............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

lunedì 23 marzo 2020

Marcello



Sentite miei cari , non me la sento proprio di parlare , ripetere , commentare su  questo virus che sta irrompendo nel mondo, non ho voglia di esprimere le mie idee giuste o sbagliate che siano, e allora scusatemi con sforzo parlo d'altro.  E mi affido ad un grande della nostra cinematografia Marcello Mastroianni.L'ho molto stimato, l'ho sempre considerato un uomo particolare, un attore italiano forse tra i più bravi, famoso ovunque, mentre dava l'impressione si stupisse del successo che aveva oltre i confini italiani.A mio avviso sapeva recitare anche con solo l'espressione dello sguardo, sicuramente cosa non comune e non facile. Uomo affascinate , uomo che ha saputo fare innamorare molte star internazionali come Catherine Deneuve  , stupito nelle loro prime conoscenze che gli fosse riservato sempre un posto come capo tavola. Curioso vero? Con tanto successo in Italia , perchè spesso sceglieva di lavorare all'estero? Con tutta sincerità dichiarava che quando le sue tasse incominciavano a pesargli, era più pagato, quando le sue famiglie(perchè ne aveva più di una )pesavano sul bilancio. si allontanava, semplicissimo guadagnava di più e non aveva paura ad ammetterlo. Sarà stata la verità, non ne siamo sicuri , ma così si confidava. Negli ultimi anni aveva cominciato a bere , le sue mani incominciavano a tremare, e questo è un chiaro sintomo che l'alcool era in eccedenza.
 Eppure era un personaggio diretto dai più grandi registi, fare l'elenco sarebbe forse inutile penso che tutti potete ricordarli, forse non sapendo che anche da bambino era stato diretto anche da De Sica.
Tanto cinema ma tanto teatro, , ricordate anche le commedie musicali come " Ciao Rudy" interpretando Rodolfo Valentino, personaggio mica facile per molti. Non ha mai pronunciato la parola vecchio con il trascorrere degli anni, diceva solo si sentiva più anziano, anche se confessava che da giovane un uomo di 60 anni per lui era un  uomo da traguardo finale, ma lavorando senza sosta  in più di 170 pellicole , la vita  gli passava davanti senza che se ne accorgesse , quindi l'aveva ben riempita e si riteneva fortunato. Mi piace citare di lui " Una giornata particolare"del regista Ettore Scola, personaggio difficilissimo trattato con delicatezza ed intensità, pellicola candidato all'Oscar come migliore attore protagonista nel 1977. Non dimentico la scena , forse perchè legata alla danza , dove insegna la rumba alla grande Sophia Loren in una casa di periferia con la musica di Trovaioli.
 Era nato a Fontana Liri in provincia di Frosinone, nel settembre del 1924, morì a 72 anni a Parigi per un tumore al pancreas  e da questo non c'è nessuna speranza. Il cinema mondiale aveva perso un grande attore, aveva vinto moltissimi premi e forse ne meritava di più. Come tutti gli attori ma specialmente i comici,  aveva una grande malinconia ed una grande incertezza sul futuro. Nei suoi discorsi il futuro era sempre presente, ma lasciava correre tra un amore e l'altro , ricordiamo anche quello con Faye Dunaway, e sembravano sempre gli ultimi questi amori, sembravano duraturi perchè pieni di passione, ma poi finivano, restava solo il ricordo della sua bambina Chiara ora donna fatta, della sua prima ed unica moglie Flora Clarabella con la figlia Barbara, conosciuta a teatro, con la quale ebbe sempre rapporti cordiali. Negli ultimi anni si legò alla regista Anna Maria Tatò che lo accompagno' fino alla morte,compagna discreta e sempre in sordina. Quante cose si potrebbe ancora scrivere , ma concludiamo così, sono sicura lui avrebbe apprezzato, non amava i ricordi ridondanti.
Non so io trovo giusto finire qui , avendovi sempre nel mio cuore in questo momento di vita imbarazzante.

14 commenti:

Gus O. ha detto...

Mastroianni? un grandissimo.
Abbraccio Nella.

Sfinge ha detto...

Mi piaceva molto Mastroianni: un grande attore ed un uomo di grande fascino. Buongiorno Nella: credo faccia bene cambiare argomento ogni tanto. Grazie.

Romualdo Roggeri ha detto...

Ciao Nella, ciò che succede in questi giorni lo vediamo con i nostri occhi, a parlarne sono già in molti (probabilmente troppi e spesso senza le dovute competenze, visto la delicatezza dell’argomento) ben venga dunque chi vuole aprire una finestra e affacciarsi su un paesaggio più ampio.
Come sai non sono un grande conoscitore e appassionato di cinema, posso solo dare la mia “visione” distaccata di un grandissimo attore che ha tracciato un solco fondamentale nell’infinita costruzione della storia della cinematografia.
Ho sempre pensato a Mastroianni come ad un alieno, una presenza tangibile ma al contempo fuori dai canoni usuali, le sue “apparizioni” nei film di Fellini hanno segnato il mio punto di vista, ho sempre trovato Fellini e le sue opere particolarmente indigeste (col tempo ho rivisto alcuni suoi film per capire cosa non mi piaceva ma non l’ho mai capito, ma questo è un mio problema) l’impressione è che Mastroianni nei film di Fellini fosse la pennellata geniale in un quadro surrealista dove il mio sguardo distratto non mi permette di comprenderne il senso, sempre che qualcosa di surreale abbia un senso.
Come sempre rendi interessante l’argomento che tratti, indipendentemente dai gusti e dagli interessi personali, spesso sono queste le occasioni per approfondire ciò che conosciamo solo marginalmente, è in questo modo che nascono nuove passioni.
Grazie, un abbraccio.

Tomaso ha detto...

Cara Nella, lasciamo da parte le parole inutili che si scrive del virus.
Credo proprio che parlare del grande Marcello sia molto meglio!!!
Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
 Tomaso 

silvia de angelis ha detto...

Un indimenticabiledel nostro cinema, che ricordiamo tutti con affetto!
Un abbraccio carissima, silvia

n.b.condivido il tuo articolo sulla mia pagina facebook

Pietro Sabatelli ha detto...

Mai apprezzato nella sua giusta misura (quello di un grandissimo), mi vengono in mente molti suoi film, ed è comunque uno degli attori, se non l'attore italiano più grande di sempre ;)

Bobby Han Solo ha detto...

Da me sul mio blog ho fatto un paio di post sul Coronavirus sperando di sensibilizzare tutti che è l'importante starsene a casa. Ma se uno è testa di pazzo sarà sempre testa di pazzo. Per cui preferisco anch'io parlare d'altro sul mio blog ed è per questo che vengo anche a farti visita, perché molte volte ci troviamo di parere concorde su vecchi film che mi piace ripescare.
Su Mastroianni? Ovviamente lode e gloria a lui e alla sua carriera ben meritata.
Buona serata Nella.

Nella Crosiglia ha detto...

Abbraccio forte Gus, concordo pienamente

Nella Crosiglia ha detto...

Penso faccia bene cara SFINGE, siamo bombardati da notizie che ci lasciano alquanto perplessi..Parliamo d'altro non fa male!
Bacio serale

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie a te ROMUALDO come sempre , per le tue risposte. Capisco che a molti il surrealismo di Fellini non sia gradito, spesso il surrealismo stesso è difficile da capire. Mastroianni era veramente la pennellata giusta per farci entrare più facilmente nel suo mondo.
Uno speciale abbraccio e grazie per le tue parole

Maria Brentegani Portugalli ha detto...

Un grande attore veramente vara Nella!
Grazie per avercelo ricordato.
Un forte abbraccio affettuoso in attesa di tempi migliori
Maria

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie dolce MARIA, auguriamoci veramente tempi migliori ne abbiamo bisogno..
Un bacio speciale e felice notte

Pirkaf ha detto...

Nella spero tutto bene, un abbraccio!

Nella Crosiglia ha detto...

Mio caro PIRKAF, si tenta di non pensare troppo, di non allarmarsi, di andare avanti e che tutto finisca nel miglior modo possibile. Un abbraccio forte