............. Dall'amore spesso non nasce la musica, ma dalla musica spesso nasce l'amore!....

mercoledì 1 febbraio 2012

L.A. WOMEN

Quest'anno, secondo sempre i ben informati, sarà l'anno dei Doors e la nuova uscita in questi giorni di gelo, dell'ultima loro fatica  nel quarantesimo anniversario dell'album "L.A. Women". Il tutto presentato in due CD, con versioni rimasterizzate,  "Love her Madly", "Riders of the Storm" ed altre, ma con la chicca dell'inedito "She mells do nice ", con le tonalità blusanti dei primi Doors, trovata miracolosamente dal vecchio produttore Bruce Botnick.Il nostro re lucertola, Jim Morrison, che adorava farsi chiamare in questo modo, da un verso della sua poesia "Celebrazione", confermando di essere solo lui il re lucertola e di poter fare tutto ciò che gli pareva. I versi sono molto più aggraziati nell'album del 1968 "Waiting for the sun" e la canzone precisa  è " Not to touch the Earth ".

Se siete curiosi, ci troverete i versi " I'm the lizard king, I can do anything".  Diciamolo francamente questo " re lucertola", non era quello che si dice un mostro di simpatia! Complice del suo successo, quest'aria da bello  maledetto, ma guardate lo sguardo, sempre beffardo, pronto a sfidare tutto e tutti ed altamente provocatorio. Di ottima famiglia, con padre ammiraglio e mamma figlia di un legale, avere un erede simbolo dell'inquietudine giovanile e figura seduttiva per eccellenza, non doveva essere certamente facile in quegli anni irrequieti. La repressione, la contestazione, le manifestazioni politiche e sociali dei movimenti studenteschi, venivano spazzate via da organi governativi molto potenti , come la Cia. Questo nome così breve, ma così lungo per quanto concerne la possibilità di entrare o sfondare qualsiasi porta, con azioni sempre avvolte dal mistero. In parole povere, molti esponenti della musica rock erano soggetti  a supposizioni fantastiche , a complotti segreti.

Che dire della morte di Hendrix, della Joplin, di Jones? Siamo così certi della loro fine?  Jim Morrison, come è morto in realtà? Sono abbastanza lugubre in questi ultimi periodi , me ne rendo conto, forse sarà, come dice Sting, che il mio mood è impregnato da un" winter time"? Può darsi, non è certo la mia stagione ideale, anche se cerco di coglierne la bellezza. Ma tornando a noi, la disintossicazione di Morrison, proprio a Parigi, lontano da tutto e tutti, ci appare una scelta originale.Trovato morto per overdose in una vasca da bagno, piccolo Marat ormai inerte, e da qui inizia, forse la leggenda. E' morto, è vivo, è nascosto, dov'è?

La chirurgia plastica nel 1971 era rinomata a Parigi, più che in qualsiasi altra parte del mondo, e bastava prendere un volontario musicista, meglio se in attività e con pratica, sottoporlo ad una bella plastica (ricordiamo il nostro Jim come era ridotto nel periodo della disintossicazione!) ed il gioco era fatto! Ecco a voi  il signor Barry Manilow, musicista pop di Las Vegas con teatro al Casino de Paris ed ancor oggi sulle scene  e la comparsa è trovata !  Gli chiesero tre anni di allontanamento dalle sue normali attività, il riconoscimento di rifugiato politico, guarda caso proprio in Francia, la possibilità di partecipare a qualche spot pubblicitario nel 1967, la costanza a riprendere la erre un po' arrotata che Morrison possedeva, l'uscita di una canzone sulla donna di Jim, Pamela morta di overdose, con un cambiamento di titolo da " Brandy" a " Mendy", interpretando quest'ultimo  in " Me and you"......ed il film era concluso. Anche qui c'è da chiedersi verità, fandonie? Ma quanti credono che nella tomba del re lucertola ci sia proprio lui, e non vadano a ritrovarlo, tra una puntata al casinò e l'altra, proprio  a Las Vegas? Come sempre lascio a voi , questo giochino e ... non me ne vogliate!



10 commenti:

Paola ha detto...

Certamente essendo un cantautore
impetuoso... carismatico e seduttivo e soprattutto grande cantante del rock della storia... a me è antipatico... parlo come personaggio appunto per questo suo essere :-)
Cmq Morrison e morto in circostanze mai chiarite e quindi difficile dare un'interpretazione che ci faceva nella vasca da bagno? Mah!!!
Ciao Nella bella ti lascio un mega bacione!!!

nella ha detto...

Ciao PAOLETTA mia, l'antipatia che sprigiona Morrison è comune a molti, ma al di là di questo , si parla di artista. Io non stravedo per lui, ma il suo Karisma è indubbio e le leggende proprio sulla morte di molte altre leggende (dall'età 27 , e le iniziali del nome J), fanno parte di quel fascino misterioso che accompagna ogni grande figura del panorama musicale. E' bello dondolare tra fantasia e realtà, ma ancor meglio sentire delle vere e proprie chicche sonore! Bacioni amorè!

Viktor ha detto...

...Allora, allora, allora...prendo fiato e cerco d'esser cauto e breve nel commento. Mia casra Sister, qui entri in territorio sacro per il sottoscritto, così sacro che quasi quasi non dico niente per rispetto...
Hai fatto bene a parlarne, di questa uscita, ci stavo pensando anch'io, ma ho poi deciso che non era troppo il caso. Il disco l'ho sentito e ti dirò che sono più interessanti le alternate takes dell'inedito, poco più di una jam abbozzata. Di questo gruppo c'è ben altro in circolazione che possa stuzzicare l'interesse dei fan sfegatati come il sottoscritto, anche se, in quanto fan sfegatato, anche questa uscita me la son procurata. Ci sta la tua antipatia per Morrison, un soggetto sicuramente carismatico e iconico, ma per nulla facile e accessibile; sorvolerei sul mistero della morte, tra l'altro quella dell'overdose non è la versione ufficiale, ma solo una delle tante teorie più recenti, vorrei ricordare che Jim odiava a morte l'eroina e gli aghi, tanto da tentare quasi di uccidere la sua ragazza Pamela che invece non ne voleva proprio sapere di smettere, quindi vorrei anche chiarire che Morrison non è andato in Francia a "disintossicarsi" e non ha subito nessuna trasfigurazione, semmai il contrario. Jim voleva tornare ad essere un poeta, uno scrittore come i suoi idoli che proprio in Francia avevan trovato terreno fertile per la propria produzione. Per far questo, però, doveva e voleva lasciarsi alle spalle il problema del processo di Miami e la pressione mediatica soffocante che aveva in America. In buona sostanza, voleva tornare ad essere una voce, più che un volto e vivere felicemente con la sua ragazza in un paese culuralmente più stimolante dell'America. A Parigi Jim anche esteticamente cerca di abbandonare il suo look da bluesman, cerca di dimagrire e si taglia la barba. Secondo quanto scrive ai suoi amici era da molto che non si sentiva così libero e in pace. La droga non ha nulla o poco a che fare, tutto il resto son solo speculazioni.
Permettimi solo un'ultima critica, poi vado a portare la mia pedanteria a prender aria in altri lidi: il titolo del disco è L.A. WOMAN e l'inedito si chiama "She Smells So Nice".
Scusa le precisazioni, ma per me questo non è un disco, ma un Vangelo!...
Un abbraccio e Buona Serata.

Alligatore ha detto...

Jim è vivo e lotta ... l'hanno visto girare per la mia palude, e, devo dire, di persona è molto simpatico. Per me i Doors sono stati un gran bel gruppo, e questo è uno dei miei dischi preferiti.

nella ha detto...

Ma mio caro VIKTOR, mi facessi tutte queste precisazioni, ogni volta che posto qualcosa , io , e penso, non solo io , ne saremo felici. Scrivo solo le notizie che a sprazzi mi vengono fornite se reputo interessanti , e metto senza dubbio qualcosa di mio, cerco di elaborare la cosa sempre nei limiti, ed anche se non sono una fan sfegatata del soggetto, deve dico deve essere ricordato. Ricordo Morrison in molte foto a Parigi, ma lo ricordo ingrassato e con la barba,pieno do metadone e voglioso di riprendere le sue liriche , questo si. Non potevo mio caro VIKTOR , sorvolare sulla leggenda della morte , perchè ricollegandomi all'articoletto precedente , volevo mettere in evidenza proprio questa, essendo conscia che molti altri avrebbero saputo molto più di me sul mito Doors. Ti ringrazio ancore del tuo commento e quando hai voglia , precisami ancora molte cose. Nel mio piccolo , ho sempre da imparare. Con simpatia!

nella ha detto...

ALLIGATORE caro , spesso quando si cambia aria , si cambia aspetto e carattere... Hai visto mai che se mi trasferissi anch'io, smusserei un pochino questo mio essere leggermente asociale? Mah , potrei provare...che dici? Con simpatia, Nella

Granduca di Moletania ha detto...

Ammazza Nella, che brutto periodo. Sarà che siamo nei giorni della merla, che tutto è griogio e triste, ma con questo fanno due morti (o presunti tali) di fila. :-)
Tiriamoci su dai. Ascoltiamoci un po di buona musica: "so già che metterai su i Doors" (Samuele Bersani).
Ottima scelta. Hai fatto bene a ricordarci la loro musica e uno dei loro dischi migliori.
Comunque non è vero che Morrison è antipatico: è un amicone, gli piace la compagnia e spesso alla taverna paga lui per tutti.

Un abbraccio

nella ha detto...

Ma sua SOAVITA' , mi sa che devo un po' ricominciare a frequentare 'sto Jim... sarà che mi son sbagliata di persona? Mentre ti scrivo ho già nelle orecchie i Doors per prepararmi al meglio.. 'Na figuraccia l'ho già fatta con Viktor ed una al mattino basta ed avanza.... Prometto da domani, un quizzino spaccateste e via... che ne dici? Bacionissimo.....

Viktor ha detto...

...e brava Nella che poni subito rimedio andandoti a risentire il Sacro Verbo!
Ti abbraccio.

nella ha detto...

Ma certo che si , caro VIKTOR, altrimenti , quando reputo le critiche ,le precisazioni , le correzioni costruttive, le seguo sempre , altrimenti a cosa servirebbero? A fare numero? Certamente no... Come sempre ti ringrazio e ricambio l'abbraccio di cuore!

Licenza Creative Commons
Quest'opera è distribuita con Licenza Creative Commons Attribuzione - Non opere derivate 3.0 Italia.