............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

lunedì 15 luglio 2013

Bruce e il Tempo....

Permettetemi... è un pochino che non ne parlo, di ritornare su nostro zio Bruce  E'doveroso, oltrechè scontato, ma siamo alla fine del secondo round di "Wrecking ball", stiamo aspettando come evento biblico il documentario di Ridley Scott "Springsteen and I", e ci crogioliamo nella lettura su ogni quotidiano, magazine, sito fanzine, intrattenerci sulle lodi, la passione, la miracolosa esistenza di questo personaggio.
Non contesto nulla, perchè della mia contestazione ho già dato in blog passati , con amarezza e malinconia, perchè voi sapete quanto io abbia nel cuore questa persona, quanta gioia mi abbia dato, quanti ricordi mi ha donato e..anche quanti soldini mi ha fatto guadagnare....
Questa celebrazione umanistica, inevitabile senza alcun dubbio, mi disturba un po', devo essere sincera, leggo cose banali perchè il Boss ha sempre dato quello che sta dando ora, forse eravamo noi che non lo sapevamo vedere. Anzi , direi che negli anni passati, come ho molte volte ripetutto, ha dato mille volte di più, perchè sfrondiamo i vari management, siparietti ormai un po' scontati, scivolatine in mezzo al pubblico maliziose , cartelli preparati in precedenza, balletti su note prestabilite, canzoncine per bambini......e non andiamo oltre, lo abbiamo anche conosciuto riservato ,caciarone, spesso intimidito, partecipe con tutti noi finalente sciolto da quella timidezza che un pochino lo frenava all'inizio, lo abbiamo proprio sentito donarci tutto se stesso, sudando come un cavallo da tiro, mentre il suo cuore era in sintonia con i nostri, mentre ci faceva proprio e vermante capire  che  aveva fatto chilometri , perso del Tempo, perchè noi lo stavamo aspettando e così ci raggiungeva. Le parole magiche : era qui per noi, il Tempo era dalla sua e dalla nostra parte!
Springsteen in parole povere ha proprio scandito il Tempo della nostra vita , e tra mill'anni mi dispiacerà che "live" non potrà più scandire il Tempo di altri, ma saranno solo le sue canzoni a farlo. Non voglio parlarvi di un suo calendario da appendere nella nostra camera, ma desidero riconoscere come quest'uomo si possa associare con eventi universali o personali , a date e periodi precisi.
Che cosa voglio dire? Ricordo l'elezione del nostro Presidente della Repubblica con il concerto con la" Seeger Session " nel 2006, la strage di Columbine e  il suo " Reunion Tour" del 1999, l'elezione a sopresa del presidente Obama con il "Magic Tour" nel 2003, le torri gemelle di NY con " the Rising", gli attentati a Londra con il "Devil and Dust", la recessione in Italia e nel mondo con "Wrecking Ball" nel 2012 e via ancora tante tante altre date da non dimenticare mai. Questo è il suo Tempo e il nostro Tempo che ci scandisce con ritmica ricorrenza, senza entrare nel privato di ognuno di noi, dove ad ogni concerto si ritornava indietro per mille ricordi passati e presenti.
Ora abbiamo "Springsteen and I", apparentemente prodotto per una certa ridda di fanatici , dove si prova a spiegare questa stretta connessione tra la star e il suo pubblico, rapporto unico , indelebile, fantastico.Un titolo del genere a chi poteva essere attribuito se non a lui? Eppure esistono fior fiore di cantanti che hanno scritto il mondo della musica, vedi Bob Dylan per esempio , ma il suo egocentrismo come potrebbe unirsi a me, pur adorandolo? Vedi Bono degli U2 carismatico leader , ma il suo narcisismo mi porterebbe troppo lontano , non potrei accostarmi cosi intimamente alla sua persona. E molti altri ancora , che pur magici, pongono sempre una barriera indelebile tra loro ed il pubblico. Lo Zio no, mai!
E nel film documentario che vedremo , è la gente stessa che ce lo spiega , la gente che lo ha seguito, che ha sofferto per toccarlo o almeno vederlo da vicino o anche la tristezza della gente stessa alla fine del concerto.
Penso che mi vedrò due spettacoli di " Springsteen and I" uno rivolto allo schermo e uno rivolto al pubblico, come faccio sempre durante i concerti live.Gli occhi puntati su di lui e sugli altri blood brothers and sisters sono la scintilla che fa esplodere la serata e va avanti per quanto tempo non è mai dato saperlo, ieri ancora più di oggi. Perchè il Tempo non si misura. Nelle sue canzoni più datate vorremmo che questo Tempo si fermasse, che continuase per interminabili minuti , ma le emozioni non usano il cronometro.
Nelle canzoni di Bruce c'è questa lotta costante contro il Tempo che passa e fugge via e si porta dietro vincenti e perdenti, ma molta gente che desidera mettersi in gioco. Ed ecco che ci troviamo incatenati a lui perchè ci ricorda che esistono le strade, i bivi, gli incroci, le possibilità, il futuro.

Ma questo nostro Tempo è anche il presente, il nostro oggi fatto di persone che corrono, ma possono anche solo camminare , mentre vediamo scorrere un'infinità di treni,emigranti, automobili, gente che freneticamente vuole farsi largo tra la folla. In poche parole racconta semplicemente la vita e la vita vuol dire correre , non fermarsi, proprio come durante i suoi concerti. Chi ha tempo non aspetti tempo, sia pronto all'appello, guardi i giorni come date da ricordare sempre...il perchè solo voi me lo dovete dire cari amici miei!

28 commenti:

elenamaria ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
elenamaria ha detto...

Eccole,le parole che cercavo, eccole! Le avevo lette ma forse troppo in fretta. Eccole:
"Ed ecco che ci troviamo incatenati a lui perchè ci ricorda che esistono le strade, i bivi, gli incroci, le possibilità, il futuro"
Ecco perchè ecco!

Pierluigi ha detto...

Sono cresciuto con la musica inglese e questo, nel bene e nel male, mi ha condizionato. In lei ho trovato il più grande conforto e la più disperata solitudine.
Tuttavia, per la frequentazione ultratrentennale che mi lega al mio più caro amico, non posso che gioire di questo tuo post. Anche lui ne sarà felice.
Grazie anche a nome suo.
Un abbraccio.

Badit ha detto...

Bellissimo post!Cara Nella il tuo/nostro amore per il Boss lo hai espresso benissimo molte altre volte,ma in questo ci trovo qualcosa in più.
Un abbraccio

Viktor ha detto...

W Nella polemica! Non sai quanto sia liberatorio leggere le giuste e doverosissime critiche di un fan al suo eroe. Bruce Re Mida non piace neanche a me e pur amandolo con tutto me stesso son sempre pronto a parlare anche dei suoi passi falsi e di certe scelte discutibili fatte soprattutto in questi ultimissimi anni; ma molte volte parlo da solo, perchè di criticare uno come Springsteen, soprattutto se si è suoi fan, soprattutto adesso, nessuno ne ha voglia, nessuno è disposto a farlo. Quindi son contento di leggere queste righe e sapere di non essere l'unico ad elogiarlo e criticarlo allo stesso tempo nei miei post.
Ho appena finito di vedere sul Tubo la selezione di pezzi tratti da The E Street Shuffle eseguita a Roma: son senza parole! Kitty, Incident e Serenade nella stessa serata probabilmente eran 40 anni che non si sentivano! Ho ancora i brividi, ma non solo perchè son pezzi mitici, ma perchè son stati suonati con un trasporto genuino, rimasto inalterato dopo tutto questo tempo. Roma ha sicuramente assistito ad un evento memorabile, fenomenale, unico! Roulette, Brilliant Disguise e Lucky Town...quest'uomo è sempre capace di tirar fuori dal cilindro delle sorpresone e di stravolgere il mood del live da una sera all'altra: che grande artista!
A paraculi! Ve siete vissuti un live da pauraaaaaa!!!! 'Tacci vostri!
A proposito di ricordi e di Tempo, spero di aver presto un'altra occasione di vedermi Bruce dal vivo, perchè non posso pensare di portarmi dietro per molto il brutto ricordo del concerto di Milano...(Bruce ovviamente non c'entrava nulla!).
Per quanto riguarda la barriera invalicabile che creano alcuni artisti ti dò perfettamente d'accordo, ma proprio oggi ricordavo con un mio amico di quanto son stati dei grandi gli U2 a Torino qualche anno fa quando sono usciti la notte dallo stadio, dopo la prova generale del concerto del giorno dopo, distribuendo pizza ai fan assiepati all'esterno: un gesto che uno non si aspetterebbe da Bono e soci!...
Un abbraccio.

MikiMoz ha detto...

Approfondimento bello e sentito, come sempre.
Bruce un grande, ma sono sincero, non lo ascolto spessissimo :)

Moz-

Stefyp. ha detto...

Grazie Nella per questo bellissimo post..ci hai messo tutta l'anima, Bruce lo merita, è un grande!
Ciao, un abbraccio.

Domenico ha detto...

Quando passo da qua, dopo sto sempre meglio... Grazie Nella, per quello che scrivi con competenza e per le emozioni che riesci a trasmettere

Bartolo Federico ha detto...

No cara Nella, la vita non è correre. la frenesia non porta da nessuna parte. la vita per quanto mi riguarda è nelle piccole cose. è come un bourbon che mandi giù lentamente nelle viscere più profonde di te stesso.Bruce è un esempio per tutti. ma il mio amore profondo per la sua musica si ferma a Nebraska. dopo è un altra storia un altra musica. Per altra gente.ciao

Nella Crosiglia ha detto...

Anche per questo ELENAMARIA, anche perchè sa parlare direttamente delle nostre vite..sempre!!!
Un abbraccio forte!::))

Nella Crosiglia ha detto...

Rispondo anche al tuo secondo commento ELENAMARIA , che forse hai eliminato , ma io ho nella posta via e.mail..
Non dubito che Bruce abbia salvato la tua vita , perchè è stato il sentiero che ha tracciato la mia!
Bacio grande!::))

Nella Crosiglia ha detto...

Sono lieta di fare piacere a te a al tuo amico caro PIERLUIGI, capita di rado come si suol dire "prendere due piccioni con una fava"...ahahaha
Scusa la "licenza poetica ", ma veramente ne sono felice....
Abbraccio speciale!

Nella Crosiglia ha detto...

Qualcosa in più? Meno male BADIT caro,...
Quando ora scrivo dello zio Bruce, temo sempre di mettere qualcosa in meno....
Bacio!+++++++

Nella Crosiglia ha detto...

Ricordo anch'io gli U2 prima maniera , affabili alla mano, Bono che ci chiamava fratelli, che ci alzava letteralemte in aria durante le sue esibizioni con trasporto e felicità...poi..non ho più visto la stessa spontaneità, ma molta esibizione e ancora poca concretezza..Li ho amati molto, ora sono in stand-by.
Su Bruce il discorso cambia, ho una pausa di riflessione non togliendo nulla all'artista, ma spesso amareggiandomi per un po' "del troppo" che vedo, sento , assisto...
Non ne ha bisogno, ma poi divento concreta e Bruce ha anche molto il senso degli affari, e rifletto che il tempo passa e tutti facciamo un bilancio dei nostri interessi.Chi più chi meno, lui lo fà...
Ma lo amiamo e continuamo ad amarlo.
Bacio speciale VIKTOR!!!!

Nella Crosiglia ha detto...

Non importa ascoltarlo poco o tanto caro il mio MOZ , l'importante è in quel poco che ascolti apprezzarlo almeno un po'....
Abbraccio vacanziero caro amico mio...+++

Nella Crosiglia ha detto...

STEFYP. cara , non proprio tutta credi...ho fatto post su di lui dove la mia anima spuntava in ogni parola, qui sono più concreta e critica ..ma sai con l'avanzare di questo benedetto tempo, si diventa così..ahahah!
Ti voglio bene amica mia!

Nella Crosiglia ha detto...

DOMENICO amorevole, più di così un blogger cosa dovrebbe aspettarsi...
Parole che si aspettano da una vita..
Posso solo dirti GRAZIE GRAZIE e ancora GRAZIE!!!!
Un abbraccio stretto stretto...

Nella Crosiglia ha detto...

FEDERICO caro in linea di massima trovo anche giusta la tua critica e te ne ringrazio.
Ma credi che la vita spesso , molto spesso, non è come un bourbon , ma è come una cicuta che ti consiglia di arrivare correndo in ospedale per salvarti, se lo desideri....
Il bruce di Nebraska era quello di ieri e io lo apprezzo sopra ogni cosa e non ho dimenticato tutto il materiale poi pubblicato e scritto nello stesso periodo.
Quello di oggi ha un'altra marcia , criticabile o meno. Ho fatto altri post su questo e mi sembra , malgrado tutto di non essere stata molto tenera.Anche in questo trapela una critica , in certi punti, non a suo favore...almeno mi sembra....
Un abbraccio amico caro!

silvia de angelis ha detto...

Mega emozioni e toni assai vivaci, nelle meravigliose sequenze del tuo vivere il rock...
Bacioni, silvia

Nella Crosiglia ha detto...

Ma come fai a donarmi queste sensazioni SILVIETTA mia solo commentando un mio post?
Adorabile donna...
Ti stringo fortissimo!!!:::)))

Miaa ha detto...

è sempre un grande che riesce ad esprimere il vero cuore dell america e tutta la sua energia .Musica intramontabile che ha fatto la storia e continua a farla .

sergio celle ha detto...

...di Bruce, ci hai raccontato molto, ma saperne sempre di più, non guasta, perché lui è davvero un grande...abbraccio cara Nellina...

Nella Crosiglia ha detto...

Ha fatto la storia mia cara MIAA di questo non c'è alcun dubbio...
Infiniti ringraziamneti per la tua cortese iscrizione , ne sono felice ...
Ora salvo il tuo blog...
Magica giornata per te..un bacio!::))

Nella Crosiglia ha detto...

E' vero SERGIO caro ..dello zio Bruce , forse ho raccontato anche troppo, ..e spesso mi trattengo........
Vedrò di essere meno partitica.....
TVB e lo sai...+++++++

riri ha detto...

Uno dei tuoi post più belli, conoscere una persona così e saperla descrivere con passione..coinvolge. Mi piace tanto.
Complimenti dolce Nellina, un bacio da noi tutti.

Nella Crosiglia ha detto...

Davvero RIRI è uno dei miei post migliori?
Eppure è quello che su Bruce ho messo meno cuore e più realtà...
Vedi come girano le cose?
Vi abbraccio tutti stretti stretti...a presto!

Adriano Maini ha detto...

Non posso dimenticare che, come con Seeger, contribuisce a ricordare la grande musica popolare statunitense del passato!

Nella Crosiglia ha detto...

Sono ad una pausa di riflessione con il Boss, come nelle migliori coppie..ahahahah..
Contribuisce , contribuisce...
Bacio speciale ADRIANO!

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.