............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

lunedì 2 maggio 2016

Piccole cose



Risultati immagini per daniele silvestri gazzè fabi co copyright




Vi assicuro non lo conosco molto e allora vi chiederete perchè ne parli? Perchè mi è stato tanto raccomandato questo suo ultimo lavoro da colleghi, conoscenti,amici e  mi sono fatta convincere e ho ascoltato "Una somma di piccole cose" all'inizio con leggerezza , senza dare troppa importanza,per curiosità, anche perchè come ben sapete non ascolto preferibilmente molta musica italiana e spesso mi convinco di fare male. Chissà l'abitudine, forse sono stata assunta per la musica straniera, per questo rock che mi sta sempre nel cuore, ma mi accorgo anche di trascurare prodotti che vale la pena di essere presi in considerazione. Voi avete ascoltato questo album che forse seguito come primo ascolto può essere usato come sottofondo mentre lavorate, o "cazzeggiate" un pochetto, o distrattamente mettete su qualcosa tanto per...Fisicamente è un cd leggero , solo otto canzoni no un grande sforzo, interamente suonate da lui Niccolò Fabi, immerso completamente nella campagna romana.Come spesso la campagna ci accompagna a stilare poi cose pregevoli, spesso miracolose, e proviamo quanti musicisti si rintanano proprio tra le verdi valli per trovare l'intesa migliore per la loro ispirazione, musicisti noti, notissimi, e anche molto meno conosciuti. Ammiriamo tanto per cambiare la copertina del disco che non è niente male tra prati e boschi verso l'infinito, divisa tra il verde e l'azzurro del cielo, contaminata da poche nuvole.Eppure proprio la copertina è la degna presentatrice di tutto l'album: canzoni leggere, pensate in solitudine ma allo stesso tempo profonde. Si parla di cose vicine e lontane da noi, di alienazione e autenticità, di natura e di metropoli. Quindi possiamo trovare due soluzioni: " o prendiamo un bell'asteroide per ripartire da zero o scegliamo una somma di piccole cose". Pensiamoci un pochino bene,guardiamo la realtà che ci circonda " la macro"con le ingiustizie, il terrorismo, gli emigranti a quella "micro" con l'individualismo , il qualunquismo, la non comunicazione, venendo alla conclusione che le cose che ci stanno intorno si mettono male. Si può sempre mettere la testa sotto la sabbia,o far buon viso a cattivo gioco e si può vivere, con un eufemismo, bene lo stesso. Niccolò per vivere almeno contento di far parte di questa terra,adotta la filosofia dei piccoli passi, le canzoni devono stuzzicare il pensiero, ognuno dovrebbe chiedersi cosa può o non può fare. Ma quanti di noi lo fanno e se si, è la scelta giusta?Si preferisce aderire ad una disillusione generale o immaginare una possibile rivoluzione? Anche Daniele Silvestri nel nuovo album " Acrobati" parla della stessa cosa e questa armonia è arrivata dopo il loro debutto come trio insieme a Max Gazzè che ha alimentato la forza e la conferma di una carriera non sprecata condita con il sapore della credibilità.Il verbo costruire ricorre spesso nell'intercalare di Fabi. Costruire con il tempo, con calma, presentandolo così com' è nelle sue canzoni. E questo ce lo potranno meglio spiegare i fans più accaniti. Nell'album , come previsto, si parla spesso di natura,in contrapposizione di una urbanizzazione selvaggia, senza anima, con luoghi di aggregazione  non più luoghi e con uomini che diventano non uomini. Si perde l'umanità, cosa che lui non ha perduto, lo si vede dalla sua allegria e cordialità, lo si percepisce dalle parole che usa semplici, non altisonanti come occhi, sogno, speranza,passi, parole che si sentono tutti i giorni..chissà forse hanno anche il potere di rassicurarci, fanno parte del quotidiano , non ci aggrediscono, ci fanno anzi ben sperare per un presente sostenibile.
Soddisfiamo le nostre necessità senza depredare, senza fare terra bruciata, perchè un futuro possa sempre esistere. Anche a livello di sentimenti , di affetti quello che poi ci conduce ad un modo di vivere gioioso, ad uno stato d'animo vitale, essere vita per creare valori. Ed è per questo che Niccolò Fabi sostiene di non avere scritto questo album , ma di averlo fatto come un artigiano che a opera finita , ha trovato la sua conquista.
Fidatevi chi lo ascolterà con un po' di attenzione ne verrà a piccole dosi conquistato e dopo essere arrivati all'ultima canzone si avrà l'idea di avere tra le mani qualcosa di prezioso. Si sa...sono le piccole cose che fanno poi le grandi!

41 commenti:

Batù Simo ha detto...

ma quanto è bella e soprattutto vera la tua ultima frase Nella cara! (non sono sparita eh? tra dieci cicli di trazioni... vedi mai che riesca davvero finalmente a venire a trovarti (un paio di mesi ancora..)baci baci

Mariella ha detto...

Non sono mai riuscita a fermarmi quel che era necessario per apprezzare Fabi. Forse non ho la sensibilità giusta. Ho ascoltato la tua anteprima, bella, ma c'è sempre qualcosa che scivola via...
Un abbraccio amica.

Betty ha detto...

Ciao Nella, a me piace moltissimo Niccolò Fabi, io al contrario di te preferisco ascoltare la musica italiana, mi innamoro innanzitutto delle parole prima della ritmo, e in quelle inglesi non ci sapisco nulla...
Grazie per quest'anteprima :-)
Un bacione e una dolcissima serata cara.

Betty ha detto...

Ops... "capisco nulla"

Granduca di Moletania ha detto...

Ho sempre sospettato che Nicolò Fabi fosse un raccomandato. Ma chi te lo ha raccomandato? Cara Nella; spifferaci il nome di questo "spingione" di cantautori.
Comunque anch'io continuo a preferire la musica straniera, soprattutto quando cazzeggio (quindi praticamente ascolto musica tutto il giorno).
Anche se, a dire il vero, l'ultimo LP l'ho acquistato nel lontano 1982: dopo "Combat rock" e lo scioglimento dei Clash, in Moletania ho vietato l'importazione di prodotti musicali. Qua i CD li vendono solo al mercato nero.
Noterai che, come al solito, sono rimasto fedelmente ancorato all'argomento del post. Ma cosa ci vuoi fare? Chi nasce tondo non può morire quadrato, o viceversa.

Un abbraccio.

Paola Baronio ha detto...

non l'ho mai amato molto, al contrario di Silvestri che adoro, ma me ne han parlato bene anche a me di questo suo ultimo album..
Bellissima la tua frase "Soddisfiamo le nostre necessità senza depredare, senza fare terra bruciata, perchè un futuro possa sempre esistere." potesse essere vero per tutti....

silvia de angelis ha detto...

In linea di massima, a parte qualche rara eccezione, preferisco brani stranieri...
Un abbraccissimo, Nella,silvia

Tomaso ha detto...

Cara Nella, come lo avevo già detto ha me piace ascoltare la musica italiana, e pure le canzoni italiane, forse è perché l'inglese non lo capisco.
Sono di vecchio stampo e le parole delle canzoni me le assaporo profondamente.
Ciao e buona giornata cara amica.
Tomaso

Nella Crosiglia ha detto...

Che cosa ti era successo adorabile BATU con queste trazioni
? Spero nulla di spiacevole, ma tutto passeggero..Ti aspetto eccome, con immensa felicità!!!!
Si, le piccole cose sono importanti , peccato che non riusciamo spesso a vederle e come conseguenza a costruire poco!
Bacio specialissimo!

Nella Crosiglia ha detto...

E' quello che spesso io penso , perchè non riesco a soffermarmi più di tanto spontaneamente su di un lavoro italiano, a parte i miei preferiti?
Mi avevano parlato molto di questi due nuovi album sia di Fabi che di Silvestri. E alla fine li ho ascoltati. Devo dire che i testi hanno un significato preciso e concreto, poi uniti alla musica se li devi seguire, a mio modesto parere dopo due canzoni si perdono. Ma questo è gusto personale. Perdonatemi!
Bacio super MARIELLINA

Krilù ha detto...

Le canzoni sono fatte di musica e parole e talvolta ci sono canzoni che sono vera poesia; forse è perchè non capisco l'inglese che io, al contrario di te, preferisco ascoltare canzoni italiane, salvo qualche eccezione.
Un abbraccio e un sorriso per te Nellina cara.

Nella Crosiglia ha detto...

Capisco anche questo rovescio della medaglia cara BETTI, perchè si desidera di solito capire ciò che si ascolta, anche sa la musicalità della lingua italiana si perde con le note purtroppo. Ed è un bene che spesso il testo inglese non venga capito, altrimenti altro che " ciofeche" ma entra al meglio nella ritmica e nel rigo musicale. Piacere che tu possa apprezzare Fabi,molto felice.
Ti stringo forte

Nella Crosiglia ha detto...

ahahahah....ma la prima cosa che mi ha fatto sussultare come ogni volta che ti vedo nel blog, è la tua presenza amorevole GRANDUCA..
Come la tua ancella può dimenticarti, ma come ..dimmi??!! La mia premessa al post è identica alla tua, ma spesso mi si indica come esterofila e in effetti parlo sempre più di musica straniera che di quella italiana. Non è che mi faccia condizionare da una persona in particolare per scrivere un pezzo, ma sento spesso in redazione parlare di questo e di quello, e vista che è divisa in settori( la redazione) sento, contesto , curioso e scrivo.
Le opinioni devono essere diverse adorabile, altrimenti io cosa ci sto a fare ?
Ti stringo forte assieme alla tua dolce tribù..quando torni , quando mi venite a trovare? Domande vane lo so..ma io tesso la tela e aspetto..
.......

Nella Crosiglia ha detto...

E' vero PAOLA mia, purtroppo per nostra soddisfazione dinventiamo lupi famelici, soldati di ventura che desiderano il guadagno facile a scapito del giusto e del meglio ..e allora che fare? Difficile risposta..si migliorerà..??!!
.Fabi lo spera , ci prova , ma la vanità prevarica sempre..
Bacionissimo mia cara e buon pranzo!

Nella Crosiglia ha detto...

Mi allineo al tuo pensiero dolcissima SILVIA, anche perchè la musicalità è diversa, salvo rare eccezioni. La nostra lingua è melodiosa, ma parlando, per inserirla in rigo musicale diventa spesso prolissa e disarmonica, a meno che non si adotti il latino , ma non mi sembra il caso....
Bacio soave Silvietta mia!

Nella Crosiglia ha detto...

Ti capisco TOMASO mio bello, ma purtroppo la musicalità ritmica è più portata verso la metrica inglese e spesso meno male che non si capiscono le parole...
Indubbiamente capire il testo è di importanza rilevante..
Buon pranzo caro amico mio e un bacione!

Nella Crosiglia ha detto...

KRILU' cara, non sono affatto contraria alla canzone italiana, è che per lavoro sono stata indotta verso la canzone straniera e per lo più rockettara. Come conseguenza ascolto più questo tipo di musica. Ma tu che sei una delle mie più assidue commentatrici, cerco di spingere anche altri generi musicali mi sembra giusto e capisco che capire un testo sia piacevole e meritevole spesso. Musicalmente e tecnicamente parlando l'inglese ha il vantaggio della metrica che si addice al rigo musicale. E questo è un vantaggio pure quello di non capire a volte le parole..altrimenti ....guai a chi l'ha scritte!
Buon pranzo adorabile e un bacione forte!

Alessandra ha detto...

Non l' ho mai amato, però proverò a seguire il tuo suggerimento. Le tue parole sono sempre sagge e condivido molto il tuo ultimo pensiero
Bacioni
Alessandra

Marco Grande Arbitro ha detto...

Nicolò Fabi mi è sempre piaciuto... Nonostante tutto quello che gli è successo, ha sempre un sorriso sulle labbra.

Granduca di Moletania ha detto...

Ancella, ti posso dire che il blog della Moletania è tornato in funzione. Non chiedermi il perchè e nemmeno il percome. All'improvviso ho sentito un gran casotto, mi sono svegliato e ne ho sentito la necessità.
Tutto quà.
Tranquillamente, senza troppe fisime, con parsimonia, ma sono ritornato attivo; e passerò più spesso a trovare gli amici.

Un abbraccio.

Nella Crosiglia ha detto...

ALESSANDRINA mia, ti ringrazio della tua fiducia.Io ho solo espresso un parere sull'ultima fatica di questo cantante.E' il mio lavoro e devo spaziare un pochino tutti i campi, spesso anch'io scrivo post di artisti che mi toccano l'anima e su altri che mi possono anche lasciare indifferenti.
Sentire questo cd non fa male, non è un capolavoro, ma a mio avviso alcuni testi sono molto veri.
Ti stringo forte dolce amica mia.

Nella Crosiglia ha detto...

Sono contenta che almeno qualcuno sia favorevole a questo autore, veramente contenta ..
Grazie MARCOGRANDEARBITROGIORGIO, un bacio!

Nella Crosiglia ha detto...

GRANADUCA mio, non sai la felicità e il rammarico che tu non me l'abbia detto prima.
Sai benissimo che molti amici di un tempo sono volatizzati, ma la vita è anche questa, gente che va e gente che viene , anche se spesso chi sparisce e ti ha lasciato un segno , non si dimentica.
Felicissima e devotissima, la tua ancella di sempre!

Sontyna ha detto...

Mi fa piacere questa leggerezza, questa "rinascita" di Fabi. Quando l'ha colpito la tragedia della morte della sua piccola bimba, pensavo non avrebbe più cantato.
A me lui piace ♥

Nella Crosiglia ha detto...

Sono molo felice che tu lo abbia un po' a cuore SONTYNA soprattutto per la vita ingiusta che ha dovuto sopportare. E in queste impreviste svolte che dobbiamo accettare e spesso uccidono la nostra interiorita', fa bene all'animo scoprire una persona che non ha perso le speranze e si affida ancora alla via stessa che gli ha tolto molto!
Grazie amica mia, un bacio grande!

Silvana Planeta ha detto...

Nellina bella, eccomi di nuovo tra voi!!! Ogni tanto sparisco per un po', ma poi la necessità di ritornare si fa sentire... Grazie della lezione di vita odierna, sei un mito!

lory ha detto...

piace molto anche a me ed ho potuto vederlo dal vivo al concertone del 1 maggio a taranto!!! Un abbraccio lory!

Glò ha detto...

Non mi dispiace Fabi, lo trovo coerente e onesto. Non seguo molto il panorama italiano, ma mi capita di ascoltare ciò che è in circolazione. L'ultimo singolo, Ha perso la città, è molto bello!
Ciao Nella, un abbraccione ^_^

Nella Crosiglia ha detto...

ahahaha..io un mito ..ma quanta generosità..che piacere rivederti!
Grazie delle tue parole , della tua presenza , di esistere..
Bacissimo SILVANINA!

Nella Crosiglia ha detto...

Ne sono felicissima cara LORY, in mezzo a tante critiche , qualcuna positiva tira su il cuore!
Bacio solare!

Nella Crosiglia ha detto...

Detto da te mi consola non poco cara GLO'..Scrivo raramente musica italiana , è vero , spesso mi rimprovero da sola, ma sono stata " istruita" per il rock ruvido, ma non devo assolutamente disdegnane il tutto..Quindi...
Trovo certe canzoni di Fabi dotate di parole magari banali, ma messe in maniera tale da esprimere concetti profondi!
Grazie tesoro caro, un bacio!

keypaxx ha detto...

Non lo conosco molto nemmeno io, al contrario di Gazzè che invece seguo con piacere da anni, ma il tuo post ha contribuito a impreziosire la sua arte: merito da non sottovalutare.
Un sorriso per la settimana.
^___^

Layla ha detto...

Ciao Nella, mi sei mancata cara!
Io non l'ho mai ascoltato, conosco solo le canzoni più famose... Però è bravo e su uesto non c'è dubbio! Ti abbraccio forte

Layla

Anna Bernasconi ha detto...

Mi capita spesso di parlare dell'importanza delle "piccole cose"...
Sento passare il singolo alla radio negli ultimi giorni e non mi piace del tutto ma un po' m'incuriosisce e visto che mi tenti anche tu quasi quasi provo a scoprirne di più.
Ciaociao!

Nella Crosiglia ha detto...

Ciao caro KEYPAXX.. ti rispondo velocemente da Mantova...questa è stata una sorpresa , ma devo seguire Mengoni..e dovevo fare solo Genova...Un cantautore da ascoltare almeno una volta..
Sorriso a denti stretti...serale!

Carmine Volpe ha detto...

non è tra i miei preferiti ma lo ascolterò con più attenzione dopo la tua recensione

Nella Crosiglia ha detto...

LAYLA mia, dovevo fare solo Genova e mi hanno invece spedito a Mantova..ma che bella sorpresa...mi sei mancata anche tu...
Bacio serale a e a prestissimo!

Nella Crosiglia ha detto...

ANNA mia cara ascoltalo almeno una volta , non male , soprattutto le parole..Scrivo di fretta , perchè da Genova come pacco postale mi hanno mandato a Mantova per continuare a seguire Mengoni,....
Bacio serale!

Nella Crosiglia ha detto...

Grazie CARMINE per la tua fiducia, ascoltalo per curiosità...i testi non sono affatto male...
Scusa la fretta ma da Genova mi hanno spedito a Mantova per Mengoni,che bella sorpresa!!!!
Un abbraccione serale

Pamela ha detto...

Ciao Nella!!
Sinceramente preferisco Daniele Silvestri, lo trovo più spiritoso, a volte geniale. Anche Gazzè ha un suo perchè e qualche perla l'ha tirata fuori (mi colpì molto "Il solito sesso" che portò qualche anno fa a Sanremo). Niccolò Fabi invece mi annoia un po'.
Buon weekend!

Nella Crosiglia ha detto...

Sai che non sono molto introdotta nella musica italiana PAM, anche se la sento e recensisco i concerti più vicini alla Liguria..Mi ha colpito la semplicità delle parole del nostro Niccolò, che ricordo sempre purtroppo come una persona di grande forza fisica e psichica dopo la disgrazia della figlioletta...
Bacio bellezza!

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.