari non posso non essere sincera, ho passato intere giornate  a leggere informazioni, curiosità, decreti, youtuber, impressioni, commenti, storie, discussioni,  mi sono anche annoiata ad ascoltare i nostri parlamentari( lo sono ?), le varie fasi delle nostre autocertificazioni ( ma servono poi?), conclusione mi sono anche chiesta se vale la pena parlarne. Forse si forse no, voi che ne dite. Siete stanchi come sono io sopratutto cerebralmente nell'ascoltare mille cose e mille contraddizioni e pensate come me , che sarebbe molto piu' utile e sano divagare altrove? e allora perchè non farlo? Semplice perchè il pensiero svicola e vaga li e allora annoiamoci insieme, io mi sfogo un pochino, prometto solo un pochino,e sono sicura con voi mi sento meglio!
Ora io dico non sarebbe molto più comodo e semplice dire la verità? Ma la verità costa e spesso si paga cara e allora andiamo avanti nella più nera confusione condita con menzogne e imprigionati come tanti carcerati?
Sono stata chiusa in casa per malattia per molto tempo , ma non era così fastidioso come esserne obbligati, la mia era una scelta dovuta, quindi libera e l'impedimento ad uscire era avvertito come libera scelta. Ora mi sento oppressa, abbiamo la caramella della maggiore libertà , ma forse non dobbiamo scartarla, solo vederla e quando assaggiarla? E' un dubbio che si fa certezza , e vi chiedo quando siamo fuori con mascherine( per me del tutto inutili) o guanti e controllati o peggio fermati da militari di vario genere che ci fanno domande spesso anche imbarazzanti , ci chiedono fogli, non ci sentiamo stretti in una cintura che ci imbavaglia non contro questo virus , ma contro proprio la nostra libertà, così stretti da farci respirare male .?Vi sentite così o sono io che sono diventata paranoica a forza di postare moduli, osservare controlli poco ortodossi e ditemi a voi sembrano giusti, necessari,mi guardo bene dal dire legali..anche se ho usato questa parola e a buon intenditor...lascio a voi finire!
Sono nata in una famiglia di medici,abituata a pane e chirurgia, ma voi avete mai pensato se questa sia vera pandemia? Ora io non ho incontrato per fortuna la peste, ma scolasticamente parlando non mi sembrava uguale a questo virus influenzale , senza alcun dubbio più forte degli altri., ma non tale da farci vagamente ricordare un regime dittatoriale che abbiamo soltanto letto in altre nazioni e non era proprio il nostro ideale io credo o spero almeno. Mi sono persa in un vagone di numeri , cifre , morti , ma mi sono chiesta di cosa veramente e mi sono anche stupita come tanti personaggi illustri contratto il virus ne siano usciti sani e salvi , mentre altri sono morti senza avere una giusta autopsia e ancor peggio bruciati senza che i loro cari potessero vederli.
Sono stata vittima di una diagnosi sbagliata che mi ha portato conseguenze gravi , ma salvata a tempo da questo disastro, spero non voluto dal medico, e se la cura corretta per questa epidemia non fosse stata tale? Sono convinta che anche voi leggete che questo virus polmonare dovesse e dico per gentilezza dovesse essere trattato in altra maniera. Ma voi sapete che i trattamenti sbagliati possono anche portare alla fine della nostra vita? Questo lo posso dire perchè ci sono arrivata molto vicino e allora vado avanti a leggere e quello che è scritto , ragazzi, spesso mi fa provare una sensazione di sterminio, un qualcosa che ci è stato negato nel capire la semplice verità, fatta , chissà mai da interessi personali , da guadagni miliardari, da vaccini così rapidi nell'assicurarci la nostra giusta guarigione se ne siamo infettati, da applicazioni che devono fare traccia del  nostro cammino per assicurarci una protezione dal contatto...Ma permettetemi, quando mai?
Si, mi devo fermare e avrei altre mille cose da dire, provate, confrontate , testimoniate,tenute segrete , ma sono io la persona giusta per comunicarle? No miei cari, assolutamente no. Una blogger musicale si interessi di musica , di ballo , di cose più futili,ma dire tutti i miei pensieri sarebbe noioso e inutile. Vorrei però sapere un pochino i vostri. Potete dirmelo nei commenti se avete voglia di  farne?
Grazie come sempre se volete seguirmi anche in questo mio sfogo un po' sopra le righe . Io mi rifugio in una canzone che adoro, se volete venire con me , vi aspetto con piacere . Alla prossima e cambiamo sicuramente argomento, ve lo prometto!