............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

sabato 29 maggio 2010

PETER IL SALVATORE

Peter il salvatore, d'altronde il nome è abbastanza profetico.... Quando io scrivo sul suo blog, lo apostrofo sempre come l'arcangelo Gabriele!!!!

Torniamo indietro nel lontano 1988, anno del famosissimo Human Rights di Amnesty International. Evento di fama mondiale, dove tutti i maggiori cantanti vi avevano partecipato. Parlo di nomi, come Sting, Bruce Springsteen, Peter Gabriel, U2, Tracy Chapman, Yossun' Dour etc etc..la band si arricchiva sempre a seconda del luogo dove si teneva il concerto. Chiamarlo concerto forse è ridicolo, perchè l'inizio, più o meno, era alle ore 15 e si arrivava all 2 o 3 del mattino successivo. Un 'apoteosi! Quando questa meraviglia fece tappa a Torino, si doveva cercare un rappresentante italiano che, oltrettutto, cantasse gratis.

Si interpellò Vasco Rossi, Renato Zero, Gianna Nannini, e pochi altri che potessero rappresentare il rock italiano, ma l'unico disposto, con infinita umiltà, fu Claudio Baglioni. Apro una piccola parentesi. Io non ho nulla contro Claudio, gusti personali a parte, ma cosa c'entrasse con il R&R, me lo sto chiedendo ancora ora. Un caldo infernale, una bolgia indescrivibile, per pietà passavano ad intervalli gli idranti d'acqua fresca per bagnarci vestiti, ma dopo due secondi , eravamo asciutti come panni al sole....I cantanti erano tutti molto casuali, i soliti jeans e maglietta, a parte una strana performance di Sting allora biondo capellone, vestito da damerino bianco e rosso che scopava il palco ( ma nella vita privata è solito a stranezze del genere), insomma solo una fugace apparizione.... Ad un tratto compare sul grande palco dello Stadio Comunale di Torino Baglioni, con un completo grigio topo, composto da camicia bianca, gilet, giacca e calzoni, mi sembra ovvio...Un rumorio sinistro aumentava dalla folla e qualche palla fatta di carta di giornali si levava nell'aria...Incominciò a cantare "passerotto non andare via..." che dopo "chimes of freedom" non mi sembrava la canzone più adatta.

Le cose peggiorarono, le palle di carta venivano pressate nell'acqua e tirate come bombe contro il palco e potete immaginare che se uno ne fosse rimasto colpito, la cosa migliore era portarlo in infermeria....!Incominciarono a volare cartelli non proprio benevoli nei confronti del povero Claudio, come ad esempio " Claudio Baglioni non ci rompere i c..." ed un certo malumore serpeggiava tra la folla. Il poveretto sul palco aveva incominciato ad indietreggiare ed a togliere , tanto per essere un po' più consono all'ambiente , la giacca, ma c'era l' Eurovisione e lo spettacolo diventava veramente indecoroso, ma...miracolo....Ecco apparire all'improvviso l' arcangelo Gabriel che fece togliere anche il gilet al buon Claudio ed intonarono insieme una delle canzoni del poverino (sinceramente non ricordo quale), perchè in quell'attimo non sapevi se ridere o piangere..... tutto sommato , il povero Baglioni si era offerto gratis.....

Il pubblico, la marea, l'invasione...magicamente si zittì, il duetto fu curioso ed interessante.... e la magia della serata continuò. Il salvatore Peter aveva compiuto uno dei suoi miracoli! La tragedia fu , che dopo questa esperienza , il povero Claudio stette quattro anni senza cantare in pubblico, per tornare poi, per la delizia delle sue fans, più in forma che mai...Potenza dei miracoli........Smakkone a tutti!!!


6 commenti:

Antonella ha detto...

ti dirò..... anch'io mi sarei unita al gruppetto con il cartello.... ma dai.... come si fa ad inserire il "passerotto" tra queste belve del rock? Baglioni avrebbe potuto anche scegliere una canzone un pò più movimentata invece del solito "passerotto" che, almeno per me, è un tormento cerebrale!!! Avrei preferito Vasco Rossi o Ligabue.... senza dubbio alcuno! Peter è stato un bravissimo angelo.... ma accanto a Baglioni non riesco proprio ad immaginarlo! Grazie, Peter.... e un bacio a te dolce Nella!!!

nella ha detto...

Ciao sorellina mia...Devi pensare che l'organizzazione aveva chiamato cantati italiani più consoni a tale evento, ma la riposta era stata negativa! Solo il povero Baglioni con coraggio, devo dire ....aveva affrontato l'arena! E' indubbio che il genere delle sue canzoni stonava nel contesto e sentirsi dire " passerotto" in quel momento, era semplicemante ridicolo...Ma tutto passa e si dimentica o si ricorda...Una dolce festività a tutte voi , mie care!

Lu ha detto...

Anche se magari non centrava molto, almeno ill pubblico avrebbe potuto essere meno cafone!
Complimenti Nella, sembra di leggere gli articoli di una rivista del settore.
Un bacio ad entrambe.

nella ha detto...

Grazie Lu, sei troppo generosa con me. In effetti per un lungo periodo ho fatto questo lavoro, e , quando la salute me lo permette, ho ancora qualche artista preferito da "scorticare" con le mie critiche......Sono d'accordissimo con la tua osservazine. Lasciamo da parte i gusti personali, ma Baglioni è stato l'unico che si era offerto gratis per questo evento. Gli altri, senza la promesssa di una " lira " non si sono presentati! Un grosso bacio!

Paola ha detto...

Ma sai che non conoscevo questo fatto???
Perbaccolina devo tenermi informata dalle tue news... hehehehehe
Cmq... tornando a bomba capisco il pubblico che gradiva qualcosa di ben più ecclatante... ma bisogna anche capire che il "povero" Claudio si è presentato "a gratissssssss"!!!
E poiiiiiiii!!!!
Il mitico ha messo lo zampino... et voila!!!
Ciao dolcissima Nella scusami se ti ho trascurata in questo periodo... ma sono troppo presa dal lavoro... trq che recupererò :-)))
Per ora ti lascio una buona giornata con un bacione mega!!!

nella ha detto...

Paoletta cara, ma se sei una delle più assidue lettrici, quale trascurata? Mi fa sempre piacere leggere i tuoi commenti, molto arguti...spero di esserne sempre all'altezza e di continuare ad interessarti! Con tanto affetto ....

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.