............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

giovedì 8 agosto 2019

Stanlio e Ollio




Chi non li ricorda? Chi non ha mai sorriso alle loro imprese?Ma la loro amicizia fu tutta da ridere?
Questa famosissima coppia compie 100 anni e arriva in una pellicola, poteva mancare tra tanti personaggi portati sul grande schermo in questi ultimi tempi?
Stan Laurel e Oliver Hardy sicuramente mitici, anche se a me destavano sempre una leggera aria di malinconia e sinceramente non erano i miei preferiti. Forse troppo piccola, ma visti anche con occhio più maturo, quella malinconia restava e forse non era sbagliata. Il film infatti non si concentra sul loro periodo dorato, ma sul loro canto del cigno. Delusioni, rivincite, abbracci, litigi, rancori,questo film-commedia, alquanto raffinata direi,racconta una relazione tra due persone che si rendono conto di volersi bene quando capiscono che la loro unione sta per finire.C'è da porsi una domanda, in questa storia quanto c'è di verità e quanto di bugia?Non lo sapremo mai, sta a noi avere un'idea sicuramente non precisa di cosa la realtà ha fatto succedere.
E' eccessivo dire che già negli anni ' 50 il duo era in crisi, invecchiati sicuramente , ma ancora amati dai fans. Stan non aveva problemi economici, mentre Oliver doveva pagare gli alimenti alle due ex mogli..e non è poco!Ma avevano ancora la possibilità di scegliere cosa recitare, tanto da rifiutare una pellicola di un giovane Billy Wilder proprio sulla loro vita. Stan era il cervello della coppia, scriveva i testi, seguiva il montaggio mentre Oliver , appena finito il suo ruolo si dedicava solo al golf.In queste storie  che sembrano così normali, c'è sempre qualcosa che naviga nel torbido, e come sempre si umanizza nella figura del produttore che li pagava con uno stipendio non adeguato. Stan desiderava cambiare il tutto, mentre il suo socio, forse molto per pigrizia , volle restare nelle stesse condizioni girando una pellicola senza Laurel che fu un fiasco pauroso, rimettendo insieme le cose come erano sempre state.Ma la tensione e il nervosismo erano già nell'aria, tanto da farli spesso litigare  a vari party in presenza degli addetti ai lavori, accusandosi uno con l'altro di essere un fannullone o di non aver mai avuto sentimenti di affetto, ma solo una facciata dovuta all'interesse cinematografico. In poche parole la coppia, come tante altre, si stava sgretolando. Pose fine al tutto la morte di Oliver , accanito fumatore e dotato di una stazza di 180 chili che lo portarono ad un infarto fatale..Avevano già in mente un'ultima pellicola , una parodia di Robin Hood,intitolata" Derubiamoli bene", sarebbe stato l'ultimo successo o un flop definitivo. Non lo sapremmo mai. La corda era già molto tesa . Nuovi comici erano all'orizzonte, le loro storie erano state spremute fino all'osso, quale sarebbe stata la novità per farli risorgere?Forse proprio il nulla,malgrado le ultime esibizioni, non certo a livello delle precedenti, Stanlio continuò fino alla morte a scrivere per la coppia, sperando sempre di ritrovare quella verve che li aveva caratterizzato per anni.E questo mi riconduce a quella sorta di malinconia che spesso mi assaliva guardandoli, pensando pure quanto le loro gag sarebbero potute durare.


Non facile a mio avviso interpretarli, necessario studiarne i tempi, considerando poi che la loro presenza  era considerata universale e fuori dal tempo, superando i confini di classe, lingua e cultura. Erano sicuramente amabili visti assieme, adorabili come due bambini evitando di essere banali pur stappandosi di mano gli oggetti o litigando per la voglia di un dolce.Tutti siamo stati bambini e chi non li ama?Non facili interpretarli, di questo ne sono sicura, si deve entrare nella personalità del personaggio, spesso complessa malgrado i ruoli che li portava a lavorare trascurando famiglia e amici, non potendone farne a meno. Giudico questa pellicola un sorta di " Love story" certo non convenzionale, e come tutte le storie d'amore ricca di luci e ombre , che spesso rimangono nascoste vedendo le loro interpretazioni. Ma se riflettiamo , l'essere comici, porta sempre quell'alone di malinconia che la realtà poi ne è piena. Mai visto un comico che sia tale nella vita di tutti i giorni. Forse ne esisterà qualcuno. Se me lo indicate ne sarei felice. Alla prossima!!

26 commenti:

Gus O. ha detto...

Nella, i due non mi hanno mai entusiasmato.
E' una comicità da americani.
Abbraccio.

Tomaso ha detto...

Cara Nella la sai che spesso guardo questi due mattacchioni, un canale tedesco li fa vedere 2 volte alla settimana.
Ciao e buona serata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
Tomaso

Romualdo Roggeri ha detto...

Ciao Nella, figli del loro tempo hanno saputo raccontarlo con ironia senza per questo tralasciare l'essenza culturale e sociale di quegli anni.
Li ho amati da piccolo e rivedendoli oggi, pur non assaporando come allora la comicità, non riesco ad essere indifferente alla loro profondità dove la mimica e l'espressività raccontano più di molte parole.
Sono d'accordo con te, la malinconia traspariva allora come oggi, una velatura di divertente tristezza (se si possono accostare le due cose) dal significato estremamente intimo.
Riguardo al film lo giudicheremo dopo la visione, certo è che non sarà facile girarlo, recitarlo e renderlo universalmente reale.
Grazie per lo spunto e per il ricordo di una coppia che ha fatto la storia del cinema.
Un abbraccio, buona giornata.

Simona [Ciccola] ha detto...

I comici hanno spesso quella vena un po' triste, credo che faccia parte del loro essere. Riescono a far ridere (o sorridere) parlando di cose frivole, ma anche di cose tragiche, non è facile. Non ho ancora visto il film, lo guarderò volentieri.
Un abbraccio

fulvio ha detto...

Ciao Nella,non li apprezzavo particolarmente,la loro comicità era troppo ripetitiva e telefonata.
Un caro saluto.fulvio

Ale ha detto...

Nemmeno io li ho apprezzati... come del resto Fantozzi e altri più attuali. Mi fanno tristezza al posto dell'allegria. Sarò sbagliata io... Un abbraccio Nella.♥

Nella Crosiglia ha detto...

GUS caro non so se sia una comicità americana, ma come hai potuto leggere anche per il mio gusto non mi hanno mai fatto impazzire. Riconosco però la loro importanza nel mondo cinematografico e la difficoltà di fare un biopic sulla loro vita
Abbraccio serale

Nella Crosiglia ha detto...

Caro TOMASO sono contenta che tu li possa ancora apprezzare. La loro comicità è stata rilevante, poi che piacciano più o meno è soggettivo.
Un grande bacio

Nella Crosiglia ha detto...

Sempre generoso e gentile caro ROMUALDO. Si, in effetti ho sempre percepito questo alone di malinconia nel vederli. Difficilissimo per me fare un biopic sulla loro vita, il loro carattere, la loro arte se la riconosciamo.
Grazie ancora per le tue belle parole come sempre.
Un abbraccio serale

Nella Crosiglia ha detto...

CICCOLA mia i comici hanno questo alone di malinconia spesse volte soprattutto nella loro vita reale che poi si percepisce anche nella loro arte cinematografica e teatrale.
Per me la pellicola , molto difficile, è fatta con molta cura.
Bacione mia cara

Nella Crosiglia ha detto...

Tutti i comici mio caro FULVIO, con il tempo risultano abbastanza ripetitivi. Al tempo di questi due comici erano apprezzati moltissimo, anche se io , come ho scritto, non li seguivo con particolare interesse , senza nulla togliere alla loro arte.
Abbraccio serale

Nella Crosiglia ha detto...

No ALE non sei sbagliata affatto ,ci sono comicità più grossolane che possono anche far solo ridere ,ma altre ,considerando anche il tempo trascorso che possono metterti addosso un filone malinconico .
Bacio della sera

Alligatore ha detto...

Purtoppo non siamo riusciti a vedere ancora quel film, ma concordo in pieno con te sulla malinconia che ispiravano i due, come, forse, tanti grandi comici (penso, tra i più recenti Paolo Villaggio).

Franco Battaglia ha detto...

Film fantastico, che però ho apprezzato maggiormente in lingua originale, alla Festa del Cinema di Roma; mi ha comunque emozionato la loro storia, il loro "essere" dietro le quinte, le liti, i problemi, le malattie, l'amicizia prima del lavoro, l'essersi apprezzati fino in fondo, nonostante tutto... ;)

Pietro Sabatelli ha detto...

Non fu una vita facile la loro, però ci hanno comunque regalato pellicole fantastiche e divertenti, e questo biopic spero presto di vedere ;)

Fioredicollina ha detto...

A mio marito fanno molto ridere e sarebbe una buona idea andare al cinema a vedere qst pellicola anche xke c e fresco al cine...anche a me piacciono anche se in fondo anche io avverto quella malinconia che tu dici...brava Nella sai cogliere sempre i lati pasicologici e mi piace anche x questo leggerti.

Nella Crosiglia ha detto...

Si ALLIGATORE caro un biopic da vedere e concordo come la malinconia di molti comici traspare nelle loro interpretazioni, senza parlare della loro vita privata (a me viene in mente sempre il grande Totò)
Sono certa ci commuoveremo questa volta
Buona stellare notte

Nella Crosiglia ha detto...

Tu caro FRANCO hai avuto la fortuna di vedere proprio la produzione che doveva essere vista ottenendo un successo strepitoso e una mancata convocazione agli oscar. Gran peccato
Bacione stellare

Nella Crosiglia ha detto...

PIETRO caro spesso ci soffermiamo alle apparenze non pensando poi cone i realtà possa realmente essere la vita degli interpreti e quanta fatica costava loro quell'interpretare la gioconda ilarità che ci arrivava
Curiosa di leggere la tua approfondita recensione
Notte piena di stelle ..almeno speriamo

Nella Crosiglia ha detto...

FIORELLINO mio sempre generosa con me .Grazie...a me hanno dato spesso questa sensazione ....vi consiglio di vederlo anche se la pellicola si sofferma sulla parte più difficile della loro vita.
Un abbraccio pieno di stelle

Farfalla Legger@ ha detto...

Ma io, a differenza dei tuoi commentatori, li ho sempre amati. Infatti ho parecchie video cassette di loro film. Vero che la comicità nasconde un velo di malinconia ma io non l'ho mai provata, forse loro sì. Mi piace la comicità pulita, non volgare come quella di oggi. E poi, confesso candidamente, che io rido già di mio (ho la ridarella facile) e vedendo loro spesso rido con le lacrime. La tua è una bella recensione di un film revival ma io preferisco ricordarli come erano loro. Abbraccio sempre tutto per te. TVB siempre😘

Maura ha detto...

Ciao cara Nella, hai ragione..quando ero piccola li guardavo felice ma mi ha sempre fatto un poco di 'pena' il caro Stan ed ora scopro che era lui la testa pensante del duo.
Nello stesso periodo guardavo Buster Keaton e questo era ancor più triste nella sua comicità, la riflessione poi mi porta ai nostri tempi e ad un mostro sacro come Paolo Villaggio.
Effettivamente, pur sembrando assurdo, tutti i grandi personaggi interpretati dai vari comici nascondono (nemmeno tanto...) una profonda tristezza.
Buona domenica pomeriggio, a presto!

Nella Crosiglia ha detto...

FARFALLINA mia , molto spesso la comicità che noi vediamo sullo schermo nasconde molte altre sfumature del nostro carattere.Mi fa piacere che a te abbiano sempre fatto ridere, io non li ho seguiti tantissimo ma quel filone di malinconia mi arrivava al cuore. Non per ultimo esempio prendiamo il grande Totò
Buona domenica sera mia cara

Nella Crosiglia ha detto...

si MAURA cara proprio così, sembra impossibile, ma hanno sempre quel filone di tristezza, soprattutto nella loro vita reale che li accomuna. Guardiamo ToTò, guardiamo Verdone. Dopo tutto sono esseri umani pure loro.
Abbraccio serale

RobbyRoby ha detto...

Ciao Stalio e Olio….quanti ricordi. Mi piaceva guardare i loro film.

Nella Crosiglia ha detto...

Ne sono felice ROBBYROBY ridere è una delle cose più sagge del mondo
Bacione notturno