............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

lunedì 21 novembre 2011

LULU' DELLO SCANDALO

Articolo di Nella Crosiglia

E' uscito alla fine del mese di ottobre , uno dei dischi più discussi di questa stagione invernale: Lulù, poema sulla sensualità e disperazione , sulla " femme fatale " e la seduzione, condito con un forte background di rabbia e di ribellione. Chi poteva ottenere questa visione orgiastica della cosa, e mettere in musica un personaggio così complesso, già citato in letteratura e cinematografia? Se ci pensiamo su, non è difficile capire chi può aver pensato una cosa del genere, se non un intellettualoide, già decantato in questo blog: Lou Reed, colui che ha portato in musica anche le tetre atmosfere di the "Raven (il corvo di Poe), incantandoci un'altra volta con la sua genialità. Ma la storia di Lulù non finisce qui, Reed non è solo, ma unito alla band più heavy metal che esista, anzi alla classica thrash metal " i Metallica".

La ballata finale del lavoro vale tutto il disco, criticatissimo dai più , basti pensare che questa strana unione , ha fatto arrivare a minacciare di morte lo stesso Lou Reed per aver osato tanto! Impensabile .... Reed ha subito messo a posto qualsiasi diceria e critica sull'opportunità di ritirarsi per non fare scelte sbagliate , ma come controprova, ha risposto, che proprio alla soglia dei 70 anni, è padrone di fare ciò che vuole e che gli piace. Zitti e mosca! A chi gli ricorda il suo passato alquanto tumultuoso in contrasto con la sua vita attuale , dedicata alla compagna Lori Anderson ed al Tai Chi, gli agevola la risposta  , creandosi testimonial di una nuova rabbia da incanalare con le persone giuste. Come valvola di scarico non poteva trovare di meglio. 

I Metallica sono e sono stati una delle principali band nel loro genere. Dissoluti ed alcolisti, strambi e fantasiosi, beceri  ed artisti, hanno pagato anche con la vita di uno dei componenti questa baldoria collettiva, ma hanno scalato quasi sempre tutte le classifiche di Billboard , di vendita dischi, di concerti politici e sociali (famosa la canzone One del soldato che ritorna dalla guerra sordo, cieco, muto, invalido ), ispiratori del film " Johnny prendi il fucile" . Ma sono entrati trionfali nella Rock and Roll of Fame, un grande tributo, meritato con sudore  e fatica ,pagando in prima persona , e rialzandosi sempre  sulla via della riabilitazione. E con questo duo , sta qui la sorpresa del rinnovarsi, di far rinascere la creatività in altri sbocchi.Tutti i lavori di Reed,  hanno smosso la folla, ma in questo caso persino il manifesto è stato accusato di oscenità e rimosso dalla metropolitana di Londra. Affissioni respinte, poster ritirati, che hanno solo fatto commentare cosa Warholl avrebbe detto di questa turbativa se fosse stato ancora vivo! Le due tragedie di Frank Wedekint "Lo Spirito della Terra " ed " Il Vaso di Pandora", sono presenti in ogni nota , con la conclusione che la libertà costa un prezzo altissimo e non sarà mai negoziabile. Musica potentissima, unita ad un personaggio innamorato del sperimentale, più la miscela esplosiva ed incendiaria dell'alienazione umana dei Metallica.Non interessa a nessuno delle vendite del prodotto, l'interesse è indirizzato ad averlo creato.Un colpo di genialità per Lou , nulla sarà più come prima per i Metallica. Bisogna solo aver vissuto, letto , viaggiato e peccato parecchio, per condividere "Lulù". Abbiamo tempo , impariamo a conoscela,e sono certa che , alla fin fine , ne resteremo come sempre affascinati!






4 commenti:

Paola ha detto...

Infatti non conosco "Lulù" e prima di esprimere giudizi vorrei approfondire (anche se il genere mi lascia un pò titubante... ma mai dire mai :-)
E come al solito quando leggo i tuoi post è cultura musicale schietta... senza parlare dei video che ascolto volentieri anche più volte... hehehehehe
Un bacione grosso alle sorelline lasciandovi sempre quell'abbraccio affettuoso che tanto riscalda i cuoricini... ciauzzzzzzzzzzzzzzz!!!

PS: Nella il post nello Scrigno dei Tesori è il minimo che potevo "regalarti"... smaciukkk

Massimo ha detto...

Bel post anche se il genere non mi fa impazzire e il video di anteprima non mi è piaciuto...una mia amica ti fa i complimenti e considera il disco ottimo, suo recente compagno di week end...sarà..:)

un abbraccio

nella ha detto...

Lulù è un prodotto duro da digerire , PAOLETTA carissima, ma penso che certi artisti arrivati all'apice del loro successo e non essendo più propiamente ragazzi , abbiano il dovere di proporci qualcosa di nuovo. E fortunati quelli che lo sanno fare che ci piaccia o no! Tu mi hai regalato il massimo, amica mia dolce. Prima cosa perchè la sorpresa non l'aspettavo proprio e , di conseguenza , come tutte le cose inattese, è stata doppiamente gradita. L'ho subito salvata e verrà inserita nel secondo volume di " Rock Music etc etc..." Per riscaldare il tuo grande cuore , un abbraccio stratosferico dalle due " sorelline"ahahah

nella ha detto...

MASSIMINO, tutti hanno gusti prsonali, non trovi che se così non fosse , il nostro lavoro (almeno una parte del mio) verrebbe meno? Lulù è un prodotto che deve essere ascoltato più degli altri lavori. Per me è meritevole di averlo tra i dischi di casa, per la maggioranza ( e parlo pure di grande critici e personaggi dello star system) è da cassare completamente. Come vedi Massimo, hai vinto, ma non cambio opinione!ahahaha

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.