Lettori fissi

Dall'amore spesso non nasce la musica,

ma dalla musica spesso nasce l'amore!....


mercoledì 22 ottobre 2014

Ciao Malcolm....


Triste notizia veramente , anche se si vociferava già da molto tempo..impietosa per gli amanti del gruppo e mi riferisco agli AC/DC storica band internazionale, che ha ormai perso inesorabilmente il suo chitarrista Malcolm Young , malato di demenza senile conclamata ed irrecuperabile.
 Ora i perbenisti diranno che era da prevedere questa triste fine con tutte le sregolatezze del caso..ma chi non ha peccato in questo campo dell'arte scagli la prima pietra, perchè veramente i rappresentanti dovrebbero essere tutti ricoverati!!!
Si è stentato a dare la notizia della malattia, ma la famiglia ha confermato il tutto purtroppo.Ormai il chitarrista storico è ricoverato in una clinica e la malattia neuro-vegetativa gli ha già compromesso l'uso della memoria. Young non suonerà mai più con la sua band e a soli 61 anni, non ci saranno cure per ritornare indietro, ma una lenta e progressiva perdita mentale che si conclude nel nulla.Ci sono state orrende speculazioni prima che la famiglia desse la stringata notizia e questa è la cosa più orrida della tragedia. Speculare sulle malattie degli altri!!! Il comunicato è stato secco, deciso, senza alcuna speranza, niente pasto per gli assetati di gossip..eppure il comunicato è chiarissimo, non dà speranza e i fans sono già entrati in pieno sconforto.
La demenza è un disturbo delle facoltà intellettive che interferisce con la capacità di portare a termine le più semplici attività quotidiane. Chi ne soffre oltre a perdere la memoria, in breve tempo non avrà pensieri astratti,capacità critiche, uso del linguaggio, orientamento spazio-tempo, in breve si è prigionieri di un corpo che non viene più comandato dal cervello, che a sua volta non può essere comandato..

Malcolm è ricoverato in una casa di cura a Sydney , dove l'assistenza è continua , dove l'uscire dalla stanza e poi rientrare dopo un minuto , non gli può dare neppure il sollievo di riconoscere chi gli sta accanto! Malattia arrivata senza nessun preavviso, e la band di conseguenza perde il suo creatore ed il suo mentore. Parliamoci chiaro :è il genio dietro gli AC/DC e ne voglio parlare al tempo presente , perchè a tutt'oggi è ancora vivo. Sicuramente ci viene da pensare se sia un bene od un male esserlo, ma che ci piaccia  o meno questa è la realtà.
La band ha perso tutto il suo vigore anche nelle scarse dichiarazioni. Ma sa che deve andare avanti , un debito di riconoscenza verso questo grande personaggio glielo deve . E la band va avanti, a fatica, con timore, ma con la lo stesso vigore di prima. A prendere il posto di Malcolm Young , è il coraggioso suo nipote Stevie Young. In bocca al lupo ragazzo ne hai bisogno. Ma guardiamo l'altra enorme sostituzione fatta nella E.Street Band dopo la morte del sassofonista e polistrumentista Clarence Clemons .Bruce Springsteen non ha esitato a mettere al suo posto suo nipote Jake Clemons, con risultati positivi.Ci manca Clarence ? Si certamente..Notiamo la differenza ...? Ma come no!!!! Malgrado tutto , siamo grati a questo coraggioso ragazzo di aver avuto un grande fegato e cuore  e andando avanti, sono certa, raffinerà con l'esperienza la sua tecnica e assomiglierà per quanto gli è possibile all'incantevole suono dello zio.
E allora ..a tutto palco ..Stevie..coraggio  tocca a te , senza timore!

sabato 18 ottobre 2014

Jam Session


Permettetemi questa sera di essere un po' più svagata del solito e di parlare con estrema leggerezza di me stessa...Qualche volta permetto al mio subcosciente di emergere e di farlo, vero cari amici , è già capitato ..ma a dire la verità è passato un bel pezzo senza che voi sappiate qualcosa del mio mood!
 Siamo inglesi no? Un po' di diplomazia! E siccome i primi post che mi riguardavano , non erano del tutto allegri con quello che mi è capitato, finalmente dopo un anno e mezzo , posso dire di avere trascorso , e soprattutto di essere riuscita a trascorrere, una serata apparentemente normale, al di fuori delle mie costrizioni lavorative, i miei impegni viaggianti, le mie visite opprimenti...Una serata " normale " che non avevo da molto tempo e che finalmente mi fa dire , di aver raggiunto il primo campo base della mia ricostruzione. Vittoria! E cosa è successo di tanto eclatante?

Miliardi di volte sono stata invitata fuori casa per distrarmi un pochino , via dall'eremo , dalle mie conversazioni animalesche, ma chissà perchè mi sentivo come trattenuta in questo  "borgo selvaggio". Ma un'amica , più perseverante delle altre , mi ha convinto e con la collaborazione dell'ottimo autore Alberto Carli( suo fratello) ho assistito in un localino  caratteristico del quale avevo sentito molte volte parlare , a una rappresentazione di recitazione solista unita al jazz, che mi ha fatto incontrare , oltrechè cari amici mai più rivisti, la scoperta di questa musica per me alquanto ostica in certi pezzi , ma deliziosamente compagna di viaggio in questo frangente.Ed il merito sta tutto nella grazia e la modestia, che deriva dalla bravura, di chi ama e sa il proprio mestiere, di chi lavora sul proprio strumento, di chi lo tratta come se fosse un bimbo da curare, da chi ci fa conoscere cosa questa altra voce è capace a comunicarci.E lo dobbiamo all'estrema bravura di due concertisti doc, Leo Lagorio e Piero Mareri, che ci hanno letteralmente avvolto in un'atmosfera particolare , fatta dalla loro jam session, da pezzi inediti e altri più conosciuti. Ma anche da profani , sappiamo come il jazz corra lontano, come le sue varianti siano avvertite anche in maniere differenti da chi le ascolta. Ma vi assicuro che , chi lo ama veramente, vada a cercare questi due musicisti, che con i loro strumenti possono ancora farci sognare. Difficile? Sempre...Impossibile? Mai.....
Parlo di artisti imperiesi e nelle vene di Leo, si sente , un inizio di cultura classica che lo fa svicolare in Debussy fino ai ritratti delle ballerine di Degas.Doveva essere il pianoforte l'amore della sua vita, doveva essere il rock o il R&B il corso della sua musica ed invece?Passa al sax ad al flauto, fa parte di svariati gruppi presentando un' originalissima versione di " Una notte sul monte Calvo" di Mussorgky in versione rock, come ora siamo abituati sempre più a sentire da complessi e rinomati cantanti. Ma lo stupore è che tutto questo è datato 1971!
Quanti nomi celebri senza " spocchia" ci siamo ricordati ieri sera: Gaslini suo maestro , Bianchi, Bonaccorso e via per l'Italia, la direzione artistica passata giovanissimo nelle sue mani dal compianto maestro Lepre della Jazz Ambassadors Big Band e via via fino al primo premio al Bordighera Jazz and Blues, con sempre più composizioni originali dell'amico Leo.
Avete mai sentito parlare dei " Five Brothers" ? Gli amatori genovesi certamente si, i profani come me , li ricercano tra un piatto di trenette al pesto e frittelle di mele..Che bello parlare e sentire la musica in questa compagnia, senza barriere,liberi di resistere , vivere ,e respirare a pieni polmoni..
 Grazie Giorgia per la tua voce, grazie Alberto per le tue letture, grazie Piero per il tuo delizioso piano e tastiere, grazie Leo per la tua arte e la tua musica...
 Venite anche voi? Vi aspetto..domani..chissà...

martedì 14 ottobre 2014

Vivavoce



Notiziola della sera, scusatemi , ho il PC che va a strappi..saranno le nostre meravigliose condizioni atmosferiche liguri? Quindi perdonate se sarò breve , ma come sempre vi scrivo con tutto il cuore..
 Sapete la mia simpatia per il Principe, malgrado questo caratteraccio arietino che si ritrova e che io , sua complice, capisco molto. Come già vi ho detto, rispetto ai primi tempi , è molto migliorato, più generoso e accondiscendente con i fans, ma ricordate , perchè ve lo comunica un'ariete doc , siamo tutti "leoni con il, cuore di meringa"!!!!
Che  cosa ha fatto il nostro Francesco?Nulla di nuovo , ma il 10 di novembre uscirà questo album di sue canzoni( per l'esattezza 28) rivisitate in chiave moderna. Possiamo perderlo, almeno per chi lo ama? Sicuramente , no....
E' una vera e propria rivisitazione delle sua canzoni, accompagnato , guarda un pochino , dal nostro Ligabue, De Gregori in persona che aveva citato anni fa Morandi per aver cantato in chiusura concerto la sua canzone" Buona notte Fiorellino"...Si cambia, si cambia.....datemi retta! Ed ora Francesco testualmente comunica che la sua canzone del lontano 1973 " Alice" , sembra scritta apposta non tanto per lui quanto proprio per il Liga! Vedete i risvolti strani della vita?..Mai stupirsi, per nulla...
Tanto per ultimare questa notizia lampo, vi dirò che la stessa" Buona notte Fiorellino", un tempo sua esclusiva proprietà per non falsare la vera interpretazione del testo, verrà arrangiata con l'aiuto dell'ispirazione di Bob Dylan nella sua canzone "Rainy day women", un grande classico per chi conosce bene il nostro Poet.  Lo sappiamo, Bob è sempre stato una "fissa" per Francesco, e sicuramente , l'unico complimento giustamente apprezzato , è stato quello che aleggiava per molti anni della sua somiglianza musicale al grande Poeta....
Non contento di stupirci con questa ridda di suoi successi , sarà presente anche una cover di Leonard Cohen, ma fino ad ora non è dato sapere quale! Nell'attesa chi lo vuole a tutti i costi ascoltare De Gregori è in tour europeo attualmente fino alla fine di novembre.Per l'Italia si dovrà aspettare la primavera 2015 con (per ora) due date Milano-Roma.
Per questa sera adorabili creature che conoscete quello che noi abbiamo dimenticato da tempo, cioè il sole, vi auguro buona cena e buon ascolto! A presto...

sabato 11 ottobre 2014

Boom :ultime su zio Bruce!


Permettetemi di darvi qualche notiziola sullo zio Bruce , senza sembrare come al solito invadente, perchè non potete tacciarmi di ripetitività , in quanto è molto che non scrivo di lui..Vero?
Ci sono notizie che pullulano sulla sua persona in questi ultimi tempi, le saprete già, forse no, non so!Ma nel dubbio esponiamole...
Primo rumor , perchè solo di quello si tratta , è il probabile tour 2015 in Italia e già si ipotizza la location( non la città per favore) ,  ,ma si parla dell'Emilia, diciamolo pure , un po' trascurata sul fronte Boss! Ma qui si naviga ancora in un mare di supposizioni..chissà.....sperate oh..streeters!
Seconda notizia ed è vera. Bruce debutta come attore , su richiesta del fedele Little Steven nella serie "Lilyhammer", nelle vesti del responsabile di una camera mortuaria , ambientato tra la Norvegia e New York, mentre Steven è un mafioso pentito collaboratore di giustizia, recitato in maniera spassosa( e sono certa lo farà ottimamente!).Bruce non è nuovo a questi camei cinematografici. Ricordiamo la parte di se stesso in " Alta Fedeltà" di Stephen Frears nonchè del recente video clip del suo brano"Hunter of Invisible Game" che ha anche diretto insieme a Tom
 Zimny.
Seconda vera notizia:Ryan White ha scritto con notevole passione e cognizione di causa, questo nuovo volume dal titolo " Springsteen album per album," una celebrazione della straordinaria carriera, un testo fondamentale che ripercorre un viaggio dai famosi club agli stadi,una retrospettiva dei suoi 17 album, corredato da immagini anche inedite e da una discografia dettagliata. Per veri amatori.


Terza vera notizia:" Outlaw Pete" diventa un libro, scritto a quattro mani da Bruce e da Frank Caruso,narra la vita rocambolesca di un fuorilegge.Sia il brano sia il libro , sono stati ispirati da un testo per bambini "Brave Cowboy Bill"che Adele leggeva a Bruce bambino. Pete corre più veloce dei suoi peccati e tutto questo è supportato da splendide illustrazioni, che lo trasformano in un grande personaggio da poter essere pronto ad entrare nelle radici profonde del folk americano. E' già fuorilegge a sei mesi di vita, è già in grado di rapinare una banca, rapina e uccide , finchè non ha davanti Dan, il cacciatore di taglie. Tutto diventa metafora della vita, fornendo spunti sul peccato, il destino e gli errori che ti seguono sempre." Brave Cowboy Bill" è un ragazzo dal cuore puro, primo amore western di Bruce che spazia ora da John Ford  ai nativi americani.Brano originale scritto dal Boss come metafora della vita, poetico e duro allo stesso tempo, con una colonna sonora che ricorda l'amato Morricone.E' un libro per adulti, semplice , ma dettagliato allo stesso tempo, non fornendoci risposte sul destino, ma ci costringe a guardarlo sotto un'altra prospettiva.Da comprare assolutamente.
Quarta notizia : l'undici novembre Bruce si esibirà insieme ad illustri ospiti come Eminem, Grohl,Metallica,Meryl Streep, Tom Hanks Steven Spielberg per il " Veteran Day , tributo  ai membri delle forze armate e sarà intitolato" The concert for Valor" e  trasmesso in chiaro dalla HBO alle ore 19.
E per finire.... quinta stupenda notizia ..la rimasterizzazione dei primi sette album in studio dello Zio su CD e LP.Verranno messi sul mercato il 17 di novembre con la loro confezione originale accompagnati da un libro di 60 pagine con fotografie rare, cimeli e ritagli stampa.C'è bisogno di un invito?Certo che no..tutti a comprarli....
E ora sta a voi scegliere ciò che più vi attrae, c'è solo un grande imbarazzo della scelta, li prendiamo tutti? Fate voi....

mercoledì 8 ottobre 2014

Only the brave!



Mi domanderete che cosa c'entra Omar Pedrini ex leader dei Timoria dal 1986, solista dal 2002, comparso a SanRemo nel 2004,conosciuto il suo album del 2006" Pane burro e medicine" e nel 2010"La capanna dello zio Rock"e dopo molto tempo in tournée quest'anno con l'album"Che ci vado a fare a Londra(storie del pianeta blu)", con questa citazione di una canzone dello zio Bruce?
C'entra e molto anche , più di quanto pensiate.Dico che non ho una tale dimestichezza con il personaggio e soprattutto con il cantante Pedrini,lo conosco a grandi linee, ed ho sempre avuto per lui una grande simpatia ed ammirazione.Strano averla per una persona che si conosce poco, ma essendo un'istintiva a pelle, mi stava molto simpatico.Ultimamente aveva ripreso a cantare e questa sua nuova prova è stata interrotta da un malore che non sembrava grave a prima vista, ma dopo attenti esami, e considerando il suo cuore già provato da una grave operazione per un aneurisma, la conclusione è stata delle più tragiche. In parole povere deve essere nuovamente operato.
 E' bene che non sappiate cosa significhi essere cardiopatico o avere già avuto la sfortuna di passare nel reparto operativo di cardiologia.Per ora io non ho ancora fatto da cavia , ma sono anch'io una cardiopatica, lieve, leggera , tutto quello che volete, ma questa bomba ad orologeria che teniamo dentro di noi e che ci mantiene in vita e non possiamo strapparci via quando non funziona, diventa un nemico oscuro da diffidare sempre.Omar è stato lasciato dalla fidanzata Casalegno dopo la prima operazione e ha trasformato la sua vita di cantante in operatore nell'ambito agrario e turistico. Ci vollero molti anni perchè si rimettesse ed anche il suo aspetto cambiò( perchè il cuore cambia anche questo..), ma io conobbi un uomo coraggioso che piano piano da solo riprese ad interessarsi di musica, con la sua solita discrezione, presentando una piccola rubrica pomeridiana su Rai 5. Piano piano ed in silenzio si rimise a lavorare e sfornò questo suo ultimo album, sicuro di poterlo portare in giro per far contenti i suoi fans , ma soprattutto se stesso.Ora sta per essere operato, ci informa con gentilezza ,  non potrà comunicare notizie in breve tempo, ma ci informerà senza dubbio del procedere della situazione. E lo fa con distacco e fiducia, solo i coraggiosi lo sanno esporre così bene ed io al suo confronto con una patologia molto  minore , mi sento un verme.
Giudica il suo cuore "malandrino", il mio lo odio profondamente e pubblicamente lo dichiaro "nemico", che mi ha limitato la possibilità di fare milioni di cose.... Omar le fa e non ha timore, è sicuro di continuare a vivere, incoraggia lui i fans e li invita a continuare. Chapeau!!!!
Devo imparare a conoscere questi "Timoria", dove era anche presente un certo Francesco Renga....lo sapevate vero??!! E sapevate pure che la band inizialmente si chiamava " Precious Time"? Arcibravi,ne sapete più di me!
 E pensare che dopo otto lunghi anni Pedrini aveva concluso questo ultimo lavoro, non da poco. con la presenza di artisti importanti come i" Modena City Ramblers"!
 Incrociamo veramente le dita miei cari, lo merita tanto questo generoso autore, mentre io sarò consolata in questo mio riposo forzato dopo un servizio dalla gradita visita di un'amica virtuale che diventa reale.Annamaria del bellissimo blog"Gioire in musica"che solo per venirmi a trovare e stare poche ore con me parte da Lodi ed arriva in questo mio eremo campestre!Ecco questo è uno dei momenti dove ringrazio la tecnologia. Senza di essa non l 'avrei conosciuta , come non avrei conosciuto moltissimi di voi, che invito sempre se ne avete desiderio, a venirmi a trovare o conoscerci in altra maniera personalmente. Potervi abbracciare è una cosa magnifica , conoscerci meglio come una grande famiglia con tutte le difficoltà del caso, una magia..ma io credo ancora alle favole! Non sono come Omar , non sono un" None baby but the brave, those strong enough to save something from what they gave", sono solo io con un cuore matto che spesso fa i capricci, ma è felicissimo di aspettarvi!Stay hard guys!
Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.