............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

giovedì 24 novembre 2011

VISITA INATTESA

Articolo di Nella Crosiglia

Eh..si, ora devo proprio mettere nero su bianco, e scrivere questa notizia che da settimane mi ronza in testa, tanto da farmi venire una solenne otite , perchè non desideravo proprio"curarla". Non ho scritto prima, perchè i miei dubbi erano infiniti e non mi piace dire parole al vento. Ma ora non devo sottrarmi al mio compito e tenervi ancora all'oscuro, ammesso che voi lo siate, ed ho molti dubbi a tal proposito. Il nostro amatissimo, corteggiatissimo, attesissimo, amorevolissimo zio Bruce torna da noi in Europa, e di conseguenza in Italia. Certissime le date inglesi , in Hyde Park a Londra, dopo il successo strepitoso del concerto precedente, e, come chiusura al Festival dell'isola di Wight e poi da noi, a casa sua, insomma!!!

Ci sono già le date fissate : giovedì 7 giugno a Milano Stadio Meazza ( a partire da 90 euro fino a 35 euro +  prevendita), domenica 10 giugno  Firenze stadio Franchi (stesse cifre) e lunedì 13 giugno a Trieste stadio Nereo Rocco, (euro 90 fino ad euro 50).

Io sono rimasta come si suol dire "basita", perchè è vero si che le voci, con un personaggio come lui aleggiano sempre in ogni dove, ma questa certezza, solo il suo sito personale me l'ha data ed io ancor oggi sono perplessa.Conosco Bruce fin da ragazza, non sono immodesta dicendo che lo conosco abbastanza bene, senza dubbio meglio di ogni altro cantante o gruppo musicale appartenente allo star - system.Persino l'eminenza grigia dello spirito Springsteeano, Ermanno La Bianca, fino a poco tempo fa aveva scritto un egregio articolo (come sempre d'altronde) dove chiariva il suo pensiero. E credetemi, Ermanno, di solito, non sbaglia mai. La sicurezza stava nel disco, che avrebbe dovuto uscire alla fine del mese di novembre , quindi a giorni , con il titolo " Arcade at night". Capovolgimento di fronte. Il disco c'è, uscirà , ma non si sa ancora il titolo nè la sua divulgazione. Si pensa presto, perchè questo repentino tour, è improntato anche sulle nuove canzoni dell'album.

Si parlava certo di tournè del Boss, ma forse non così prossima, perchè conosciamo quanto lo"zio" sia preciso e pignolo fino all'inverosimile, nell'esporre le sue creazioni. Non si è certo risparrmiato durante questi mesi con le varie apparizioni : i concerti in "Ausbury Park" con i vecchi amici di un tempo, ha partecipato a vari eventi mondani e non, come il compleanno di Sting, insieme ad altri nomi noti (e ne uscirà un disco...), varie comparsate televisive e chi più ne ha più ne metta. Conoscendolo solo un po', c'è da chiedersi dove ha trovato il tempo per preparare un disco e con chi, visto che la classica E street Band, non è certo più la stessa dopo i due tremendi lutti di Danny Federici e Clarence Clemmons. Chi può sostituire Big Man in maniera decorosa , senza certo volerlo imitare, e senza cadute di stile? Ma quale band ci proporrà? Interrogativi senza risposta , senza un nesso che ci possa portare ad una logica conclusione. Gli intimi della band, come Little Steven, parlavano certamente di un suo imminente lavoro, perchè Bruce non sta mai senza far nulla, e di un probabile tour forse acustico  in palazzetti o teatri , per poi pensare come ricostruire a nuovo una Band. Mi sembra quasi di parlare di un evento, voluto da una persona che ha fretta di mostrarsi perchè non ha tempo da perdere, quasi gli scappassero i giorni e le opportunità. Un passo falso in certe condizioni, è facile farlo, e non vorrei "gufare " per nulla.. Continuo ad essere più che stupita da questa nuova svolta e soprattutto, come tutti voi, curiosissima di vedere cosa ha da proporci. Mai come in questo caso, il detto "chi vivrà vedrà" è d'uopo, e poi? Poi ne trarremo le conclusioni.




18 commenti:

Antonella Riviello ha detto...

Con questa tua notizia mi hai fatto volare in alto e già fremo!!!!!!! Non ritrovare Clarence sarà tristissimo e credo comunque che nessuno possa sostituirlo .... non riesco ad immaginare quale sorpresa ci attende ma sarà senza dubbio un grande evento! Tienici informati cara Nella e teniamoci pronti per questa fuga verso la musica vera!!!! Un abbraccio granddeeeeee! Ciaooooo

nella ha detto...

Quindi , sorellina , prepariamoci alla"grande fuga", lo Steve Mc Queen dei miei sogni , era uno zero a tal confronto!!!! ahahahah Senza dubbio ogni più piccolo "spetteguless", sarà nostro..... per ora prepariamoci alla scalata dei biglietti! Come sempre , grazie signor Trotta!!!!!

Blackswan ha detto...

per quest'uomo potrei morire.Ora,subito.sempre.Ovviamente,ci sarò

PinkCadillacMusic ha detto...

Ciao Nella,
gran bel blog...complimenti!!

PinkCadillacMusic ha detto...

sei sulla nostro blog tra i "Link Amici"

Massimo ha detto...

Ciao Nella,
non capisco la tua sorpresa e non condivido troppo la tua perplessità.
La sicurezza della notizia ce l'hai avuta sul mio blog domenica sera:) quasi in anteprima:)!! Nessuna testata ufficiale o quasi aveva già divulgato la notizia a parte le chicche di Trotta su FB.
A parte gli scherzi quello che tu dici vale per lo Springsteen di una volta, fino a The Rising...i fatti, gli eventi e i dischi usciti ci confermano che da li in avanti il Boss da una parte non si è risparmiato, dall'altra come dici giustamente tu ha una gran fretta di fare le cose perchè sa che il tempo è quello che è soprattutto con la band, come purtroppo ci hanno dimostrato i fatti. E poi siamo onesti, e l'ultimo disco ce lo conferma, non è + il Boss pignolo e indeciso di una volta, quello che piuttosto di uscire con una cosa solo buona non usciva proprio..ora scende molto + a compromessi, pensa molto meno e negli ultimi anni ha autorizzato una marea di uscite commerciali: dalla versione american land del disco con la seeger, al live di londra uscito prima col cofanetto di BornToRun e poi da solo, continuando con il greatest hits, con una marea di dvd per finire con WorkinOnADream che sinceramente per metà è da buttare via.

E poi, altra cosa, negli ultimi anni tutte le volte che i rumors hanno bussato alle ns porte si sono rivelati fondati. E anche questa volta, nonostante tutto, si era capito che alla fine ci sarebbero stati sia il disco che il tour..l'unico dubbio reale riguardava la presenza della band o meno e il nome del disco...che se sarà quello annunciato un sorriso me lo farà fare...ma nn credo sarà cosi..speriamo solo sia un buon disco, hai ragione a porti dei dubbi sulla qualità, anche se mi pare abbia avuto + tempo rispetto al precedente.

un abbraccio
Massimo

nella ha detto...

Caro BLACKSWAN, ti capisco oh, come ti capisco...Anch'io ci sarò, e come si può mancare! Infiniti complimenti per la foto di presentazione di Zappa , un altro grande genio della musica , purtroppo andato via troppo presto. Ciao Blood Brothers, a presto1

nella ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
nella ha detto...

Caro MASSIMINO, che bello avere degli scontri pacifici s'intende , d'opinione, mi capita di rado e ne sento la mancanza.La mia sorpresa è motivata dal fatto che qualsiasi blog e sito americano riguardante il tour, più gli amici di vecchia data a lui vicino, non ne davano sentore. O erano ben pagati per il silenzio o erano in buona fede!Molto perplessa , perchè non è mai successo che l'inizio di un tour , basato anche sulle nuove canzoni dell'album, arrivi prima dell'album stesso , della possibilità di un discreto ascolto e di una discreta valutazione.Non ho mai creduto ai vari rumors che si sono prodigati a partire per questo evento, altrimenti c' era la gara a chi sarebbe arrivato primo. Ed io le gare le faccio, se scelgo di farle , quando sono sicura che esistano.Il signor Trotta , non è mai stato per me un sinonimo di garanzia e lo si deduce anche dall'enorme difficoltà che si ha ogni volta si debbano acquistare biglietti , dato il monopolio della situazione.Per me non esiste lo Springsteen di una volta o lo Springsteen di ora. Esiste Bruce Springsteen e basta, con prodotti riusciti a meraviglia ed altri , molto più commerciali, ma sempre perdonati dai generosi fans.Il topico errore di "Tunnel of love", ne è una prova. Non capisco la fretta del Boss e non la condivido per nulla, soprattutto in questo frangente, dove , se deve essere unito ad una band deve stare attento a cosa mette in piedi. E non è mai stato una persona che desiderava vivere di rendita. Per come l'ho conosciuto io, ha sempre considerato un concerto , come l'ultimo della sua vita e l'ultino che i suoi fans avrebbero potuto vedere. Quindi la sua intenzione , era solo quella di infondere la sua anima nelle nostre.I gusti personali non li discuto e meno male che esistono.Bruce è un grande lavoratore ed ha sempre fatto innumerevoli compartecipazioni tra un tour e l'altro.Ma per finire tutto questo "gran sermone",aspettiamo , consentimi almeno di dire , per me con sorpresa, questo disco che si chiami come meglio creda e questo tour. Un regalo , oomunque , l'ha fatto sempre ed è quello di venire a trovarci! Con simpatia e ricambio l'abbraccio di cuore , Nella

nella ha detto...

Grandi, adorati PINK CADILLAC...che soddisfazione avervi come blood brothers and sisters ed infiniti ringraziamenti per il link e l'iscrizione al blog. Siete adorabili! Arrivederci a Milano, a presto ..un abbraccio collettivo, Nella

Massimo ha detto...

Ciao Nella,

il disco secondo me arriverà prima dei concerti, almeno quelli europei.
Quindi credo che alla fine l'accoppiata disco-tour sarà rispettata anche questa volta vedrai.
Hai ragioni a dubitare di rumors e Trotta e lungi dall'essere una garanzia, ma è pur vero che quando escono queste notizie a ripetizioni quasi sempre c'è un fondo di verità. Mi pare che in questi anni sia sempre andata cosi.
E poi noi più che far le gare possiamo pubblicare qualche notizia o meno in base a sentimento e sfizio del momento...possiamo solo aspettare come sempre abbiamo fatto.
Sul discorso dei biglietti concordo, ma è tutt'altra storia.
L'ennesimo scandalo di questo paese che per ogni evento deve speculare e creare giri loschi di affari e guadagnno ai danni di noi fans e consumatori...ripeto uno scandalo.
Per quanto riguarda Bruce, che seguo da tanti anni, lo adoro e ne apprezzo tante qualità, al di là di tutto non si può non notare una differenza rispetto al passato anche nelle scelte che fa. Bada bene che non sono uno dei tanti fans integralisti che boccia tutto quello che fa adesso...dico solo che ora rispetto a prima pensa meno, pubblica di tutto, e organizza le cose sempre in modo molto repentino anche perchè "giustamente" non gli rimane tantissimo tempo per fare rock con la band...dal vivo il discorso cambia. oggi come ieri è un animale da palcoscenico, un amico generoso che ogni volta tenta di superarsi, di amalgamarsi con il pubblico, di riscrivere la sua storia, la storia del ministro del rock&roll

un abbraccio
Massimo

Riccardo Uccheddu ha detto...

Carissima Nella, la penso esattamente come te!
Mi spiego.
E' vero, ultimamente Bruce è stato meno scrupoloso e non tutti i suoi lavori sono stati del livello (eccelso, a dir poco!) del passato.
Ma se possibile, questo mi rende il Jersey Devil ancora più simpatico, me lo fa sembrare più umano, perchè come dice un mio fraterno amico: "Noi chiediamo agli artisti che seguiamo una coerenza che noi stessi non abbiamo."
Ed in effetti, come potrebbe un artista (sia pure zio Bruce) cioè uno che vive la musica al massimo dell'intensità, continuare a sfornare puntualmente dei capolavori?
Non sarebbe umano.
Anzi, io troverei in questo qualcosa di "meccanico", di poco spontaneo.
Tornare in tour poco dopo la morte oltre che di Danny anche di Big Man... beh, all'inizio anche a me questo ha lasciato un po' perplesso.
Ma il grande rock, così come la vera politica ed una religione priva di ipocrisie è... una questione di vita o di morte; per me, non c'è altra definizione possibile.
Pensiamo a "Glory days", che segna quel tempo che scorre e che scivola via, mentre tu invecchi ed intorno a te nessuno capisce il tuo entusiasmo... eppure continui a suonare perchè... è la tua vita e non puoi cedere il passo alla Morte.
Ecco perchè Bruce sente il bisogno di riprendere in mano la Fender, come se fosse un'ideale spada magica: i draghi e la Morte devono essere afffrontati e sconfitti subito, ORA!, anche a costo che possano sconfiggere te.
Sì, c'è il rischio di sembrare ormai deboli, o anche presuntuosi: senza Danny e B.M., è ancora la "E" Streeet e lui è ancora Bruce?
Ma il Nostro è disposto a rischiare, a volteggiare senza rete; diamogli tempo ed abbiamo fiducia.
Glielo dobbiamo, dopo tutta la meravigliosa musica che lui ed i suoi ci hanno regalato.
Abbraccione, rock sister!

Paola ha detto...

Wowwwwwwwwww!!!
Che notizia lo zio arrivaaaaaaaaaaaa... sono di una curiosità inaudita non vedo l'ora di ascoltare e soprattutto vedere quello che ha "partorito"... nel frattempo dolce Nellissima un bell'abbraccione per iniziare bene la settimana non te lo toglie nessuno... hehehehehe
Bacionissimi anche per la sorellina Antonellina e ricordate sempre che vi voglio un sacco bene... :-)

PS: è vero gli stuzzicadenti oramai non si trovano quasi più nei ristoranti... hihihihihihi

nella ha detto...

Ciao caro MASSIMINO...come desidererei fare queste trattazioni dal "vivo" , chissà per quanto andremo avanti, ma quanto sono produttive, sempre a mio avviso s'intende!Condivido con te , il disco arriverà prima del tour sicuramente , ma sempre mi chiedo, almeno per gli addetti ai lavori , avremo modo di gustarlo nella giusta misura? Condivido anche con te che quando i rumors si susseguono , poi qualche cosa deve pur smuoversi, ma io sono rimasta perplessa della velocità della cosa e l'unica alternativa è che l'avesse preparata per tempo.Questo mi risevo di chiederlo durante la brevissima intervista che mi concederà, ormai le mie curiosità restano quello di vederlo sempre tonico ed in salute , oltre il parlare della sua bella famiglia.Fondalmentalmente mi trovo d'accordo con te che come blood brother ed io blood sister, rincorriamo quest'uomo per una ventata di felicità e di partecipazione. Scusami, ma sono meno d'accodo sulla sua improvvisazione. Garda che il Boss è un pignolo meticoloso programmatore, che non ha orari sul metodo lavorativo e scorda qualsiasi cosa per la musica, Posso dire che a volte le sue "creature" sono meno incisive di un tempo, ma guardiamo un po' quanti "scarti" ha fatto nel passato che poi sono diventati memorabili tracks.Spero solo Massimo caro, non ci deluda e soprattutto non faccia passi falsi come ai tempi di "Human Touch" etc etc..Oggi il tempo per recuperare è minore sotto il profilo qualità. La durata del soggetto mi preoccupa meno, sono anni che i suoi concerti non durano più quattro ore ed oltre, ma noi sempre nei secoli fedeli, lo sosterremo sempre. Vero mio simpatico, amichevole , fratello di sangue? Un caloroso abbraccio, Nella

nella ha detto...

RICCARDO, avere il tuo sostegno è già una forza , e fonte per me di felicità. Grazie , grazie ed ancora grazie! Un umano non può mai avere la stessa lunghezza d'onda , verrebbero anche a mancare i capolavori che ci ha elargito, perchè non si noterebbe alcuna differenza.Il rock , amico caro, è anche rischio, ed in questo caso ne potrebbe esistere tanto, forse troppo ed il tempo per il recupero essere scarso. Ma la sua meticolosità sono sicura , riflettendo meglio,ci ha forse preparato la sorpresa di una session studiata da tempo, che a noi pare una cosa così avventata. Chissà, hai visto mai? Non ho dubbi che il grande combattente con la Fender che stava ore sul campo di battaglia, abbia ridotto la lotta , ma ne risulti sempre vincitore. Mi convince meno la resistenza della band. Vincerà l'offensiva?Io penso di si, dovesse trascinare da solo un peso enorme . E' vero gli dobbiamo molto. Per taluni di noi, ha segnato con la sua musica il destino della nostra vita ed allora abbandonarlo? Mai. Fino in fondo fratelli e sorelle di sangue! Un abbraccio di stima e di affetto, Nella

nella ha detto...

PAOLETTA mia bella, ma eri l'unica a non sapere che lo zio Bruce arriva in Italia? Con tutti questi rumors..ahahahahah.. Hai letto la mia risposta alla tua pillolina..Ma hai visto che artista, veramente sublime! Ma la faccenda delle cheerleaders poi, come è andata a finire?Uno smakkone super ed un inizio settimana sfolgorante!!!!!

Viktor ha detto...

Ciao a tutti!
Avete espresso dei dubbi più che legittimi, a mio parere, in questi commenti, dubbi che per altro condivido pienamente e che mi son sorti piuttosto spontaneamente nel leggere la notizia dell'arrivo del Jersey Devil nel nostro Paese.
Cosa suonerà? Con CHI suonerà? Chi rimpiazzerà Big Man, se verrà rimpiazzato? Quando uscirà il disco? Perchè tutto questo silenzio fino all'ultimo momento? Scoprire le date dei live italiani è stato poco più di una semplice fortunata casualità, meno male capitata con la giusta tempistica: aperte le vendite dei biglietti avevo il mio 10 minuti dopo. Tuttavia rimane un po' questa sensazione di aver fatto un acquisto a scatola chiusa, ma a Bruce si dà massima fiducia, perchè ciò che ad alcuni fa storcere il naso io non l'ho mai vissuto come un errore: ha avuto delle uscite meno azzeccate, ma per quel che mi riguarda, non ha mai mancato totalmente il colpo, neanche ai tempi di Human Touch/Lucky Town.
Ad ogni modo, ho già cominciato a far le tacche sul muro di casa per contare i giorni che mi separano dal live a S.Siro.
Molto contento di aver trovato il vostro blog, siete già tra i miei "compagni di viaggio"...venite a farvi un giro dalle mie parti (RN), The door's open and the ride IS free!
Un saluto a tutti i Blood Brothers e Sisters che popolano queste pagine. A presto!

nella ha detto...

Caro Viktor, condivido tutto e pienamente ciò che scrivi e non certo per fare la "piaciona" , ma perchè è una rara volta che , d'impatto mi trovo d'accordo sul nostro caro Bruce. Sempre e comunque , malgrado qualsiasi perplessità! Ho guardato molto frettolosamente il tuo blog , che trovo veramemte bello e fatto da un vero addetto ai lavori, e per questo motivo ancora ti ringrazio dell'iscrizione, che ho ricambiato con orgoglio e simpatia. Mi premurerò di venirti a trovare spesso. Un abbraccio, caro Blood Brothers! Nella

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.